i quattro livelli della coscienza

Questa sera all’ incontro di facciamo pace oltre alle diverse voci nella testa, parleremo anche di stati di coscienza e di percezione dei Laikas, descritti magistralmente nel libro di Alberto Villoldo di cui vi parlavo la settimana scorsa: Le Quattro Rivelazioni. Quattro livelli da cui possiamo osservare e condizionare il mondo, in modi diversi.

Secondo questa filosofia, gli esseri umani possono percepire il mondo da quattro livelli di coscienza, essendo i più bassi avvolti dai più alti come se si trattasse di bamboline russe. Ogni livello è legato ad un animale archetipico, ad un tipo di linguaggio e ad un tipo di energia. Imparando a cambiare da un livello ad un altro possiamo avere le possibilità di tutti loro.

  • il primo livello è quello del corpo e della percezione fisica, il cui animale archetipico è il serpente, che percepisce con i sensi e che ha un istinto molto sviluppato e di cui può fidarsi sempre. É il più efficace nel mondo pratico e materiale, capace di sopravvivere in ogni circostanza esterna.
  • il secondo livello è quello della mente e della percezione psicologica ed emotiva, il cui animale archetipico è il giagguaro, che percepisce le emozioni, le idee, i concetti e i pensieri. È più efficace con le problematiche emotive ed energetiche, capace di sfruttare i simboli e di vedere le opportunità che si celano oltre le situazioni.
  • il terzo livello è quello dell’anima, il cui animale archetipico è il colibrì, che riesce a percepire la vita come un viaggio sacro, capisce il linguaggio metaforico e può andare oltre la psicologia e la logica. È il più efficace per produrre cambiamenti andando più in profondità oltre la nostra personalità e il giudizio.
  • il quarto livello è quello dello spirito, il cui animale archetipico è l’aquila, che riesce a percepire noi stessi come parte di un tutto. Riesce a vedere oltre le barriere, oltre alle ettichette, oltre a qualsiasi identificazione, riesce a vedere sotto l’acqua nel nostro esempio delle isole. È capace di cambiare la percezione del tempo lineare, comprendendo che non sempre le cause esistono prima degli effetti, ed è in grado di liberarsi di eredità karmiche e cocreare un mondo diverso.

Può sembrare difficile, ma possiamo provare, alleniamoci!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annusa spesso il formaggio così da sapere quando sta invecchiando

 

come e quando cambiare?

Ieri all’evento di facciamo pace, abbiamo parlato, come promesso di cambiamento, di quando e come cambiare, nel modo più semplice ed efficace, che è allenandoci poco a poco, dividendo il problema in piccoli problemi e attaccandoli uno ad uno, con un processo continuo che ci renderà sempre più capaci.

non ti preoccupare

Una delle cose che molte volte fraintendiamo è il bisogno e l’utilità della preoccupazione, spesso mi capita di dire a qualcuno di preoccuparsi meno e mi risponde che non è possibile, che deve preoccuparsi, che se non si preoccupasse sarebbe senza cuore. Invece, il cuore non si preoccupa, non capisce niente di futuro e di passato.

l’alieno curioso

Dicono che un giorno un alieno atterrò con la sua astronave sulla Terra. Era un ricercatore, un eterno studente che amava viaggiare nello spazio alla ricerca di altre forme d’intelligenza con cui confrontarsi per ampliare le sue capacità e possibilità. Una volta aperto il portello, si trovò davanti edifici in rovina, strade dissestate, esseri umani intenti a chiedere l’elemosina.

Reinventa Te Stesso (2009)

Un altro libro molto interessante parlando di cambiare è il meraviglioso Reinventa te stesso, di Steve Chandler, che ci spiega come possiamo cambiare quello che siamo, in qualsiasi momento, se non ci piace quello che siamo diventati, perchè non siamo oggetti ma persone in divenire…

Split (2016)

Oggi voglio parlarvi di un thriller psicologico molto speciale, Split, scritto e diretto da M. Night Shyamalan, una storia terribile sulle personalità multipli e le loro caratteristiche, psicologiche e persino fisiche… ma anche su come si formano e perchè, secondo una teoria molto speciale, sono il prossimo passo dell’evoluzione umana.

se ti ho incuriosito...