i limiti della bestia

Ad alcuni  fa innervosire tutto questo parlare della bestia, ma è solo un gioco, per tirare fuori la bestia che c’è in noi, quella capace di lottare per quello che crede sia importante, spesso con più cuore di molti umani. La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, vedremo cosa la rende così forte, quasi invincibile…

È molto semplice, conosce bene i suoi limiti, sa dosare le sue forze, sa rinunciare a quello di cui non ha bisogno, scegliere le sue battaglie , sa quando insistere e quando mollare, sa come alzarsi con grazia ogni volta che cade.

Non si racconta storie su tutte le cose che vorrebbe fare, che potrebbe voler fare, che dovrebbe voler fare. Semplicemente, vuole, può e fa. A volte senza guardare in faccia nessuno, altre volte prendendosi cura dei più deboli. Si può essere bestiali anche nel voler bene e nel proteggere.

Nell’incontro continueremo il discorso sulle responsabilità che potrebbe durare mesi e lo indirizzeremo verso i limiti. Vedremo fino a che punto arriva la nostra e dove inizia quella degli altri, e analizzeremo alcuni esempi pratici, nell’amicizia, nell’amore, in famiglia e nel lavoro.

Parleremo di come non mettere troppa carne sul fuoco o troppa responsabilità nelle spalle degli altri, e anche di come difenderci quando è qualcun’altro che vuole dare a noi delle responsabilità che non ci appartengono.

Cosa ne pensate? Vi ho incuriositi? Venite e continueremo il discorso…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per assurdo, meno ti soffermi sull’obiettivo finale e più presto ci arriverai. Se tieni un occhio sempre fisso sulla destinazione, te ne rimane solamente uno per guidarti lungo il viaggio.

 

Gli errori delle donne (2010)

Gli errori delle donne (2010)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un di Giorgio Nardone, un manuale breve e semplice chiamato Gli errori delle donne (in amore). In questo libro non parla di disturbi psichici e comportamentali ma di copioni psicoemotivi che le donne mettono in atto nelle relazioni amorose.
Brazil (1985)

Brazil (1985)

Oggi sono di nuovo tornata indietro nel tempo per rivedere Brazil, di Terry Gilliam, con un Robert De Niro fantastico anche se in un ruolo non protagonista, e Jonathan Pryce e Kim Greist, nei panni di una copia tutto tranne che convenzionale.
amare o non amare

amare o non amare

Molte persone decidono di smettere di amare, dopo delle serie più o meno lunghe di frustrazioni e di rapporti che non sono andati come speravano. Dimenticano che rinunciare ad amare è come rinunciare a respirare, a mangiare o a bere.