Hector e la ricerca della felicità (2014)

Oggi voglio parlarvi di un film tedesco, Hector e la ricerca della felicità, un film che parla di un eccentrico ma irresistibile psichiatra londinese con una vita quadrata e prevedibile, che arriva ad un punto in cui entra in crisi. Si rende conto che i suoi pazienti non stanno diventando più felici e inizia a chiedersi sulla propria felicità.

Un giorno, armato di molto coraggio e di un’infantile curiosità… decide di partire per un viaggio alla ricerca della felicità, attorno al mondo. Per capire cosa rende felici le persone. Con un quaderno per appunti regalatogli dalla sua fidanzata che è sempre a suo fianco anche se lo lascia libero per fare la sua ricerca da solo.

Fa delle ricerche sul denaro e la felicità effimera che può comperare, sull’amore e il sesso e i picchi di felicità che possono provocare, i rancori e le vecchie ferite e la felicità che ci possono togliere, così come la paura e il pericolo… Persino incontra uno scienziato pazzo con un giocattolo costosissimo che può fare vedere le aree del cervello che si attivano in funzione delle diverse emozioni.

Ho amato ogni singolo secondo ma soprattutto il finale. Non voglio spoilerare ma… alla fine, sia lo scienziato pazzo che il monaco buddista arrivano alla stessa conclusione, la felicità è accettare tutto così com’è… non cercare di evitare nulla. Non tagliare nulla. Solo nel tutto si trova la vera felicità.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

p.s. non so per quanto tempo ma… in questo momento si trova anche gratis online su raiplay

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1) Il maggior freno al cambiamento è in noi stessi...
2) Le cose non migliorano se non cambi te stesso...
3) C’è sempre nuovo formaggio là fuori, che tu ci creda o no...

 

enneagramma

Al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo di un argomento leggermente diverso da quelli delle ultime settimane, anche se sempre utile per conoscerci meglio, comprendere cosa ci muove, le risorse, i pensieri compulsivi, ecc. La semplicità e la chiarezza del sistema lo rendono ideale per l’autoconoscenza, l’educazione, il rapporto di coppia, i rapporti sociali, l’ambito aziendale e qualsiasi dinamica di gruppo.

forza e coraggio

Abbiamo detto in diverse occasioni che il lavoro che facciamo per cambiare punto di vista prevede di “disimparare” il significato che diamo normalmente ad alcune parole. Una di queste parole è “forza”, siete come me, spesso vi sentirete dire che siete forti, ma viene usato in un modo che sembra più una condanna che qualcosa di positivo…

ce l’hai con me?

Dicono che c’era una volta, un uomo disperato dopo una giornata terribile entro in chiesa piangendo e riuscì a parlare con Dio.
— Posso farti una domanda? — chiese.
— Certo — rispose Dio.
— Promettimi che non ti arrabbierai ..
— Prometto — rispose Dio — Non sono uno che si arrabbia così facilmente…

La crisi! (1992)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film francese che al suo tempo mi colpì tantissimo, La crisi!. Una meravigliosa e velocissima riflessione sull’egoismo e l’ipocrisia che rendono le persone cieche e sorde ai problemi degli altri, e sulla società malata in cui viviamo che ci porta ad essere così distratti dalle cose che dobbiamo fare di non avere tempo per vivere veramente…

se ti ho incuriosito...