Fish! (2001)

Anche oggi voglio parlare di un libro non nuovissimo, di diversi autori, Fish! Una storia sulla motivazione, su un gruppo in cui tutti mettono passione ed energia nell’attività che svolgono, un ambiente in cui le persone sono autenticamente in sintonia fra loro, con il proprio lavoro e con i clienti, e non perchè il loro lavoro sia particolarmente meritevole o preveda una particolare reputazione.

Racconta la storia di una manager che viene incaricata di trasformare un reparto cronicamente privo di entusiasmo e demotivato in una squadra vincente. Quello che sembra una prova impossibile diventa una sfida interessante e trova il modo di riuscire a sfruttarla ispirandosi ad un mercato vicino al suo ufficio, il Pike Place Fish Market, famoso per la quantità di gente che lo frequenta, l’atmosfera festosa e un servizio di alta qualità.

Studiando ed applicando le semplici regole apprese dai venditori di Pike Place, la protagonista di questo libro scopre come consolidare il suo team e riesce a realizzare un sorprendente cambiamento personale e professionale per sé e per tutta la sua squadra:

  • si può lavorare seriamente e allo stesso tempo divertirsi;
  • rallegrare gli altri fa stare meglio loro e noi stessi;
  • essere presente nel qui e ora migliora la nostra vita e quella dei clienti;
  • i clienti soddisfatti tornano e fanno pubblicità gratuita…

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annusa spesso il formaggio così da sapere quando sta invecchiando

 

fare polemica

La settimana scorsa si è sentito molto parlare di clima, di ambiente, di futuro, di bambini e di proteste per sensibilizzare i potenti, i governanti, e anche i votanti che, in teoria, li scelgono. Ci sono stati venerdì manifestazioni in tutto il mondo, anche in Italia, ma adesso bisogna vedere se cambiano qualcosa.

Hotei, il Buddha che ride

Dicono che una volta c’era un monaco buddista che cacciava di serpenti, ma dopo averli catturati toglieva loro il veleno per evitare che mordessero i passanti e poi li liberava, e per la sua bontà ottenne l’illuminazione spirituale. Aveva un grande sorriso e una grande pancia, che si crede contenesse una grandissima anima.

Felix e il segreto delle chiavi magiche (2019)

Finalmente posso darvi una notizia che aspettavamo da anni, è uscito, è pronto, è disponibile per essere acquistato e letto, Felix e il segreto delle chiavi magiche è diventato una realtà grazie a Sergio Chiarla e all’editore ETI. È un romanzo pieno di conversazioni su psicologia e filosofia che ho scritto con la speranza di poter portare i miei messaggi anche agli amici con cui non riesco mai ad approfondire certi discorsi, e non solo.

i limiti della bestia

Ad alcuni fa innervosire tutto questo parlare della bestia, ma è solo un gioco, per tirare fuori la bestia che c’è in noi, quella capace di lottare per quello che crede sia importante, spesso con più cuore di molti umani. La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, vedremo cosa la rende così forte, quasi invincibile…