fare polemica

La settimana scorsa si è sentito molto parlare di bisogno di cambiare, di clima, di ambiente, di futuro, di bambini e di proteste per sensibilizzare i potenti, i governanti, e anche i votanti che, in teoria, li scelgono. Venerdì ci sono state delle manifestazioni in tutto il mondo, anche in Italia, molti si chiedono se adesso cambierà qualcosa.

La cosa più importante che ho da dire è che, davanti a una situazione del genere, ognuno di noi ha una scelta tra fare qualcosa o non fare nulla. E, coloro che scelgono di non fare nulla, spesso si giustificano facendo polemica al messaggero per togliere importanza al messaggio.

In questo caso… di Greta, la ragazzina che ha dato la sua faccia al movimento, che ha “iniziato” e “promosso” il tutto, ne hanno detto di tutti i colori, soprattutto in Italia. C’è chi ha detto che sembra un personaggio uscito da un film horror, a chi dice che è manovrata a chi dice che sbaglia bersaglio. Anche se qualcuno l’ha diffesa.

Su internet, su tutte le reti sociali, stanno girando messaggi e bufale di tutti i colori, da immagini del casino lasciato dietro le manifestazioni e critiche di qualsiasi tipo. E molti le condividono senza nemmeno controllare che siano vere. Per non parlare delle foto di Salvini con le trecce come la bambina.

Credo che sia un atteggiamento molto diffuso e che teniamo spesso. Vi siete mai chiesti in quante cose ci troviamo a fare lo stesso, a fare barzelette e polemica sulla superficie invece di indagare veramente e approfondire di più?

Che ne pensate? Vi sembra abbia una logica? Aspetto i vostri commenti…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vecchie convinzioni non ti portano a nuovo formaggio

 

Il Cigno Nero (2014)

I n diversi momenti in queste settimane mi sono trovate frasi e questo autore, Nassim Nicholas Taleb, che mi hanno colpita particolarmente. Appena sono riuscita ho cercato qualcosa di suo e, come spesso mi capita, ho letto due libri di fila. Oggi voglio parlarvi del più famoso: Il cigno nero, meraviglioso.

Yuli (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film cubano, Yuli, con il grandioso Carlos Acosta, basato libro autobiografico del ballerino, No Way Home. Il film racconta la vita e la passione di questo grandissimo danzatore che è stato paragonati a Mikhail Barysnikov e Rudolf Nureyev…

ricrescere senza paura

Ieri, all’evento di facciamo pace abbiamo parlato di come nella nostra società siamo abituati a vivere nella paura ma possiamo sempre decidere di ricrescere nell’amore. Possiamo sempre renderci conto di quando emozioni come la paura ci stanno salvando o stanno fermando la nostra evoluzione.