enneagramma pratico

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo continuato a parlare di enneagramma e di enneatipi, fatto un’altro test e visto come usare nella pratica queste informazioni, non solo per ettichettare noi stessi o gli altri, ma… per comprendere quello che c’è sotto, quello di cui abbiamo bisogno e quello che potremo usare per uscire dai guai che questi bisogni ci creano.

 In questo mesetto (e per alcuni in quest’ultimo anno) in cui abbiamo fatto più volte il test, sia insieme che separatamente, non sempre è venuto lo stesso risultato. In più, con il secondo test, in cui per ogni domanda bisogna scegliere un numero e poi sommare quante volte ogni numero appare, a volte c’erano più numeri allo stesso valore o quasi. 

 Questo è perchè, come tutte le cose che veramente spiegano come funzioniamo, l’enneagramma è qualcosa di flessibile e dinamico. Per esempio, abbiamo visto che sotto stress un numero può tendere ad un’altro, e anche qualdo è rilassato.

 Gli enneatipi si creano partendo dalle ferite subite nell’infanzia, quando si stava creando la nostra personalità. Ma spesso le ferite sono più di una, e anche ci possono essere delle ferite subite successivamente che ci fanno comportare in modi diversi in momenti diversi.

L’importante è capire le relazioni fra un’enneatipo, i suoi punti deboli e di forza e tra i diversi enneatipi che si relazionano tra di loro. Così da poterle usare in ogni circostanza, più che ettichettare noi o gli altri, perchè le ettichette, ne abbiamo già parlato, sono più limitanti che funzionali.

 Cosa ne pensate? C’eravate all’incontro? Che enneatipo vi corrisponde maggiormente? Qualcosa da aggiungere?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nella vita non ci sono errori, solo lezioni. Non esiste qualcosa che si possa chiamare esperienza negativa, ma occasioni per crescere, imparare e procedere lungo la strada del dominio di sé. Anche il dolore può essere un meraviglioso maestro

 

Fatti il letto (2018)

Un’altro libro piccolo ma interessante è fatti il letto, scritto dall’ammiraglio William Harry Mcraven, in cui raccoglie i punti salienti del suo discorso davanti ai laureandi dell’università del Texas alla cerimonia di consegna dei diplomi. Un discorso pieno di empatia e coraggio, queste pagine hanno il contagioso potere di ispirare il lettore a dare il meglio di sé.

Mia moglie per finta (2011)

Oggi per San Valentino, voglio parlarvi di una fantastica commedia romantica all’ammericana: After Earth, con Adam Sandler , Jennifer Aniston e Nicole Kidman, che sembrano aver fatto un patto col diavolo per sembrare sempre giovanissime e perfette.

coerenza e responsabilità

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Abbiamo già parlato di quello che ci manca e di quello che abbiamo, questa settimana lo guarderemo dal punto di vista delle responsabilità, di quello che dipende da noi, per ognuno dei sei aspetti…

fette di salame

Q ualche giorno fa, durante una conversazione con una collega sulla comunicazione, parlavamo delle così dette “fette di salame” che a volte abbiamo quando amiamo o apprezziamo troppo qualcuno e che interferiscono con quello che capiamo di quello che lui o lei dice.