due pesci

Dicono che c’era una volta uno scienziato pazzo che misse in un aquario due pesci che non avrebbero mai dovuto stare insieme, un pesce rosso e un piraña. Separati da un vetro trasparente perciò potevano vedersi ma non toccarsi, per vedere cosa facevano…

All’inizio, il piraña, quando vide il pesciolino rosso ebbe l’acquolina in bocca. Mentre lo guardava il suo piccolo cervello di pesce immaginava quanto sarebbe stato morbido tra i suoi denti, con quelle curve pienotte e attraenti. Non appena decise di avvicinarsi, però, finì contro il vetro e si fece molto male…

Ma questo non lo fermò, ci provò e riprovò più volte fino a quando ebbe tanto dolore che, diciamo, gli passò la fame. O meglio, quando vedeva il pesce rosso non vedeva più cibo ma dolore… e smisse di guardarlo, di pensare a come mangiarlo, si arrese.

Il pesce rosso, invece, all’inizio aveva avuto tanta paura del piraña, si muoveva solo per stare il più lontano possibile da lui, tremolante e allerta. Ma, quando vide che il piraña non si avvicinava più… si rilassò e si avvicinava persino al vetro che li divideva, divertito e curioso.

Ma lo scienziato non aveva finito il suo sperimento. Ad un certo punto decise di togliere il vetro e vedere se cambiava qualcosa. il piraña non notò la differenza, dato che ormai non si avvicinava nemmeno alla zona in cui prima c’era il vetro.

Il pesce rosso, invece, che nuotava sempre più tranquillo e libero, superò la limitazione che prima marcava il vetro e inizió a nuotare attorno al piraña, come se non fosse un cacciatore e ad avvicinarsi sempre di più.

Fino a quando il piraña, vedendolo sempre più vicino e sentendo persino il suo odore, in un momento se lo mangiò in un boccone.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tu non sei solo la persona che in precedenza hai deciso di essere, ma quella che scegli di essere oggi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

A.M.O.R.E.

Martedì prossimo, all’evento di facciamo pace parleremo di un nuovo acronimo che farà la nostra vita migliore ogni volta che riusciremo a metterlo in pratica. Qualcosa che ci aiuterà a cambiare il senso in cui gira la spirale della nostra vita, passando dei circoli viziosi della paura a quelli virtuosi dell’amore.

non dovevi

Una di quelle frasi che molti ripetono per “educazione” senza pensare bene cosa vuol dire, cosa stanno dicendo in realtà è “non dovevi”. Tipo quando ricevono un regalo, un favore, una spiegazione. Oggi vorrei riflettere un secondo su quanto possa essere distruttiva questa frase.

Anatomia della Coppia (2015)

In questi giorni ho letto il libro di Erica Francesca Poli, Anatomia della Coppia, I sette principi dell’amore. Un compendio di tante cose, con tanti spunti interessanti, dalla spiritualità alle neuroscenze e tante fonti, alcuni che conoscevo e altre che ho scoperto grazie a lei.