dolore e sofferenza

Uno degli argomenti ricorrenti nelle conversazioni sul coaching e sul nostro potere sulla nostra vita è la differenza fra dolore e sofferenza. Nel linguaggio comune sono due parole spesso interscambiabili, perchè in superficie sono molto simili, ma appena andiamo un po’ in profondità vediamo che sono due cose molto diverse.

Il dolore è quello che succede quando qualcosa dall’esterno ci ferisce, dal piccolo colpo sul mignolo con l’angolo di un mobile alla perdita di un essere amato. Il dolore può essere lancinante, straziante e intollerabile. È qualcosa di fisico, di fisiologico, di inevitabile. Ma, la sua intensità non può durare all’infinito.

La sofferenza è tutto quello che ci costruiamo attorno. Non è fisica ma psicologica, e non dipende più dall’esterno ma da noi. La sofferenza è quello che pensiamo della situazione che ci ha ferito, che non è giusto, che non possiamo vivere senza quello che abbiamo perso, che non riusciremo mai a superarlo.

La differenza che può esserci utile è che il dolore non dipende da noi, ma la sofferenza si. Perciò, dal momento che in ogni malessere c’è una parte di dolore e una di sofferenza, quando pensiamo che sia tutto “dolore” ci sentiremo impotenti. Se, invece, riusciamo a riconoscere la differenza, a separare ed eliminare la parte di sofferenza che dipende da noi, ci sentiremo potenti e grandi.

Non dico che sia semplice o facile, quello che dico è che prima capiamo cosa dobbiamo fare, quali sono le domande giuste da fare e qual è la strada per uscire dal nostro malessere, prima potremo uscirne.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

non dovevi

Una di quelle frasi che molti ripetono per “educazione” senza pensare bene cosa vuol dire, cosa stanno dicendo in realtà è “non dovevi”. Tipo quando ricevono un regalo, un favore, una spiegazione. Oggi vorrei riflettere un secondo su quanto possa essere distruttiva questa frase.

Anatomia della Coppia (2015)

In questi giorni ho letto il libro di Erica Francesca Poli, Anatomia della Coppia, I sette principi dell’amore. Un compendio di tante cose, con tanti spunti interessanti, dalla spiritualità alle neuroscenze e tante fonti, alcuni che conoscevo e altre che ho scoperto grazie a lei.