diventare qualcuno

C ome dicevamo, durante questo mese di maggio a facciamo pace stiamo parlando di cambiare, di cambiamento, di come, quando e perchè cambiare, al prossimo incontro parleremo di cosa siamo diventati, se ci piace, se ci rende fieri… o se preferiremo diventare qualcos’altro perchè, per un’allenatore come me, non è mai troppo tardi.

Uno degli esercizi di riflessione e consapevolezza che preferisco è quello consistente nel rispondere ad una semplicissima domanda:

— il bambino che eri… sarebbe orgoglioso dell’adulto che sei diventato? Da bambino, cosa pensavi che saresti diventato da grande, come mestiere, come personalità, come stato di famiglia, cosa pensavi saresti diventato all’età che hai oggi?
— Cosa sognavi? Cosa pensavi che avresti fatto come facevano i tuoi genitori, cosa pensavi che avresti fatto in modo diverso? Ci sei riuscito o riuscita?
— Sei andato sempre dritto o a qualche punto hai smarrito la strada per fare quello che dovevi?

Molte di queste cose non le possiamo cambiare facilmente, altre non le possiamo cambiare in fretta, altre ancora non le possiamo nemmeno cambiare… ma ci sono tante che possiamo cambiare, soprattutto quelle che dipendono dalla personalità. Perchè la personalità abbiamo visto che si costruisce per stratificazione di abitudini per difenderci dal mondo e spesso è legata al passato… ma possiamo aggiornarla, possiamo smettere di essere come siamo diventati, se non ci piace.

Cosa ne pensate? Vi ho incuriositi? Spero di si… se vi va di partecipare, vi aspetto!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La sconfitta è uno stato mentale: nessuno viene mai sconfitto, a meno che non abbia accettato la sconfitta come una realtà.

 

come e quando cambiare?

Ieri all’evento di facciamo pace, abbiamo parlato, come promesso di cambiamento, di quando e come cambiare, nel modo più semplice ed efficace, che è allenandoci poco a poco, dividendo il problema in piccoli problemi e attaccandoli uno ad uno, con un processo continuo che ci renderà sempre più capaci.

non ti preoccupare

Una delle cose che molte volte fraintendiamo è il bisogno e l’utilità della preoccupazione, spesso mi capita di dire a qualcuno di preoccuparsi meno e mi risponde che non è possibile, che deve preoccuparsi, che se non si preoccupasse sarebbe senza cuore. Invece, il cuore non si preoccupa, non capisce niente di futuro e di passato.

l’alieno curioso

Dicono che un giorno un alieno atterrò con la sua astronave sulla Terra. Era un ricercatore, un eterno studente che amava viaggiare nello spazio alla ricerca di altre forme d’intelligenza con cui confrontarsi per ampliare le sue capacità e possibilità. Una volta aperto il portello, si trovò davanti edifici in rovina, strade dissestate, esseri umani intenti a chiedere l’elemosina.

Reinventa Te Stesso (2009)

Un altro libro molto interessante parlando di cambiare è il meraviglioso Reinventa te stesso, di Steve Chandler, che ci spiega come possiamo cambiare quello che siamo, in qualsiasi momento, se non ci piace quello che siamo diventati, perchè non siamo oggetti ma persone in divenire…

se ti ho incuriosito...