diventare qualcuno

16 May 18

Come dicevamo, durante questo mese di maggio a facciamo pace stiamo parlando di cambiare, di cambiamento, di come, quando e perchè cambiare, al prossimo incontro parleremo di cosa siamo diventati, se ci piace, se ci rende fieri… o se preferiremo diventare qualcos’altro perchè, per un’allenatore come me, non è mai troppo tardi.

Uno degli esercizi di riflessione e consapevolezza che preferisco è quello consistente nel rispondere ad una semplicissima domanda:

— il bambino che eri… sarebbe orgoglioso dell’adulto che sei diventato? Da bambino, cosa pensavi che saresti diventato da grande, come mestiere, come personalità, come stato di famiglia, cosa pensavi saresti diventato all’età che hai oggi?
— Cosa sognavi? Cosa pensavi che avresti fatto come facevano i tuoi genitori, cosa pensavi che avresti fatto in modo diverso? Ci sei riuscito o riuscita?
— Sei andato sempre dritto o a qualche punto hai smarrito la strada per fare quello che dovevi?

Molte di queste cose non le possiamo cambiare facilmente, altre non le possiamo cambiare in fretta, altre ancora non le possiamo nemmeno cambiare… ma ci sono tante che possiamo cambiare, soprattutto quelle che dipendono dalla personalità. Perchè la personalità abbiamo visto che si costruisce per stratificazione di abitudini per difenderci dal mondo e spesso è legata al passato… ma possiamo aggiornarla, possiamo smettere di essere come siamo diventati, se non ci piace.

Cosa ne pensate? Vi ho incuriositi? Spero di si… se vi va di partecipare, vi aspetto!

0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. giochi, problemi, avventure ⋆ Amor Ben, ottimizzatrice... - […] un mese rifflettendo sul cambiamento, sul quando, come, e perchè cambiare, a giugno cercheremo di concretare un po’ di…

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Per assurdo, meno ti soffermi sull’obiettivo finale e più presto ci arriverai. Se tieni un occhio sempre fisso sulla destinazione, te ne rimane solamente uno per guidarti lungo il viaggio.

 

giustizia divina

giustizia divina

giustizia divina

23 May 22

Dicono che c’era una un gruppo di ragazzi molto poveri che, mentre giocava, trovò un sacchettino molto carino con ventisei bacche rosse. Siccome loro erano cinque e la divisione non era esatta, andarono a chiedere alla donna più anziana del villaggio aiuto per dividerle equamente.

La famiglia ideale (2021)

La famiglia ideale (2021)

Questa settimana ho visto un altro film spagnolo su Netflix, La famiglia ideale, con altri due attori spagnoli che adoro, Belén Rueda e Jose Coronado, nei panni di due persone molto diverse che, conoscendosi finiranno per scombinare molte vite.

idealizzare

idealizzare

L’altro giorno stavo parlando con alcune amiche dei problemi di tutti i giorni, ognuna parlava delle cose che faceva fatica a gestire e, quando anche io ho raccontato qualcosa mi hanno guardata malissimo, perchè pensavano che, siccome aiuto le persone a risolvere problemi, io non ne avessi.

l’inventore del fuoco

l’inventore del fuoco

Dicono che c’era una volta un uomo che, dopo lunghi anni di lavoro, un inventore scopri l’arte di accendere il fuoco. Pensò di portare con sé i suoi attrezzi nelle regioni del nord in cui la neve e il freddo rendevano la vita difficile, per insegnare alle tribù che ci abitavano quell’arte e i suoi vantaggi.