da dove cominciamo?

Spesso, parlando di sviluppo personale e dell’importanza delle parole ci si trova la frase (atribuita maggiormente a Gandhi) “Bada ai tuoi pensieri perche diventeranno le tue parole. Bada alle tue parole perche diventeranno le tue azioni. Bada alle tue azioni perche diventeranno le tue abitudini. Bada alle tue abitudini perche diventeranno il tuo carattere. Bada al tuo carattere perche diventerà il tuo destino.” Per come la vedo io è ancora “ottimizzabile” e in questo post vi spiegherò in che senso e, soprattutto, come farlo.

Allora, prima cosa, secondo me manca un aspetto, le “credenze” alla base della scala. Perchè non siamo del tutto liberi di avere i pensieri che vogliamo. A volte abbiamo dei pensieri che non vorremmo, ognuno di questi è come una spia, una lucina che si accende per farci notare che abbiamo una credenza sottostante. E di conseguenza tutto il resto.

pensieri -> parole -> azioni -> abitudini -> carattere -> destino
credenze

E, comunque, non credo sia del tutto una scala, per anni l’ho rappresentata come un cerchio attorno a noi ma ultimamente credo sia più come una zuppa in cui ribollono tutti questi aspetti insieme e, a seconda di cosa tiriamo su col mestolo, possiamo vedere e analizzare uno o l’altro ma un cambiamento fatto in ognuno cambia (il gusto di) tutto…

La buona notizia è che in questo modo possiamo iniziare da quello che vogliamo, dai pensieri, dalle parole, dalle azioni, dalle abitudini, dal carattere, o dalle credenze… e avere dei cambiamenti nel destino, che in realtà non è altro che il futuro, che arriva ogni giorno

Cosa ne pensate? Avete delle situazioni che vorreste cambiare ma non sapete come? Se si, raccontatemi, forse posso darvi una mano!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ma cosa facciamo, in genere, quando abbiamo un sentimento negativo? "È colpa sua. Deve cambiare". No! Il mondo è a posto. Chi deve cambiare siete voi.

 

non dovevi

Una di quelle frasi che molti ripetono per “educazione” senza pensare bene cosa vuol dire, cosa stanno dicendo in realtà è “non dovevi”. Tipo quando ricevono un regalo, un favore, una spiegazione. Oggi vorrei riflettere un secondo su quanto possa essere distruttiva questa frase.

Anatomia della Coppia (2015)

In questi giorni ho letto il libro di Erica Francesca Poli, Anatomia della Coppia, I sette principi dell’amore. Un compendio di tante cose, con tanti spunti interessanti, dalla spiritualità alle neuroscenze e tante fonti, alcuni che conoscevo e altre che ho scoperto grazie a lei.

Replicas (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film fantascientifico americano, con il grandioso Keanu Reeves, (che ricordiamo per il ruolo di Neo in Matrix): Replicas. Un film che riprende uno degli argomenti più classici, quello della non accettazione della morte, e del desiderio di risurrezione degli esseri che amiamo.