cosa vuoi cambiare?

09 May 18

I eri all’evento di facciamo pace, abbiamo parlato, come promesso di cambiamento e di efficienza ma anche di soddisfazioni, anche di quali cose ci darebbe più soddisfazioni cambiare, di quali cambiamenti ci renderebbero più felici, sereni e ci farebbero sentire più forti e capaci.

Abbiamo già detto più volte che non è tanto importante quello che facciamo quanto come le facciamo, quello che sentiamo mentre lo facciamo, l’energia o la motivazione con cui facciamo le cose. Ci sono sempre due motivazioni originarie, la paura e l’amore, che si trasformano in altretante emozioni e pensieri. Dietro al senso del dovere e al bisogno di denaro o approvazione si nasconde la paura, dietro alla gioia, alla felicità e alla serenità si nasconde l’amore.

E ogni volta che facciamo qualcosa, a seconda dell’energia che ci mettiamo dentro, il nostro genio ingenuo ci manda più situazioni e persone che ci danno quell’energia. Perciò dobbiamo stare attenti alle cose che facciamo, e capire se le facciamo perchè dobbiamo o perchè lo scegliamo noi. Perchè tutto quello che facciamo perchè dobbiamo ci fa sentire più impotenti e piccoli e quello che facciamo perchè lo scegliamo noi, ci fa sentire più grandi, potenti e capaci.

Perciò abbiamo parlato di come fare per diminuire le cose che facciamo perchè dobbiamo. Per prima cosa dobbiamo scrivere un elenco di tutte le cose che facciamo perchè dobbiamo: tutte le cose che facciamo per dovere, legate ad un nostro ruolo, caratteristica o capacità, per denaro, cose che facciamo per avere l’approvazione degli altri in generale, o di qualcuno in particolare, per evitare una punizione, o la vergogna o il senso di colpa… ci tolgono energie.

Una volta fatta la lista, pero ogni voce dobbiamo capire se possiamo smettere di farlo o, in caso contrario, se possiamo farlo con una energia diversa. Per esempio, nella lista potrebbe esserci portare i figli a scuola, è un’attività che i genitori “devono” fare e che toglie tempo alla propria preparazione e inizio giornata. Posso trovare qualcun’altro che lo faccia, persino pagando, tipo una baby sitter, o posso farla con un energia diversa, approfittare per creare un legame più saldo con loro… ecc.

O potrebbe esserci qualche aspetto legato al lavoro, un lavoro che non ci piace, o un orario, o un capo, o dei colleghi che ci mettono in difficoltà perchè hanno modi di fare molto diversi dei nostri e le nostre credenze o giudizi nei loro o nei nostri confronti continuano ad urlarci di smettere. Anche in questo caso, la proposta è sempre la stessa, trovare il modo di smettere di metterci in quelle situazioni o cambiare l’energia dei pensieri che abbiamo mentre siamo dentro.

Cosa ne pensate? C’eravate all’incontro? Qualcosa da aggiungere?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Quando due persone s’incontrano, e una sta a testa in giù, non è così semplice stabilire chi dei due sta nel verso giusto.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

giustizia divina

giustizia divina

giustizia divina

23 May 22

Dicono che c’era una un gruppo di ragazzi molto poveri che, mentre giocava, trovò un sacchettino molto carino con ventisei bacche rosse. Siccome loro erano cinque e la divisione non era esatta, andarono a chiedere alla donna più anziana del villaggio aiuto per dividerle equamente.

La famiglia ideale (2021)

La famiglia ideale (2021)

Questa settimana ho visto un altro film spagnolo su Netflix, La famiglia ideale, con altri due attori spagnoli che adoro, Belén Rueda e Jose Coronado, nei panni di due persone molto diverse che, conoscendosi finiranno per scombinare molte vite.

idealizzare

idealizzare

L’altro giorno stavo parlando con alcune amiche dei problemi di tutti i giorni, ognuna parlava delle cose che faceva fatica a gestire e, quando anche io ho raccontato qualcosa mi hanno guardata malissimo, perchè pensavano che, siccome aiuto le persone a risolvere problemi, io non ne avessi.

l’inventore del fuoco

l’inventore del fuoco

Dicono che c’era una volta un uomo che, dopo lunghi anni di lavoro, un inventore scopri l’arte di accendere il fuoco. Pensò di portare con sé i suoi attrezzi nelle regioni del nord in cui la neve e il freddo rendevano la vita difficile, per insegnare alle tribù che ci abitavano quell’arte e i suoi vantaggi.

Resetta la tua mente (2022)

Resetta la tua mente (2022)

Questa settimana voglio parlarvi del libro Resetta la tua mente: scopri di cosa sei capace, di Mario Alonso Puig, una bellissima spiegazione del funzionamento della nostra mente, del nostro cervello, dei nostri sensi e dei collegamenti e conflitti che possono crearsi fra loro.