Con Te e Senza di Te (2005)

In questi giorni mi sono accorta che non vi ho mai parlato di un libro di Osho, e ho pensato di iniziare con Con Te e Senza di Te, un libro che parla di uomini e donne, di relazioni, e dell’amore, o di quello che intendiamo per amore che non sempre è lo stesso.

Con quel modo di parlare che lo contraddistingue, sempre con il cuore e di smontare tutto quello che ha costruito la mente, in questo libro Osho ci parla dell’amore come lo conosciamo, un amore che ha delle radici soprattutto nella cultura griega, molto razionale e amante soprattutto della conoscenza e dell’amore come lo intendono in India, molto più spirituale.

Inizia parlando dell’amore per se stessi, perchè, secondo lui e tanti prima di lui (come per esempio il buddha, ma anche Gesù, anche se lui non lo dice) per amare veramente qualcun’altro bisogna amare se stessi.

Poi parla delle differenze fra l’amore carenza e l’amore maturo. E spiega come la nostra società, la famiglia, la scuola, la tv… ci vogliano sempre in una fase inmatura di amore, quella che lui chiama amore “carenza” in cui cerchiamo qualcuno che ci dia l’amore che non riusciamo a creare da soli.

Invece, esiste un’altro tipo di amore, quello maturo, che vuole solo dare, condividere, perchè trabocca di amore, verso se stessi, verso gli altri e verso tutto il mondo. Ma, per poterlo conoscere dobbiamo cambiare maestri, cambiare modelli, cambiare scuola. Smettere di ascoltare alcune voci ed iniziare ad ascoltare altre.

L’amore vero, quello che propone lui, è quello che ci fa diventare imperatori e non mendicanti. L’amore vero arriva quando abbiamo coltivato il nostro orticello, il nostro cuore, e nasce da dentro per essere donato. E quando doni amore vero, ti viene ridonato dalla vita.

L’avete letto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Una risposta è il tratto di strada che ti sei lasciato alle spalle. Solo una domanda può puntare oltre.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tra un mese è Natale e, siccome io amo il Natale ho iniziato a guardarmi i film di Natale di quest’anno con un film Brasiliano, Tutto normale il prossimo Natale, un film sullo spirito del Natale, particolare, che ha incantato persino me che non amo la comicità brasiliana.

l’ordine delle cose

l’ordine delle cose

Dicono che c’era una volta un uomo molto saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio e parole di conforto per ogni occassione. Dicono che una volta uno dei signori più ricchi del luogo gli chiese una frase importante per conmemorare la nascita del suo primo nipote.

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

Questa settimana, ho letto un’altro libro di Florence Scovel Shinn, questa volta ho letto La tua parola è una bacchetta magica, un po’ come il gioco della vita, un compendio di rifflessioni, affermazioni e storie sulla legge di attrazione e il New Thought.