Come Parlare Perché i Ragazzi ti Ascoltino (2005)

Dopo il libro su come parlare con i bambini mi sono letta anche un’altro libro di  Adele Faber ed Elaine Mazlish, Come Parlare Perché i Ragazzi ti Ascoltino & Come Ascoltare Perché ti Parlino, dedicato alle problematiche con i ragazzi adolescenti, più grandi, più forti e più soggetti a rischi dovuti alla loro maggiore autonomia.

Oltre alle interviste con i genitori hanno tenuto anche delle riunioni con i loro figli adolescenti per migliorare la loro proposta per  comunicare con loro e soluzionare i conflitti e i problemi.

Questo libro che ha tutti i numeri per diventare anche lui un classico della pedagogia,  vi aiuterà a comprendere meglio:

  • il senso delle punizioni, o meglio, il non senso, ricordando come ci sentivamo noi quando avevamo la loro età e i nostri genitori ci punivano spesso senza molti mezzi termini;
  • come fare rispettare gli orari, come fare capire ai ragazzi le nostre emozioni legate ai ritardi e anche le nostre debolezze e insicurezze che più spesso possono migliorare il legame che rovinarlo;
  • i pericoli delle «cattive compagnie», che potrebbero portarli per strade diverse di quelle per cui vorremmo che andassero, ma lo faranno più velocemente se li facciamo sentire soli e incompresi;
  • l’uso di fumo, alcol, droghe, che potrebbero essere solo una curiosità passeggera se non insistiamo nelle proibizioni e condividiamo le nostre esperienze e ricordi con loro;
  • i sentimenti e il sesso, che sono delle novità per loro e che potranno scoprire più serenamente se sanno di poter parlare con noi, creando con loro una comunicazione leggera e non giudicante, senza grossi discorsi o sermoni;
  • i pericoli di Internet, che è un mondo nuovo che non esisteva quando noi avevamo la loro età, e che possiamo scoprire insieme a loro solo se creiamo il giusto clima di rispetto e collaborazione.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se prendete la vostra felicità e la mettete nelle mani di un'altra persona, prima o poi quella persona la distruggerà.

 

Il Ritorno di Mary Poppins (2018)

Anche oggi, voglio parlare di immaginazione con Il Ritorno di Mary Poppins, molto particolare perchè è un musical e anche un mix di animazione e attori. Diciamo che a me piacciono tutti i generi, ma ve ne voglio parlare perchè credo che tutti abbiamo bisogno di questo tipo di messaggi… E, come cantano a metà film “non dovremmo giudicare un libro dalla copertina” nè un film dal suo genere.

di eroi e di battaglie

Oggi voglio farvi il primo aggiornamento sul progetto degli eroi, come dicevo, nel laboratorio stiamo ripercorrendo una versione adattata di quello che si chiama il viaggio dell’eroe. Un viaggio di crescita personale, fatto da riflessioni e cambiamenti interiori in risposta a sfide e cambiamenti esteriori.

corpo, mente e spirito

Ieri stavo riflettendo alla ricerca di una nuova metafora per rappresentare la nostra tripla natura, come corpo, mente e spirito, un po’ ispirata dai libri che sto leggendo e preparando ma anche dai discordi con alcune persone molto scettiche, e mi sono ricordata i disegni delle isole che avevo fatto per parlare di ponti e di tunnel.

come si perde la vita

Dicono che c’era una volta un bambino che viveva con i nonni perchè i genitori erano morti quando era molto piccolo. I nonni erano anziani ma arzilli e non gli fecero mai mancare nulla. Cresceva felice e sereno finchè un giorno venne a mancare anche la nonna.