coerenza e responsabilità

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Parleremo di responsabilità, come previsto l’ultima volta, e di coerenza. Perchè anche la coerenza è un concetto che spesso viene malinteso e “pilottato” per tagliarci le ali e tenerci fermi e sotto controllo…

La coerenza, in teoria, è quando quel che si fa e quel che si dice sono in sintonia. Ma questo non vuol dire che non possiamo cambiare idea. Questo concetto rappresenta la coerenza più superficiale. In realtà si può cambiare idea, strada, atteggiamento, senza perdere la coerenza e in maniera responsabile.

La prima coerenza deve essere quella profonda, quella dei valori che  ispirano sia quello che diciamo che quello che facciamo. Quando decidiamo di cambiare qualcosa, quando decidiamo di rinunciare a qualcosa o di cercare qualcosa di nuovo, per essere coerenti dobbiamo mantenerci fedeli ai nostri valori.

Molti ci chiederanno di essere fedeli ai loro valori, o ancora peggio, a dei valori “generali” che sono validi per tutti, ma in quei valori è facile perdersi. Perchè i valori del gruppo sono così “ideali” che a volte non sono appliccabili alla realtà.

In questo incontro parleremo dei nostri valori e delle nostre responsabilità, vedremo se ci sentiamo coerenti o se c’è qualcosa che “sembra” portarci all’incoerenza. E, chiaramente, vedremo come possiamo migliorare la nostra sensazione di coerenza perchè è una delle componenti della felicità che cerchiamo.

E, come promesso, prima ripasseremo i contenuti degli ultimi incontri, controlleremo i risultati ed eventuali difficoltà di chi abbia provato a mettere in moto la ruota e la torta e le eventuali domande e perplessità di chi non sia riuscito…

Cosa ne pensate? Vi ho incuriositi? Venite e continueremo il discorso…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È più sicuro cercare nel labirinto che rimanere in una situazione senza formaggio

 

come ti racconti?

come ti racconti?

Ieri all’incontro di facciamo pace, come promesso, abbiamo iniziato a parlare delle differenze fra pensare, credere, sapere, capire, comprendere e giudicare. Tutte attività che fa la nostra mente e a cui dobbiamo imparare a riconoscere per non cadere nelle sue trappole.

fare l’amore

fare l’amore

Se chiediamo a qualsiasi adulto “normale” se fare l’amore è fra le sue attività preferite è difficile che avremo una risposta negativa. Si sa, è qualcosa di benefico per il corpo, per la mente e persino per lo spirito. Ma, quello che non tutti sanno è che si può fare l’amoremolto più spesso di quanto credono.

amore paterno

amore paterno

Dicono che c’era una volta, una direttrice che, alla riunione dei genitori della scuola, sottolineava l’importanza del sostegno che i genitori devono dare ai figli. Parlava di tempo di qualità, di fare cose insieme e di accumulare esperienze e ricordi.

Tienilo acceso (2018)

Tienilo acceso (2018)

Questa settimana voglio parlarvi di un’altro libro di linguistica di Vera Gheno: Tienilo acceso, dedicato a Internet e i social, in cui ci spiega con una semplicità meravigliosa cosa vuol dire e come gestire al meglio la nostra immagine online.