non dovevi

Una di quelle frasi che molti ripetono per “educazione” senza pensare bene cosa vuol dire, cosa stanno dicendo in realtà è “non dovevi”. Tipo quando ricevono un regalo, un favore, una spiegazione. Oggi vorrei riflettere un secondo su quanto possa essere distruttiva questa frase.

il pesciolino e l’oceano

Dicono che c’era un pesciolino curioso che aveva sentito parlare dell’oceano e aveva deciso che voleva sapere com’era fatto, dov’era e come arrivarci.

Anatomia della Coppia (2015)

In questi giorni ho letto il libro di Erica Francesca Poli, Anatomia della Coppia, I sette principi dell’amore. Un compendio di tante cose, con tanti spunti interessanti, dalla spiritualità alle neuroscenze e tante fonti, alcuni che conoscevo e altre che ho scoperto grazie a lei.

Replicas (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film fantascientifico americano, con il grandioso Keanu Reeves, (che ricordiamo per il ruolo di Neo in Matrix): Replicas. Un film che riprende uno degli argomenti più classici, quello della non accettazione della morte, e del desiderio di risurrezione degli esseri che amiamo.

qualcosa di meglio da fare

Ieri, all’evento di facciamo pace abbiamo parlato dell’aria come promesso la settimana scorsa, e anche di altri aspetti di consapevolezza e responsabilità come la presa di coscenza sulle cose che facciamo e che lasciamo “da fare”, sulle priorità che mostriamo.

troppo difficile

Viviamo in un mondo in cui c’è una tale adorazione e ricerca della facilità che spesso perdiamo delle opportunità perchè le consideriamo troppo difficili, dimenticando che la difficoltà più grande è quella che deriva dal nostro atteggiamento e dalla mancanza di allenamento.

i due porcospini

Dicono che c’erano, in una una notte buia e fredda, due porcospini che cercavano in tutti i modi di scaldarsi. Avvicinandosi l’uno all’altro scoprirono involontariamente che il freddo si attenuava, si faceva meno pungente. Ma nell’avvicinarsi sempre di più finirono per pungersi a vicenda.

Felix al Salone Internazionale del libro 2019

Oggi finalmente mi sono decisa a regalarvi i primi due capitoli del mio libro, così conoscerete Felix, vedrete come inizia la sua storia, vedere se vi incuriosisce, e se vi ispira… sperando, chiaramente, che vi piaccia leggerlo quanto a me è piacciuto scriverlo.

Una bugia Di Troppo (2012)

Questa settimana, voglio parlarvi di un’altro film americano sul parlare, sulla verità e le bugie, ma soprattutto sulle parole di troppo, sul parlare a vanvera: Una bugia di troppo. Con uno spassoso Eddie Murphy e una dolcissima Kerry Washington. Un film che racconta la storia di agente letterario abituato ad usare la sua parlantina per concludere qualunque affare.

bisogno di aria

Martedì prossimo, all’evento di facciamo pace parleremo di un nuovo acronimo che mi è venuto in mente la settimana scorsa parlando con una amica di come cambiare le nostre parole per cambiare il nostro mondo, il nostro universo, le nostre potenzialità.

dolore e sofferenza

Uno degli argomenti ricorrenti nelle conversazioni sul coaching e sul nostro potere sulla nostra vita è la differenza fra dolore e sofferenza. Nel linguaggio comune sono due parole spesso interscambiabili, perchè in superficie sono molto simili, ma appena andiamo un po’ in profondità vediamo che sono due cose completamente diverse.

ti voglio tanto bene

Dicono che c’era una volta una bambina molto dolce che aveva un cagnolino che adorava. L’avevano preso che era appena nato, ed era cresciuto insieme a lei e al suo fratellino piccolo. Si occupava lei di dargli da mangiare, lo portava a passeggio, e accompagnava suo papà quando doveva portarlo dal veterinario.

supercibo (2013)

Oggi voglio parlarvi di un’altro libro di Deepak Chopra, di nuovo uno dei best seller più famosi del suo genere, Le Sette Leggi Spirituali del Successo, ci parla dei sette principi naturali che regolano l’universo, e ci da delle indicazioni pratiche per sfruttarle a nostro favore.

Il primo dei bugiardi (2009)

Questa settimana, voglio parlarvi di un’altro film americano sull’adolescenza, che ho voluto vedere perchè una delle mie figlie è in quell’età, ma che poi, mi ha veramente commossa, Eigth Grade. Scritto e diretto da Bo Burnham e protagonizzato da Elsie Fisher. Un film che racconta la storia di una bambina normalissima, che cerca di sopravvivere all’età più difficile, in un momento come quello attuale, in cui tutto è ancora più difficile per via di Internet e degli onnipresenti smartphones.

piangere e piagnucolare

Ieri, all’evento di facciamo pace abbiamo parlato di distrazioni, di disattenzioni e di concentrazione e attenzione, ma soprattutto, come spesso accade, abbiamo finito per parlare di responsabilità e della differenza fra piangere e piagnucolare.

armi di distrazione di massa

Negli incontri con i ragazzi del progetto degli eroi abbiamo parlato del loro bisogno di distrazioni, di divertimenti, di cosa nasconde e cosa comporta, ma soprattutto di quanto ci conviene lasciare che questi “bisogni” controllino la nostra vita e le nostre scelte.

il fidanzato cieco

Dicono che c’era un uomo che aveva un figlio che era nato cieco. All’inizio era andato da molti dottori ma, quando gli avevano detto che i suoi occhi non avrebbero mai visto, aveva accettato la sfida e gli aveva insegnato a vedere le cose con il cuore. Ma sentiva di doverlo proteggere, in fondo, più che dalle cose, dalle persone che a volte non erano facili.

La Dieta Paradossale (2007)

La settimana scorsa, pensando alle feste di Pasqua, in cui si mangia tanto, mi sono letta La Dieta Paradossale, di Giorgio Nardone, in cui spiega come sciogliere i blocchi psicologici che ci impediscono di dimagrire e mantenerci in forma; e ho scoperto che molte delle cose che dice le avevo già intuito e messo in pratica l’ultima volta che mi sono messa a dieta da sola.

Eigth Grade (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un’altro film americano sull’adolescenza, che ho voluto vedere perchè una delle mie figlie è in quell’età, ma che poi, mi ha veramente commossa, Eigth Grade. Scritto e diretto da Bo Burnham e protagonizzato da Elsie Fisher. Un film che racconta la storia di una bambina normalissima, che cerca di sopravvivere all’età più difficile, in un momento come quello attuale, in cui tutto è ancora più difficile per via di Internet e degli onnipresenti smartphones.

consapevolezza

Dopo il weekend a parlare del significato delle parole ho pensato che sarebbe importante dedicare un post e parlare al prossimo evento di facciamo pace alla parola che probabilmente uso di più nei miei discorsi come coach: consapevolezza. Secondo wikipedia sarebbe la cognizione o coscienza di qualcosa, ed etimologicamente viene da sapere insieme ad altri.

volere e desiderare

Dopo il weekend con Igor Sibaldi, a parlare degli effetti che hanno su di noi le parole che usiamo, di etimologia, di connotazioni, di concetti transnazionali, e persino di come riscrivere il proprio passato e il proprio futuro… voglio condividere con voi una riflessione sul desiderio e la voglia.

un palazzo pieno

Dicono che c’era una volta un re che stava morendo. Aveva tre figli, tutti molto saggi, anche se con caratteri molto diversi. L’uomo era preoccupato di chi scegliere come successore. Avevano più o meno la stessa età, quindi l’età non poteva essere il fattore decisivo ed erano tutti e tre belli, in salute, intelligenti. Era quasi impossibile decidere, quindi chiese aiuto a un suo anziano consigliere.

Al di Là del Deserto (2017)

P er prepararmi al seminario organizzato con Igor Sibaldi da Tlon a Pasqua, mi sono letto tutto d’un fiato Al di Là del Deserto, un libro meraviglioso come tutti quelli che ha scritto, ma particolarmente per me, visto che parla di parole, la mia passione, e di come queste abbiano il potere di creare o distruggere la maggior parte dei nostri limiti.

Il Ritorno di Mary Poppins (2018)

Anche oggi, voglio parlare di immaginazione con Il Ritorno di Mary Poppins, molto particolare perchè è un musical e anche un mix di animazione e attori. Diciamo che a me piacciono tutti i generi, ma ve ne voglio parlare perchè credo che tutti abbiamo bisogno di questo tipo di messaggi… E, come cantano a metà film “non dovremmo giudicare un libro dalla copertina” nè un film dal suo genere.

di eroi e di battaglie

Oggi voglio farvi il primo aggiornamento sul progetto degli eroi, come dicevo, nel laboratorio stiamo ripercorrendo una versione adattata di quello che si chiama il viaggio dell’eroe. Un viaggio di crescita personale, fatto da riflessioni e cambiamenti interiori in risposta a sfide e cambiamenti esteriori.

corpo, mente e spirito

Ieri stavo riflettendo alla ricerca di una nuova metafora per rappresentare la nostra tripla natura, come corpo, mente e spirito, un po’ ispirata dai libri che sto leggendo e preparando ma anche dai discordi con alcune persone molto scettiche, e mi sono ricordata i disegni delle isole che avevo fatto per parlare di ponti e di tunnel.

come si perde la vita

Dicono che c’era una volta un bambino che viveva con i nonni perchè i genitori erano morti quando era molto piccolo. I nonni erano anziani ma arzilli e non gli fecero mai mancare nulla. Cresceva felice e sereno finchè un giorno venne a mancare anche la nonna.

Come Parlare Perché i Ragazzi ti Ascoltino (2005)

Dopo quello dei bambini mi sono letta anche un’altro libro di Adele Faber ed Elaine Mazlish, Come Parlare Perché i Ragazzi ti Ascoltino & Come Ascoltare Perché ti Parlino, dedicato alle problematiche con i ragazzi adolescenti, più grandi, più caparbi e più soggetti a rischi incontrollabili dalla la loro maggiore autonomia.

Unicorn Store (2017)

Qnuesta settimana, voglio parlarvi di un film molto un po’ particolare: Unicorn Store, con una simpaticissima Brie Larson sia come regista che come protagonista insieme al fantastico Samuel L. Jackson. Un film sulla fantasia, sull’unicità e sugli sforzi che facciamo tutti per sembrare “normali”.

questione di fiducia

La settimana prossima, all’evento di facciamo pace, parleremo di come gestisce la bestia l’argomento fiducia e di come costruire ognuno di noi una fiducia da bestia. Una fiducia in se stessi a prova di bombe, con i pensieri giusti, le parole giuste, le azioni giuste e creando le abitudini giuste.

parliamo di fiducia

Oggi voglio parlarvi di un’altro argomento che credo sia sopravaluttato: la fiducia. Ci sono decine di articoli su riviste e blog, libri, film, telefilm e altre informazioni su come capire quando una persona sta mentendo, su come leggere il suo linguaggio metaverbale e non verbale per vedere se possiamo fidarci o meno.

la parte più importante del corpo

Dicono che c’era una mamma che, vedendo sua figlia pensosa e triste, le chiese, secondo lei, quale fosse la parte più importante del corpo. La parte del corpo dove si potesse trovare la felicità. Sembrava volesse solo distrarla ma, siccome ne aveva bisogno, la ragazzina decise di provare a rispondere.

Partire dal perchè (2009)

In questi giorni ho letto il mio secondo libro di Simon Sinek, e l’ho adorato come avevo adorato il primo. Si chiama Partire dal Perché, e ci spiega come tutti i grandi leader sanno ispirare collaboratori e clienti, non per quello che fanno, non per come lo fanno, ma perchè trasmettono chiaramente un perchè coerente e questo messaggio ci arriva più forte.

L’uomo che piantava gli alberi

Questa settimana, voglio parlarvi di un piccolo film di sola mezz’oretta che vinse l’orscar al miglior cortometraggio nel 1987: L’uomo che piantava gli alberi, una animazione meravigliosa del omonimo libro di Jean Giono, che sarebbe da rivedersi ogni tanto.

chi ti ha fatto male?

Una delle bugie più importanti è proprio questa: qualcuno ti ha fatto male, anche solo qualcuno può farti male. Questa credenza si insinua nel passaggio dalle sensazioni ai sentimenti. Vi racconto come la vedo io:

sensazione e sentimento

Una delle più grandi soddisfazioni che mi da questo lavoro è quando in famiglia (sia le mie figlie che i miei genitori) mi chiedono di ripetere qualche concetto. Da un lato perchè vuol dire che mi stavano ascoltando, dicendo cose così diverse da quelle che dicono i mainstream spesso fanno facce strane, ma soprattutto perchè hanno continuato a pensarci dopo. E questo è proprio il mio obiettivo.

la fiducia persa

Dicono che c’erano una volta la fiducia, il fuoco e l’acqua che facevano una passeggiata nella foresta. Si tenevano per mano perchè la foresta era troppo fitta e diventava sempre più buia.

Vocabolario – Le Parole dei Mondi Più Grandi (2014)

Ogni tanto leggo un libro di Igor Sibaldi per mantenermi allenata. L'ultimo che ho letto è stato il  Vocabolario - Le Parole dei Mondi Più Grandi, un libro meraviglioso come tutti quelli che ha scritto, ma particolarmente per me, visto che parla di parole, la mia...

Heathers (1988)

Questa settimana, voglio parlarvi di una di quelle storie che fanno riflettere su argomenti : Heathers, schegge di follia, un film che mi era passato inosservato all’epoca ma ho visto perchè Netflix ha fatto una nuova versione in modalità telefilm. Nell’originale c’erano dei giovanissimi Winona Ryder, Christian Slater, e Shannen Doherty.

il viaggio dell’eroe

Oggi voglio farvi il primo aggiornamento sul progetto degli eroi, come dicevo, nel laboratorio stiamo ripercorrendo una versione adattata di quello che si chiama il viaggio dell’eroe. Un viaggio di crescita personale, fatto da riflessioni e cambiamenti interiori in risposta a sfide e cambiamenti esteriori.

Ricordi

Mercoledì mi è capitato di condividere con un carissimo amico un mio ricordo di una situazione che aveva coinvolto entrambi 25 anni fa. Chiaramente, a lui questo ricordo è arrivato come un racconto che gli era completamente nuovo. Si è scusato dicendo che la sua memoria è come un mucchio di post it che cadono spesso, ma c’è un’altra spiegazione molto semplice.

quel che conta davvero

Dicono che una volta c’era un uomo che morì e appena varcata la soglia dell’aldilà vide Dio che gli veniva incontro. Aveva un grandissimo sorriso e portava una valigia che l’uomo sentì c’entrava qualcosa con lui, anche se non avrebbe saputo dire cosa. Dio, senza smettere di sorridere disse: <>

Come Parlare Perché i Bambini ti Ascoltino (1980)

In questi giorni ho letto il libro di Adele Faber ed Elaine Mazlish esperte in comunicazione intergenerazionale, Come Parlare Perché i Bambini ti Ascoltino & Come Ascoltare Perché ti Parlino, secondo le autrici, La Bibbia dei genitori, scritta dopo gli incontri che hanno fatto per molto tempo con genitori sulla comunicazione efficace con i loro figli.

Puzzle (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film molto carino, Puzzle, un film nuovissimo, con tre attori spettacolari, Kelly Macdonald, Irrfan Khan, e David Denman, che raccontano una storia sulla vita che a volte può diventare routine senza che ci accorgiamo e rischia di implodere quando ci rendiamo conto.

l’ora della bestia

Ieri all’incontro di facciamo pace, qualcuno mi ha chiesto perchè questo periodo stiamo lavorando con questo “titolo” della bestia, e a cosa ci riferiamo quando parliamo della bestia e abbiamo spiegato bene in dettaglio cosa intendo quando parlo di questa parte di noi.

fare polemica

La settimana scorsa si è sentito molto parlare di clima, di ambiente, di futuro, di bambini e di proteste per sensibilizzare i potenti, i governanti, e anche i votanti che, in teoria, li scelgono. Ci sono stati venerdì manifestazioni in tutto il mondo, anche in Italia, ma adesso bisogna vedere se cambiano qualcosa.

Hotei, il Buddha che ride

Dicono che una volta c’era un monaco buddista che cacciava di serpenti, ma dopo averli catturati toglieva loro il veleno per evitare che mordessero i passanti e poi li liberava, e per la sua bontà ottenne l’illuminazione spirituale. Aveva un grande sorriso e una grande pancia, che si crede contenesse una grandissima anima.

Felix e il segreto delle chiavi magiche (2019)

Finalmente posso darvi una notizia che aspettavamo da anni, è uscito, è pronto, è disponibile per essere acquistato e letto, Felix e il segreto delle chiavi magiche è diventato una realtà grazie a Sergio Chiarla e all’editore ETI. È un romanzo pieno di conversazioni su psicologia e filosofia che ho scritto con la speranza di poter portare i miei messaggi anche agli amici con cui non riesco mai ad approfondire certi discorsi, e non solo.

Acquaman (2018)

Quest’anno ho passato il capodanno da sola a guardare film e fare dei lavori di ristrutturazione in casa. Uno dei film che più mi è piaciuto è stato Aquaman, un film di azione ambientato in un mondo per metà reale e per metà inventato, con due attori che adoro Jason Momoa e Nicole Kidman.

i limiti della bestia

Ad alcuni fa innervosire tutto questo parlare della bestia, ma è solo un gioco, per tirare fuori la bestia che c’è in noi, quella capace di lottare per quello che crede sia importante, spesso con più cuore di molti umani. La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, vedremo cosa la rende così forte, quasi invincibile…

curiosità e controllo

Ci sono due motivazioni molto semplici da confondere per coloro che non sono adetti ai lavori: la curiosità e il controllo. Entrambe portano a cercare di sapere il più possibile su un argomento, ma per ragioni molto diverse. Vi siete mai fermati a pensarci?

il leone e i buoi

Dicono che una volta c’era un leone che voleva mangiare un piccolo gregge di quttro buoi. Ogni volta che si avvicinava da un lato o dall’altro, i buoi si mettevano in posizione difensiva, schiena contro schiena, e il leone trovava sempre le corna minacciose ad attenderle.

Ultimo viene il leader (2014)

In questi giorni ho letto il mio primo libro di Simon Sinek, che ho sempre adorato nei suoi video di youtube. Anche se non è il primo che ha scritto, questa settimana ho trovato Ultimo Viene il Leader, una meravigliosa riflessione sul significato della leadership, e soprattutto sul breve e lungo termine.

Juanita (2019)

Anche questa settimana, voglio parlarvi di una commedia americana di quelle che fanno riflettere, in questo caso sull’ingiustizia del mercato di lavoro e le difficoltà delle donne di una certa età: Ricomincio da me, un film nuovissimo, con il meraviglioso Milo Ventimiglia e la fantastica Jennifer Lopez.

l’eccesso di sicurezza

Si dice che le barche è più sicure nel porto, tuttavia non è per questo che sono state costruite. Detto così sembra ovvio ma, se cerchiamo di allargare il concetto ad altri aspetti della nostra vita non sempre è così semplice. A volte la paura ha la meglio ed esageriamo con la sicurezza fino a inmobilizzarci.

apprezzare l’inaspettato

Dicono che una volta, una stazione della metro a Washington DC, un uomo si mise a sedere in ed iniziò a suonare il violino; era un freddo mattino di gennaio. Suonò sei pezzi di Bach per circa 45 minuti, durante l’ora di punta. Era stato calcolato che migliaia di persone sarebbero passate per la stazione, molte delle quali sulla strada per andare al lavoro.

The Power (2011)

In questi giorni ho ri-letto un libro di Rhonda Byrne, nota soprattutto per The secret, libro, film e, probabilmente, la più nota saga new age dei nostri giorni, attorno alla legge di attrazione. Questa volta ho letto The Power, in cui parla di un potere che tutti abbiamo e che pochi sanno come sfruttare al meglio, perchè “volere è potere”.

Still Alice (2014)

Questa settimana, voglio parlarvi di una di quelle storie che fanno riflettere su argomenti di cui si parla poco, soprattutto al cinema: Still Alice, un film meraviglioso quanto tragico con Julianne Moore e Alec Baldwin, basato sul libro omonimo di Lisa Genova sul morbo di Alzheimer.

pensieri ed emozioni

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Abbiamo già parlato di quello che ci manca e di quello che abbiamo, questa settimana lo guarderemo dal punto di vista delle responsabilità, di quello che dipende da noi, per ognuno dei sei aspetti…

retroalimentazione

Una delle mie riflessioni preferite è quella dei concetti che ci hanno insegnato in maniera sbagliata, tra questi ci sono alcuni che ci hanno raccontato in maniera "parziale". Come per esempio il rapporto di dipendenza fra quello che ci succede, quello che pensiamo e...

innovazione

Dicono che c’era una volta, in un parco, una bella scacchiera di marmo in cui chiunque poteva giocare, portandosi da casa i suoi pezzi. Un giorno passò un bambino e riempì la scacchiera di piccoli animali, soldatini e piccoli pezzi di lego colorati, e poi andò a fare merenda lasciandogli lì.

Pensieri Lenti e Veloci (2011)

In questi giorni ho letto un libro che mi ha sorpreso molto: Pensieri Lenti e Veloci, di Daniel Kahneman, psicologo israeliano, docente a Princeton, e uno dei fondatori della finanza comportamentale, premio Nobel per l’economia nel 2002 e segnalato come il settimo economista più influente al mondo nel 2015 da «The Economist».

Ricomincio da me (2018)

Anche questa settimana, voglio parlarvi di una commedia americana di quelle che fanno riflettere, in questo caso sull’ingiustizia del mercato di lavoro e le difficoltà delle donne di una certa età: Ricomincio da me, un film nuovissimo, con il meraviglioso Milo Ventimiglia e la fantastica Jennifer Lopez.

responsabilità e bisogno

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di schiavitù moderne, delle cose o persone che ci fanno comportare in modi diversi da quelli che vorremmo, ma abbiamo anche visto e iniziato a sperimentare uno strumento per riprendere i controlli della nostra vita, una versione della ruota della vita che abbiamo chiamato la ruota della bestia perchè racchiudeva il numero 666…

estrapolare l’informazione

La settimana scorsa, leggendo il libro di William Harry Mcraven, fatti il letto, mi veniva facile pensare che molti, essendo un libro scritto da un militare, possono pensare che la vita dei marine è diversa da quella di tutti gli altri. E infatti è così, ma ci sono...

il cocodrilo e il bambino

Dicono che c’era una volta un ragazzino che camminava lungo la riva di un fiume quando vide un coccodrillo intrappolato in una rete. Era una femmina che gli disse: «Ti prego, abbi pietà di me, e liberami. Lo so, sono brutta, ma non è colpa mia. Sono nata così. Ma, sappi che dentro di me batte un cuore di madre. Sono venuta qui in cerca di cibo per i miei piccoli, e sono rimasta intrappolata in questa rete!».

Fatti il letto (2018)

Un’altro libro piccolo ma interessante è fatti il letto, scritto dall’ammiraglio William Harry Mcraven, in cui raccoglie i punti salienti del suo discorso davanti ai laureandi dell’università del Texas alla cerimonia di consegna dei diplomi. Un discorso pieno di empatia e coraggio, queste pagine hanno il contagioso potere di ispirare il lettore a dare il meglio di sé.

Mia moglie per finta (2011)

Oggi per San Valentino, voglio parlarvi di una fantastica commedia romantica all’ammericana: After Earth, con Adam Sandler , Jennifer Aniston e Nicole Kidman, che sembrano aver fatto un patto col diavolo per sembrare sempre giovanissime e perfette.

coerenza e responsabilità

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Abbiamo già parlato di quello che ci manca e di quello che abbiamo, questa settimana lo guarderemo dal punto di vista delle responsabilità, di quello che dipende da noi, per ognuno dei sei aspetti…

fette di salame

Q ualche giorno fa, durante una conversazione con una collega sulla comunicazione, parlavamo delle così dette “fette di salame” che a volte abbiamo quando amiamo o apprezziamo troppo qualcuno e che interferiscono con quello che capiamo di quello che lui o lei dice.

perchè non si sforza di più?

Dicono che c’era un saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio. Una volta arrivò da lui una coppia sposata da molti anni che continuava a litigare e a rinfacciarsi ogni cosa. Le loro vite erano intrecciate e non facevano altro che lamentarsi l’uno dell’altro. A sentirli parlare sembrava che non facessero altro che ideare modi in cui farsi la vita impossibile.

Io ci sono (2016)

Un’altro libro di Roberto Cerè, di cui volevo parlarvi è Io ci sono. In questo libro diventa ancora più autobiografico, racconta di diverse fasi della sua vita, e di come è riuscito a superare le emozioni che lo frenavano in ogni momento, e ad evolversi come persona, per se stesso e per gli altri.

After Earth (2012)

Questa settimana, voglio parlarvi di un’altro film meraviglioso sull’atteggiamento e sul potere di credere in noi stessi anche quando nessun’altro sembra farlo: After Earth, con Will Smith, e suo figlio Jaden, più cresciuto rispetto al bimbo di La ricerca della felicità, ma ancora ragazzino.

contrattempi

Ieri sera l’incontro di facciamo pace, è stato cancellato per una serie di circostanze che hanno fatto che quasi nessuno dei partecipanti potesse essere presente. Quando sono arrivata al locale in cui normalmente ci incontriamo non c’era nessuno ed è arrivato solo uno dei soliti, perciò ho pensato di sfruttare la circostanza per scrivere sulla gestione proattiva dei contrattempi.

smontare scuse

Abbiamo già parlato di procrastinazione e di come spesso perdiamo di vista i nostri obiettivi, nel solito tran tran di tutti i giorni, di come ci sentiamo (e diventiamo) sempre più piccoli a furia di evitare cose che ci sembrano impossibili e di come ci perdiamo a furia di cambiare strada per evitare ostacoli o per seguire distrazioni.

i semi di Kaori

Dicono che c’era una volta in Cina un re preoccupato perchè suo figlio non aveva ancora trovato moglie: “quando morirò tu dovrai diventare imperatore, ma lo diventerai solo se sarai sposato. È così che stabilisce la legge, perciò, figlio mio, devi trovarti una moglie.”

Se vuoi puoi (2010)

Un’altro autore italiano che mi piace molto è Roberto Cerè, imprenditore ed executive coach dei top manager di grandi aziende. Questa settimana voglio parlarvi del suo primo libro, Se vuoi, puoi, con uno stile molto interessante, partendo da una buona dose di dati autobiografici da cui trae le conclusioni.

Il mio capolavoro (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film argentino, Il mio capolavoro, un film irriverente, irrispettoso e meraviglioso. Una storia di amicizia contro tutto e contro tutti, simpatica, con qualche colpo di scena, e delle situazioni con risvolti imprevvisisbili. Una storia sulla sottile linea che separa l’essere dell’apparire nel mondo dell’arte attuale.

le responsabilità della bestia

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Abbiamo già parlato di quello che ci manca e di quello che abbiamo, questa settimana lo guarderemo dal punto di vista delle responsabilità, di quello che dipende da noi, per ognuno dei sei aspetti…

si, ma non così

Quando le mie figlie erano più piccole ho dovuto più volte discuttere con altri adulti per il modo in cui le educavo. Una delle cose che più era difficile da capire e comprendere per gli altri è il mio “premiarle” quando riuscivano a fare qualcosa in ritardo o non esattamente come glie l’avevo chiesto.

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di ex studenti universitari che andarono a trovare il loro vecchio professore di economia. Molti di loro avevano trovato delle ottime posizioni in banche, società di consulenza ed importanti multinazionali. Ben presto il Professore ed i suoi ex studenti si ritrovarono a parlare della vita, della felicità, del lavoro e dello stress..

Felici Senza Ferrari (2014)

C ome avete potuto notare nel periodo di Natale, uno dei mie cavalli di battaglia è quello delle cose, da avere e da usare, e del denaro… un libro bellissimo sull’argomento è: Felici Senza Ferrari, di Ryunosuke Koike, un po’ troppo giapponese per i miei gusti in alcuni aspetti ma ottimo spunto per comprendere il rapporto zen con i desideri e il denaro.

Dragon trainer (2010)

Anche qesta settimana, voglio parlarvi di un film di animazione, Dragon Trainer, un film di qualche anno fa, divertente, tenero e pieno di speranze. Il film è il primo della trilogia basata sui libri di Cressida Cowell. Una storia di coraggio, di amicizia e di amore in tutte le sue forme.

piacere, comfort e gioia

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di schiavitù moderne, delle cose o persone che ci fanno comportare in modi diversi da quelli che vorremmo, ma abbiamo anche visto e iniziato a sperimentare uno strumento per riprendere i controlli della nostra vita, una versione della ruota della vita che abbiamo chiamato la ruota della bestia perchè racchiudeva il numero 666…

barare

Nei miei incontri di coaching di gruppo, nei miei incontri di facciamo pace, e persino in alcuni incontri individuali, amo invitare, anzi, incitare le persone a copiare, a barare, a guardarsi intorno in cerca di ispirazioni perchè è così che funziona o potrebbe funzionare (secondo me) l’apprendimento collettivo!

cosa state facendo?

Dicono che c’era una volta, molto tempo fa, tre fratelli che lavoravano nella costruzione. Era il medioevo e le città erano tutte da fare perciò il lavoro non mancava mai. Non erano i proprietari dei cantieri ma a loro non mancava mai da mangiare, da vestire o un tetto.

Libro della creazione (2016)

Dopo Il libro delle epoche, oggi voglio parlare di un’altro libro di Igor Sibaldi, Il libro della creazione, che ho letto con la curiosità necessaria per ascoltare una versione così diversa su temi tanto noti. La traduzione del testo più letto, e che ha avuto più seguito, nella nostra società occidentale.

Mr Nobody (2009)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film che dire strano e dire poco, Mr Nobody, un film psichedelico e onirico, sulla difficoltà di prevedere i possibili futuri per prendere le decisioni migliori, con un Jared Leto impressionante in tutte le sue possibili versioni.

la torta della bestia

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo ancora avanti con la provocazione della bestia e del 666, ma in maniera più dolce. So che ci sono persone a cui potrebbe dare fastidio ma noi rischiamo, perchè vogliamo un po’ sconvolgere le nostre certezze…

cattiveria gratuita

Spesso, soprattutto con i più giovani, mi capita di sentire l’espressione “cattiveria gratuita”: mi tratta, mi parla o l’ha fatto con con cattiveria gratuita. Normalmente spiego loro che io credo che la cattiveria non sia mai gratuita, anzi!

espelliamoli!

Dicono che c’era una volta tanto tempo fa, in un piccolo villaggio, la bottega di un falegname. Un giorno, durante l’assenza del padrone, tutti i suoi arnesi da lavoro tennero un gran consiglio. Ci fu una seduta lunga e animata, in cui si poponeva di escludere dalla onorata comunità degli utensili un certo numero di membri.

Libro delle epoche (2012)

O[/dropcap]ggi voglio parlare di un’altro libro di Igor Sibaldi, Il libro delle epoche, che ho letto perchè sono andata al suo seminario presenziale sulle “Epoche vecchie – Epoche nuove. Come orientarsi nel tempo”, interessantissimo come ogni suo evento. In cui sviluppa l’argomento e lo aggiorna il discorso anche fino al 2019 e oltre.

Sliding doors (1998)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film sulle possibili diramazioni della vita non scelte ma casuali, dovute a qualcosa così piccolo come la perdita di un metro, Sliding doors, con la fantastica Gwyneth Paltrow in due versioni completamente diverse perchè dal risultato di quell’istante, la sua vita può cambiare completamente o seguire com’era.

la ruota della bestia

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di schiavitù moderne, delle cose o persone che ci fanno comportare in modi diversi da quelli che vorremmo, ma abbiamo anche visto e iniziato a sperimentare uno strumento per riprendere i controlli della nostra vita, una versione della ruota della vita che abbiamo chiamato la ruota della bestia perchè racchiudeva il numero 666…

paradossi

I paradossi, secondo wikipedia, sono fatti che contraddicono l’opinione comune o l’esperienza quotidiana, la logica, la razionalità, che porta a una contraddizione, a qualcosa che non riusciamo a comprendere, o a capire, che ci mette in difficoltà.

due pesci

Dicono che c’era una volta uno scienziato pazzo che misse in un aquario due pesci che non avrebbero mai dovuto stare insieme, un pesce rosso e un piraña. Separati da un vetro trasparente perciò potevano vedersi ma non toccarsi, per vedere cosa facevano…

La felicità in tasca (2016)

Visto che sta arrivando il Natale e il cibo e la dieta sono argomenti all’ordine del giorno ho pensato di leggere un po’ di libri sull’argomento e di condividerli con voi. Il primo è Sirt – La Dieta del Gene Magro, il metodo rivoluzionario per perdere peso, restare in forma e vivere in salute, di Aidan Goggins e Glen Matten.

Terminator (1984)

Questa settimana, al corso sui viaggi nel tempo, ogni sera abbiamo visto dei film sull’argomento, tra cui il meraviglioso Terminator, con Arnold Schwarzenegger, in realtà abbiamo visto Terminator 2, ma per me sono tutti straordinari… e, per i non abituati alla fantascenza, mettono a dura prova l’immaginazione.

schiavitù moderne

Al prossimo incontro di facciamo pace per iniziare l’annocon il piede giusto, parleremo di libertà e di schiavitù moderne, di quelle che sentiamo come nostre, ognuno di noi, di quelle che sentiamo come troppo oprimonenti e di quelle che preferiamo mantenere, perchè il gioco vale la candela.

l’anno nuovo

E, dopo il Natale, arriva il capodanno. Non so voi ma io mi accorgo che ogni anno sembra passare più in fretta. Delle migliaia di cose che avrei voluto fare mi sembra di non avere fatto quasi niente, così a occhio… o almeno di non averle finite. Capita anche a voi?

la borsa di pistacchi

Dicono che c’era, in un paesino in montagna, un saggio famoso e ammirato per la sua parsimonia e la sua serenità in ogni circostanza, pronto a rispondere alle domande di chiunque…

PNL per l’Eccellenza Linguistica (2018)

opo  che ho letto  La parola magica, e mi sono innamorata del modo di scrivere di Paolo Borzacchiello, sto leggendo tutti i suoi libri che mi capitano per le mani. Ho letto Parole per Vendere , per venditori che vogliono migliorare la loro...

The family man (2000)

Questa settimana, vista la settimana, parliamo di un film di Natale con Nicolas Cage, The Family Man, uno di quelli che possono farti venire la pelle d’occa, un film sulle scelte, sulla carriera, sulla famiglia, sui bisogni e sulla salvezza. Un film sulla vera felicità, quella dentro e non solo fuori.

scegliere

All’ultimo incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di desideri, visto il periodo natalizio, di come capirli e di come trasformarli in obiettivi, ma soprattutto di come possiamo capire i meccanismi nascosti con cui scegliamo anche incosciamente a quali desideri dedichiamo la nostra vita e quali rimangono solo parole…

auguri…

E, finalmente, è arrivato il 25 e il momento di fare gli auguri, forse non i soliti che fanno tutti, tipo salute, soldi e felicità, così banale e consumato, ma nemmeno quello che va di moda quest’anno, un po’ arrabbiato e reazionario nei confronti del buonismo. Io vi auguro di vivere, di essere sempre più consapevoli, e di prendervi la responsabilità della vostra vita!

due topolini

Dicono che c’era una volta uno scienziato curioso che misse in una gabbietta due topolini, due fratellini della stessa cucciolata, stesso colore, stesse dimensioni, in uguali condizioni di salute e di reattività, per fare un esperimento innovativo sul dolore e la sofferenza.

Sirt – La Dieta del Gene Magro (2016)

Visto che sta arrivando il Natale e il cibo e la dieta sono argomenti all’ordine del giorno ho pensato di leggere un po’ di libri sull’argomento e di condividerli con voi. Il primo è Sirt – La Dieta del Gene Magro, il metodo rivoluzionario per perdere peso, restare in forma e vivere in salute, di Aidan Goggins e Glen Matten.

Colette (2018)

ggi voglio parlarvi di un’altro film di quest’anno, basato su fatti reali, sulla vita di una persona vissuta rompendo pregiudizzi nella prima metà del ventessimo secolo, questa volta però era una donna: Colette. Un film che racconta la vita di una persona speciale che non conoscevo, ma che mi ha colpita moltissimo, per quanto sia stata forte e non si sia lasciata abbattere…

conflitti di desideri

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di desideri, di come definirli e metterli bianco su nero, per chiedere aiuto all’universo o, per gli scettici, almeno per fare chiarezza e di aumentare la nostra consapevolezza su quello che vogliamo e quello che desideriamo e sulle ragioni per cui, spesso, non lo otteniamo.

disfarsi del superfluo

Continuando i discorsi delle settimane scorse, in cui abbiamo parlato di cose, oggi parleremo delle cose che non ci servono più, che non usiamo più, che hanno finito il loro rapporto con noi, ma di cui non riusciamo ad allontanarci per diverse ragioni.

il giro del 99

Dicono che c’era un re molto triste che aveva un servo molto felice che circolava sempre con un grande sorriso sul volto, un giorno gli chiese qual era il segreto della sua felicità ma il giullare non seppe cosa rispondere, non c’erano segreti, semplicemente non aveva motivo di essere triste. Era felice di servire il suo re, viveva con la sua famiglia nella casa che era stata assegnata loro, aveva cibo e vestiti e ogni tanto riceveva anche qualche mancia…

Io Sono Me – I 7 Specchi Esseni (2012)

ggi voglio parlare di un libro sugli specchi esseni, un libro che parla di metafisica, di fisica quantistica e di liberazione emozionale, semplice e chiaramente. Io Sono Me – I 7 Specchi Esseni, Tecnologia di liberazione emozionale, di Arcangelo Miranda. Un invito a riscoprire il nostro vero e proprio “io”, indipendentemente dagli altri.

Bohemian Rhapsody (2018)

Oggi voglio parlarvi di un film che aspettavo con molte, forse troppe, aspettative: Bohemian Rapsody, un film sulla vita di Freddie Mercury e dei Queen, la mia Rock Band preferita di tutti i tempi. Un film che racconta la vita di una persona speciale che è stata il mio idolo, il mio modello e la mia ispirazione…

auguri e desideri

Al prossimo incontro di facciamo pace, visto che è l’ultimo prima di Natale, parleremo di auguri e desideri, da fare agli altri e anche a noi stessi. Ma non solo, parleremo di cosa e come fare per esprimere al meglio i desideri e perchè non rimangano sogni nel cassetto.

normale manutenzione

Come dicevamo la settimana scorsa, di nuovo è arrivato dicembre, momento di regali di Natale e anche di bilanci. Mi sembra una sana abitudine (non tutto è da buttare nel solito modo di fare) quella di approfittare di questo mese per fare dei bilanci. Delle cose che abbiamo, delle cose che volevamo, delle cose che abbiamo raggiunto o perso, di quelle a cui abbiamo rinunciato.

uscire dal bozzolo

Dicono che un giorno, apparve un piccolo buco in una crisalide e un uomo gentile ed educato, che passava di lì per caso, si fermò ad osservare la farfalla che, per varie ore, si sforzava per uscire da quel piccolo buco, ma era troppo piccolo, faceva troppa fatica,...

Fai Spazio nella Tua Vita (2016)

Oggi voglio parlare di un libro di cui mi sono innamorata tante volte che ho perso il conto. L’autore è Paolo Borzacchiello, uno dei massimi esperti di intelligenza linguistica applicata al business, e il libro si chiama La parola magica. L’ho comprato per caso ma… mentre lo leggevo, con una amica l’ho definito un corso di pnl e communicazione efficace travestito di romanzo, tra l’altro con una tematica e personaggi affascinanti.

L’amore ha due facce (1996)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film italiano, con Raoul Bova e Luca Argentero, e, scusate se non ricordo nessun’altro nome, ma per me con quei due basta e avanza… Fratelli unici. Una commedia romantica di quelle che piacciono a me, con il suo spazio per riflettere, sull’amore, sulla memoria, sul perdono, e sulle seconde opportunità…

enneagramma pratico

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di enneagramma e di enneatipi, fatto un test e risolto alcuni dubbi su come utilizzare al meglio questo strumento per migliorare i nostri rapporti con noi stessi e con tutti quelli che ci circondano, famiglia, amici, colleghi… che abbiano lo stesso enneatipo o enneatipi diversi.

il prezzo dei regali

Di nuovo è arrivato dicembre e molti di noi stiamo pensando ai regali di Natale, che sono delle cose con un valore speciale, sia per chi li dona che per chi li riceve, Un valore e un costo che normalmente diamo per scontati, su cui spesso non ci fermiamo a riflettere. E su cui vorrei invitarci a farlo per poter prendere le decisioni in maniera più consapevole.

trapola per topi

Dicono che un topo, guardando da un buco che c’era nella parete, vide un contadino e sua moglie che stavano aprendo un pacchetto. Pensò a cosa potesse contenere e restò terrorizzato quando vide che dentro il pacchetto c’era una trappola per topi. Corse subito nel cortile della fattoria per avvisare tutti: “C’è una trappola per topi in casa, c’è una trappola per topi in casa!”

La parola magica (2018)

Oggi voglio parlare di un libro di cui mi sono innamorata tante volte che ho perso il conto. L’autore è Paolo Borzacchiello, uno dei massimi esperti di intelligenza linguistica applicata al business, e il libro si chiama La parola magica. L’ho comprato per caso ma… mentre lo leggevo, con una amica l’ho definito un corso di pnl e communicazione efficace travestito di romanzo, tra l’altro con una tematica e personaggi affascinanti.

Fratelli unici (2014)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film italiano, con Raoul Bova e Luca Argentero, e, scusate se non ricordo nessun’altro nome, ma per me con quei due basta e avanza… Fratelli unici. Una commedia romantica di quelle che piacciono a me, con il suo spazio per riflettere, sull’amore, sulla memoria, sul perdono, e sulle seconde opportunità…

enneatipo o enneatipi

Al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo ancora di enneatipi, di ali e di livelli di salute. Perchè sebbene tutta questa storia dell’enneagramma sia molto semplice può essere anche ingannosa nel momento in cui crediamo di aver capito tutto e lo usiamo per giudicare e prevedere invece che per comprendere.

rinunce e sacrifici

Altre parole che si confondono spesso, come se fossero la stessa cosa, con piccole connotazioni, ma che per me sono quasi opposte sono rinuncia e sacrificio. Una rinuncia è, semplicemente, un esercizio della nostra capacità di scegliere, per stare meglio, per concentrarci su altro, per aleggerirci. Un sacrificio è più simile ad un ricatto, si fa per ottenere qualcosa, e ci appesantisce.

preghiera e fumo

Dicono che due giovani monaci studiavano in seminario, ed entrambi erano incalliti fumatori. Il loro problema era: “Posso fumare mentre prego?” Non riuscendo a risolverlo, decisero di rivolgersi ai loro superiori. Più tardi, uno chiese all’altro che cosa gli aveva detto il superiore.

Il Magico Potere di Sbattersene il Ca**o (2016)

Oggi voglio parlare di un libro di Sara Knight, Il Magico Potere di Sbattersene il Ca**o. Come smettere di perdere tempo (che non hai) a fare cose che non hai voglia di fare con persone che non ti piacciono. Un libro meraviglioso sulla falsa riga di quello di Marie Kondo‘, Il magico potere del riordino, ma orientato più alla gestione del tempo e delle cose in cui pensare che alle cose in se.

Tutta colpa di Freud (2014)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film italiano con il mio adorato Marco Giallini, nei panni di uno psicoterapeuta con tre figlie. Tutto colpa di Freud. Una commedia simpatica, allo stesso tempo leggera e capace di fare riflettere, sull’amore e le relazioni, sulle difficoltà, sulla fortuna, sui malintesi, sulla ricerca, riflettendo con la testa e continuando a provare con il cuore.

enneatipi

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di enneagramma e di enneatipi, fatto un test e risolto alcuni dubbi su come utilizzare al meglio questo strumento per migliorare i nostri rapporti con noi stessi e con tutti quelli che ci circondano, famiglia, amici, colleghi… che abbiano lo stesso enneatipo o enneatipi diversi.

spirale

Molte persone hanno delle idee sbagliate anche sull’illuminazione, il risveglio, il lavoro su se stessi, ecc. Chi pensa che sia una cosa che succede in un momento e dura da li in avanti per sempre, chi pensa che non tutti possono farlo, chi pensa che se ci riesci tutto va liscio e che, se non va tutto liscio vuol dire che non sei nella giusta strada… Ma non è così. Quasi mai!

la nuda verità

Dicono che, secondo una leggenda del XIX secolo, la verità e la menzogna un giorno si incontrarononelle vicinanze di un pozzo. La Menzogna, che vide la verità così bella e ben vestita, ebbe un terribile attacco d’invidia. Ci pensò un po’ ed, in un momento di lucidità illuminata, disse alla Verità: “Oggi è una giornata meravigliosa! Vieni a fare il bagno con me in questo pozzo!”

Storia di una Lumaca (2013)

Oggi voglio parlare di un libro di Luis Sepúlveda, Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza. Una storia di animali personificati sia negli atteggiamenti che nelle domande esistenziali, la terza della trilogia del più famoso Storia di una Gabbianella e del Gatto che Le Insegnò a Volare, l’ultima che ho letto ma probabilmente quella che mi ha colpito di più perchè amo particolarmente le lumache.

Contro l’ordine divino (2017)

Oggi voglio parlarvi di un film svizzero che mi è piaciuto tantissimo, L’ordine divino. Ambientato nella svizzera di 1971 e in un piccolissimo paesino di montagna, che si sa, sono meno propensi ai cambiamenti, e racconta le ultime settimane prima della votazione per allargare il suffraggio alle donne…

enneagramma

Al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo di un argomento leggermente diverso da quelli delle ultime settimane, anche se sempre utile per conoscerci meglio, comprendere cosa ci muove, le risorse, i pensieri compulsivi, ecc. La semplicità e la chiarezza del sistema lo rendono ideale per l’autoconoscenza, l’educazione, il rapporto di coppia, i rapporti sociali, l’ambito aziendale e qualsiasi dinamica di gruppo.

forza e coraggio

Abbiamo detto in diverse occasioni che il lavoro che facciamo per cambiare punto di vista prevede di “disimparare” il significato che diamo normalmente ad alcune parole. Una di queste parole è “forza”, siete come me, spesso vi sentirete dire che siete forti, ma viene usato in un modo che sembra più una condanna che qualcosa di positivo…

ce l’hai con me?

Dicono che c’era una volta, un uomo disperato dopo una giornata terribile entro in chiesa piangendo e riuscì a parlare con Dio.
— Posso farti una domanda? — chiese.
— Certo — rispose Dio.
— Promettimi che non ti arrabbierai ..
— Prometto — rispose Dio — Non sono uno che si arrabbia così facilmente…

La crisi! (1992)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film francese che al suo tempo mi colpì tantissimo, La crisi!. Una meravigliosa e velocissima riflessione sull’egoismo e l’ipocrisia che rendono le persone cieche e sorde ai problemi degli altri, e sulla società malata in cui viviamo che ci porta ad essere così distratti dalle cose che dobbiamo fare di non avere tempo per vivere veramente…

tre livelli di percezione

Ieri sera, per finire con l’argomento degli archetipi e di come ci influenzano abbiamo parlato della tecnica di analisi dei problemi secondo i tre livelli di percezione, sempre interpretando liberamente gli insegnamenti di Caroline Myss, che ci dice che ogni situazione che incontriamo nella vita possiamo percepirla e interpretarla a tre diversi livelli, fisico, mentale e metaforico o simbolico.

nella propria testa

Diverse volte abbiamo parlato del fatto che i propri problemi in realtà sono più legati a come vediamo e interpretiamo il mondo che a come il mondo è. C’entra molto di più il colore del cristallo attraverso il quale guardiamo il mondo. Si dice che, se chiedessimo a Dio, o al genio della lampada, di fare sparire la causa di tutti i nostri problemi… farebbe sparire noi. Così sparirebbero tutti, tutti!

vedere il karma

Dicono che c’era una volta, un saggio indiano famoso perchè poteva guarire chiunque da qualsiasi malattia con le sue mani e le sue preghiere. Da lui arrivavano persone ricche, povere, vecchie, giovani, e persino mamme con piccoli bambini. Ma non tutti guarivano, solo i più meritevoli, dicevano.

Problem solving strategico da tasca (2009)

ggi voglio parlare di un libro di Giorgio Nardone, psicologo e psicoterapeuta di fama mondiale, ed esponente di spicco della prestigiosa Scuola di Palo Alto, Problem Solving Strategico da Tasca. L'arte di trovare soluzioni a problemi irrisolvibili....

Cloud Atlas (2012)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film dei creatori della trologia di Matrix, Cloud Atlas, l’atlante delle nuvole. Una storia basata sull’omonimo romanzo di David Mitchell su incontri ripetuti tra anime in epoche diverse, in momenti diversi, in vite diverse, in luoghi diversi, per farci vedere come tutto è connesso, presente, passato, futuro, ecc. Una storia sulle circostanze e il nostro potere di scegliere come comportarci in ogni situazione…

archetipi e feritologia

Per finire i giorno dedicati agli archetipi, al prossimo incontro di facciamo pace, vedremo ancora alcuni archetipi dal libro di Caroline Myss per capire se ci appartengono o meno. E, soprattutto, studieremo il concetto di feritologia, da lei coniato per riferirsi ad un atteggiamento condizionato fortemente dalle nostre ferite passate che ci porta a sviluppare maggiormente i lati oscuri dei nostri archetipi.

fregatene, non è così importante

Spesso, quando abbiamo un amico o qualcuno a cui teniamo, che sta soffrendo, ci viene naturale dire che il problema che preoccupa la persona non è così importante, pensando che questo dovrebbe farla stare meglio. Ma non sempre funziona e, a volte le persone si difendono, altre volte si deprimono ulteriormente, e non capiamo perchè. Volete sapere la mia spiegazione?

perchè la gente urla

Dicono che un giorno, un pensatore indiano fece la seguente domanda ai suoi discepoli
— Ma voi lo sapete, perché le persone gridano quando sono arrabbiate?, ve lo siete mai chiesto?
— Gridano perché perdono la calma — disse uno di loro.

Guarisci l’impossibile (2009)

Oggi voglio parlare di nuovo di un libro di Caroline Myss, Guarisci l’impossibile, Vai oltre la forza di gravità. In questo caso, parla di come scoprì che alcune persone erano guarite durante i suoi incontri, in una maniera che la razionalità non può spiegare, con il potere della preghiera e della grazia.

La mia famiglia a soqquadro (2017)

Oggi voglio parlarvi di un’altra commedia italiana, che potrebbe sembrare banale, ma mostra aspetti della realtà su cui sarebbe interessante riflettere ogni tanto, La mia famiglia a soqquadro. Una storia raccontata da un bambino con una famiglia d’altri tempi, normalissima, ma che nel giorno d’oggi sembra banale, tanto da farlo vergognare fino al punto di dover fare qualcosa per cambiarlo.

circoli viziosi e virtuosi

Questa settimana, continuando con l’argomento degli archetipi e dei loro lati oscuri e luminosi. Abbiamo visto come possono portarci verso dei circoli viziosi e virtuosi e come riprenderci il potere di scegliere quale strada prendere. Perchè ogni archetipo comporta un rischio e anche le risorse per superarlo.

forse è meglio così

In questi giorni mi è capitato più volte di sentire la frase “forse è meglio così” un po’ come ultima spiaggia e ricerca, non sempre del tutto credibile, di essere positivi anche davanti alle cose che non amiamo, che non sono andate come ci aspettavamo, che ci hanno delusi o fatto stare male.

il rintocco delle campane

Dicono che in una fredda mattina d’inverno, durante una seduta di zazen insieme a molti monaci, il monaco udì i solenni rintocchi della campana del tempio e sentì che il modo di suonare era stranamente diverso dal solito. Pensò che era strano. La campana è quella di sempre, ma questa mattina i rintocchi sono così solenni da andare dritti al cuore.

Eros e amore (2017)

Oggi voglio parlare di un libro di Igor Sibaldi, Eros e amore, che, chiaramente mi ha sempre attirata particolarmente per il nome, e che non mi ha delusa nemmeno per un minuto, nemmeno per un paragrafo, perchè quell’uomo ha una capacità di usare le parole nel modo che più ammiro, per confrontare e aprire delle nuove possibilità dove tutto sembrava scritto sulla pietra.

Metti la nonna in freezer (2018)

Oggi voglio parlarvi di una commedia italiana, di quest’anno, con Fabio De Luigi e Miriam Leone, Metti la nonna in freezer. Una storia meravigliosa sulle regole, sulla gente che le fa rispettare e quella che le infringe, con grande immaginazione, con la inventiva, che ha creato il malcostume italico determinato a stanare falsi invalidi, cronici evasori e impiegati in cerca di mazzette.

archetipi personali

In questo mese di ottobre, continueremo a parlare di archetipi, e al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo di alcuni vedremo come individuare i propri archetipi personali e come sfruttare al meglio quest’informazione. Vedremo una serie di archetipi che possiamo definire di base e universali seguendo il libro di Caroline Myss e come capire se ci appartengono o meno.

il peso karmico

Oggi voglio parlare di karma e del peso che può avere nelle nostre vite… Spesso incontro persone che mi fanno notare quanta fatica fanno a ottenere cose che per altri sono, o sembrano, semplici. Gente che si lamenta di quanto sia difficile la convivenza con la propria famiglia o il proprio lavoro e quanto sembrino leggere le famiglie o i lavori degli altri.

una persona sgradevole

Dicono che c’era una volta, su di un volo di una nota compagnia aerea sulla rotta che va da Johannesburg a Londra, una donna bianca, di circa 50 anni, che dovete prendere posto in classe economica di fianco ad un giovane uomo nero.

Fish! (2001)

Anche oggi voglio parlare di un libro non nuovissimo, di diversi autori, Fish! Una storia sulla motivazione, su un gruppo in cui tutti mettono passione ed energia nell’attività che svolgono, un ambiente in cui le persone sono autenticamente in sintonia fra loro, con il proprio lavoro e con i clienti, e non perchè il loro lavoro sia particolarmente meritevole o preveda una particolare reputazione.

Patch Adams (1998)

Oggi voglio parlarvi di nuovo uno di quei film meravigliosi basato su una storia reale e interpretato magistralmente da Robin Williams, Patch Adams. Medico, attivista e scrittore statunitense che già dai suoi anni dell’università quando era ancora uno studente e un laureando cercò di esplorare e mostrare a tutti l’importanza dell’umanità sopra a tutte le apparenze, le differenze di classe, ecc.

conflitti archetipici

Questa settimana, finalmente abbiamo iniziato ad affrontare l’argomento degli archetipi e abbiamo parlato di come usarli per comprendere meglio alcuni problemi che si possono creare per i malintesi e le supposizioni sbagliate sulle ragioni che crediamo abbiano le azioni degli altri e anche le nostre.

di percorsi e di mete

Oggi voglio parlare di percorsi e di mete… Spesso si confondono quando parliamo a livello superficiale. Si confonde la strada con la meta e la tecniche o i metodi con gli obiettivi da raggiungere, gli sforzi con i risultati, e questo ci rende più difficile ottenere quello che desideriamo e vedere le nostre possibilità di azione.

i due leoni

Dicono che c’era un leone che viveva nel deserto. Lì c’era tanto vento. I suoi capelli erano mossi, le piante non erano mai ferme e persino l’acqua delle pozze in cui bevevano gli animali era sempre mossa. Niente riusciva a riflettersi sulle loro superfici. Vicino c’era un bosco in cui a volte andava a caccia o a giocare, ma normalmente non si addentrava molto.

la profezia di Celestino (1993)

Oggi voglio parlare di un libro non nuovissimo, di James Redfield, il primo e quello che l’ha reso famoso: La profezia di Celestino. Un libro straordinario che pubblicò a sue spese e che narra un’avventura alla ricerca del significato dell’esistenza, focalizzandosi su idee psicologiche e spirituali spesso considerate come tematiche New Age. che ha continuato a spiegare eni libri successivi.

Angel A (2005)

Oggi voglio parlarvi di uno di quei film meravigliosi che ti lasciano una sensazione agrodolce in bocca e nell’anima, Angel A, del geniale Luc Besson. Un film sulla vita e la morte, sul senso della vita e sul servizio. Sull’aiuto agli altri come la fonte più potente di forza, di energia e di vita. Ma soprattutto, sulle apparenze e la sostanza.

archetipi e mantra

In questo mese di ottobre, continuando con l’argomento dell’accettologia e alla ripresa del controllo delle proprie vite, al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo di alcuni strumenti interessanti per allargare le nostre vedute e le nostre possibilità di cambiare delle cose…

farsi valere

Spesso abbiamo parlato del valore delle persone, in diverse circostanze e in diversi momenti, della nostra tendenza a valutare troppo o troppo poco le persone e persino noi stessi. Oggi voglio parlare di come farci valere, perchè un conto è sapere come stanno le cose, ma passare dalla teoria alla pratica è tutta un’altra storia…

l’acqua fangosa

Dicono che una volta Buddha e i suoi discepoli intrapresero un lungo viaggio durante il quale attraversarono diverse città. Un giorno in cui faceva molto caldo, avvistarono un lago e si fermarono stremati dalla sete. Buddha chiese al suo giovane discepolo, famoso per la sua natura impaziente: – Ho sete. Puoi portarmi dell’acqua di quel lago?.

Contratti Sacri (2001)

Anche questa settimana voglio parlare di un libro di Caroline Myss, Contratti sacri, in cui parla sempre di archetipi e di come capire quali ci accompagnano e in quale modo ci condizionano la vita, con i loro lati scuri e con i loro modi di pensare, ma anche come possiamo imparare da tutte le cose che sembra ci capitino per caso.

Dacci un taglio (2018)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film Netflix, carino, divertente, e allo stesso tempo molto profondo, diretto da Haifaa Al-Mansour (prima regista donna dell’Arabia Saudita) Dacci un taglio, sulle apparenze e la realtà. E su come, quando viviamo in un mondo di apparenze, per paura di essere noi stessi, non possiamo essere felici del tutto, ma solo in apparenza.

guardare oltre

Questa settimana, siccome per caso, abbiamo avuto molti nuovi e pochi di quelli che frequentano già da un po’, abbiamo approfittato per fare un ripasso degli argomenti di cui parliamo normalmente. Siamo partiti dall’accettologia e dai nostri “compiti” in sospeso e abbiamo parlato un po’ di tutti gli argomenti di cui parliamo normalmente, soprattutto l’importanza delle credenze, dei punti di vista e della consapevolezza.

prevedere il futuro

Quando parliamo di spiritualità, di aprire gli occhi, di sfruttare strumenti nuovi e d’imparare ad ascoltare l’intuito, ecc. molti chiedono se si possano usare queste cose per prevedere il futuro… La risposta è “in realtà, si, ma non come pensi tu…”

tranquilla, Stella

Dicono che c’era una volta una mamma con la sua bambina che facevano la spesa nel supermercato. Ad ogni scaffale di giochi, di caramelle, di biscotti, e di cioccolatini la bambina si fermava e chiedeva alla mamma di prenderle questo o quello…

Archetipi, scopri chi sei (2013)

Il secondo libro di Caroline Myss di cui voglio parlarvi è Archetipi – Scopri Chi Sei, in cui cerca di aiutarci a scoprire tramite gli archetipi le risposte a domande tipo: Cosa stai cercando? Qual è il tuo scopo nella vita? Perchè hai certe attrazioni e repulsioni? Su cosa potresti concentrarti per vivere meglio quello che sei?

Erin Brockovich (2000)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film basato su fatti reali, Erin Brockovich, con Julia Roberts, che racconta la storia di una donna, ex reginetta di bellezza, partendo da un momento in cui si trova sola con tre figli, senza un lavoro, e con pochi dollari in tasca. Un caso fortuito le fa conoscere un avvocato che, non senza insistere con tutte le sue forze, le cambierà la vita.

la vita a strati

In questo mese di settembre, un po’ particolare perchè abbiamo dovuto spostare il secondo incontro, dedicato all’accettologia e alla ripresa del controllo delle proprie vite, ognuno della sua, con tutta la responsabilità che questo comporta, la settimana prossima, al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo di come la vita è fatta a strati, e più strati teniamo sott’occhio, più potremo muoverci verso quello che desideriamo…

sfruttare tutto al massimo

Nella settimana scorsa sono andata al mare ogni giorno, dalla matina alla sera, sui lettini, sotto gli ombrelloni, per la prima volta nella mia vita. Qualcuno ha sentito il bisogno di dirmi che non potevo non fare il bagno, che non potevo non prendere il sole, che dovevo sfruttare al massimo le giornate. E ho pensato di condividere con voi la mia riflessione sull’argomento.

il prezzo più alto

Dicono che c’era un gioielliere seduto alla scrivania che guardava distrattamente la strada attraverso la vetrina del suo elegante negozio quando una bambina si avvicinò e schiacciò il naso contro la vetrina. I suoi occhi color del cielo si illuminavano vedendo quegli oggetti esposti.

Anatomia dello Spirito (1996)

Questa estate ho conosciuto (letto) per la prima volta Caroline Myss, una divulgatrice intuitiva e saggia, e mi sono innamorata, mi sono bevuta tre libri senza mai stancarmi del suo modo di raccontare perchè è molto in sintonia con i miei altri maestri. In questo Anatomia dello Spirito, I sette livelli del potere personale mischia e cucina insieme elementi di diverse religioni e spiritualità con un gusto squisito e una chiarezza impressionante.

Al di là dei sogni (1998)

É da un po’ che non parlo di film di Robin Williams, perciò oggi voglio parlarvi di un’altro film molto vecchio, Al di là dei sogni. Una storia sulla vita e la morte, sull’amore che dura persino dopo la morte, sulla mancanza che rende impossibile andare avanti e sul coraggio che porta a fare qualsiasi cosa per ritrovare l’essere amato.

un punto alla volta

Oggi voglio parlarvi di un’altro dei workshop o piccoli eventi tematici, che stiamo preparando per l’anno prossimo. Si tratta di una giornata di cucito creativo e coaching e si chiama “cambiamo il mondo, un punto alla volta”. Sarà un momento di riflessione, di formazione e di allenamento, e useremo il cucito come attività pratica in cui concentrarci, e con cui mettere in moto delle capacità che poi potremo usare in altri momenti della nostra vita.

conoscenza e saggezza

Una delle cose che trovo molti confondano sono i termini conoscenza e saggezza. Io li uso spesso come cose molto diverse e la gente mi guarda come dicendo “non sono la stessa cosa?” perciò oggi voglio parlarvi delle differenze, per me così ovvie, fra le due, sperando di riuscire a farle vedere anche a voi.

ah, si?

Dicono che c’era una volta un maestro zen chiamato Hakuin, era decantato dai vicini per la purezza della sua vita, per la sua semplicità e il suo ripsetto delle regole e delle persone. Accanto a lui abitava una bella ragazza giapponese, i cui genitori avevano un negozio di alimentari.

Zero limits (2009)

Oggi voglio parlare di un libro, e di una tecnica, un mantra, che mi aiutò molto in un periodo molti anni fa. Zero limits in cui Joe Vitale, presenta un metodo collaudato ed efficace per uscire dalle limitazioni autoimposte e per ottenere dalla vita più di quanto hai mai sognato. Non solo funziona, ma fa meraviglie, sia nel lavoro che nella vita privata, e permette di sperimentare quotidianamente una pienezza e una felicità sorprendenti, l’hoponopono.

La ricerca della felicità (2006)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film basato su fatti reali, La ricerca della felicità, diretto da Gabriele Muccino con Will Smith e suo figlio Jaden, ispirato alla vita di Chris Gardner, imprenditore milionario, che durante i primi anni ottanta visse giorni di intensa povertà, con un figlio a carico e senza nemmeno una casa dove poterlo crescere. Egli appare nella scena finale del film, in un cameo, mentre attraversa la strada in giacca e cravatta, incrociando lo sguardo con Will Smith.

pazienza

Questa settimana abbiamo ripreso dopo le vacanze di nuovo con l’argomento della accettologia, dell’ecologia e della funzionalità nelle nostre scelte. E, soprattutto, abbiamo parlato dell’arma più potente che esista, quasi più potente dell’amore, con cui è molto relazionata: la pazienza…

insistere o mollare

E anche questa settimana, voglio parlare di una dicotomia, quella tra le cose da imparare a sopportare e quelle da imparare a superare, abbiamo già parlato di dover scegliere le nostre battaglie ma credo che in questo ritorno dopo l’estate sia importante riprendere l’argomento.

la nave da crociera

Dicono che c’era una volta una donna anziana che viaggiava felice su una nave da crociera. Un uomo aveva notato che nonostante fosse sola, la donna era in grande confidenza con tutto lo staff della nave. Un giorno l’uomo chiese a un cameriere informazioni su di lei, immaginando che l’anziana signora potesse essere la proprietaria della nave.

La fine è il mio inizio (2010)

Oggi voglio parlare di un’altro libro che è diventato quasi un classico non scritto da un guru ma, in questo caso da un giornalista italiano, curioso e molto particolare, Tiziano Terzani. Questa estate ho letto e amato La fine è il mio inizio, un libro sulla sua vita, sui suoi pensieri, sulle riflessioni di tutta una vita dedicata alla ricerca della realtà che sta dietro alle notizie che danno i giornalisti.

Toc Toc (2017)

Oggi voglio parlarvi dell’ultimo film spagnolo che ho visto su Netflix, Toc toc. Una storia adattata dal teatro in cui un gruppo di pazienti di un famosissimo psicologo si trovano insieme in una sala d’attesa ad aspettare il dottore ritardatario. Ognuno con un disturbo simile anche se diverso, alcuni persino apparentemente incompatibili, che creano una serie di scene tra il divertente e il disperato.

prendersi le proprie responsabilità

Per finire il discorso su come analizziamo gli altri, il mondo e noi stessi, sugli aprezzamenti e le valutazioni, e sui sentimenti base, potremmo dire che il passo successivo per rendere utili queste riflessioni è prenderci le nostre responsabilità. Scelte nel modo corretto, quelle proporzionali, quelle funzionali che possono portarci dove vogliamo andare.

la prossima volta

In questi ultimi giorni dell’estate, in cui un po’ tutti stiamo pensando al ritorno alla normalità, mi capita spesso di parlare su come dovremmo vivere ogni giorno, cosa dovremmo tenere a mente il più possibile, quale atteggiamento sarebbe da coltivare e mantenere per ottenere il meglio della vita…

il padre ricco

Un padre ricco, volendo che suo figlio sapesse che significa essere povero, gli fece passare una giornata con una famiglia di contadini. Il bambino passò 3 giorni e 3 notti nei campi.

Resuscitare (2018)

Oggi voglio parlare di un libro di Igor Sibaldi, Resuscitare, L’arte di riportare in vita ciò che credevamo perduto, como tutti i suoi libri, un viaggio filosofico dal’antichità ad oggi, e in diverse culture, alla ricerca delle connotazioni della resurrezione di persone, sentimenti, capacità, ecc. Cercando le caratteristiche comuni e un qualche metodo perchè chiunque possa farlo.

The Experiment (2010)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film basato su fatti reali, The experiment, un film tedesco del 2001 tratto dal romanzo Black Box di Mario Giordano, basato a sua volta sugli eventi legati ad uno degli esperimenti psicologici più famosi di tutti i tempi, l’esperimento carcerario di Stanford, condotto nel 1971 dallo psicologo statunitense Philip Zimbardo.

il segreto di ogni relazione

Per finire il discorso sulla seduzione, vorrei dedicare un attimo a quello che io credo sia l’obiettivo della seduzione, che è creare un rapporto duraturo, una relazione. Perchè sedurre può essere relativamente facile o semplice in confronto con mantenere un rapporto…

sottovalutare e sopravalutare

Seguendo il discorso della settimana scorsa, sull’apprezzare e disprezzare, oggi vorrei parlare di altri due “errori” che comettiamo quando non accettiamo la realtà per quello che è e lasciamo che i giudizi ci accechino. Questi sono gli errori di valutazione, spesso cadiamo nel sottovalutare e sopravalutare persone, situazioni e dinamiche… ma soprattutto noi stessi, le nostre capacità e possibilità.

l’attrezzatura per delinquere

Dicono che un giorno, la moglie di un pescatore, anche se non pratica della guida di una barca, decise di avventurarsi in un lago per leggere. Preso coraggio, accese il motore e si avviò ad una distanza accettabile.

Ancorò la propria imbarcazione e iniziò a leggere il suo bel libro, lontana da tutto e da tutti. All’improvviso un rumore di motore attirò la sua attenzione. Una guardia forestale si stava avvicinando alla sua barchetta.

Il piccolo principe (1943)

Oggi voglio parlare di uno dei libri classici dello sviluppo personale anche se non è scritto da un guru, ma da un aviatore e scrittore, una persona con una personalissima capacità di osservare il mondo, Il piccolo principe, amato da tutti e da tenere sempre presente quando ci troviamo troppo imprigionati nei nostri ruoli di adulti.

Schindler’s List (1993)

Oggi ho visto un film di quelli che devo fermare perchè non posso vedere tutto d’un fiatto, da quanto mi stringe il cuore Schindler’s List, con un Ralph Fiennes che spesso mi fa questo effetto e un Liam Neeson spettacolarmente credibile. La storia di un uomo che salvò molte vite con il pretesto di impiegarli come personale necessario allo sforzo bellico presso la sua fabbrica e salvandoli così dai campi di sterminio nazisti.

ancora seduzione…

Continuando con il discorso della settimana scorsa, e con l’acronimo, vedremo le altre componenti che sono rimaste senza dettagliare nel primo articolo… eravamo rimaste allo zoom…

apprezzare e disprezzare

Una delle premesse del nuovo paradigma che facciamo più fatica a interiorizzare è il fatto che si dice che la realtà è neutra, che non è nè bella nè brutta, nè positiva nè negativa, nè giusta o sbagliata. Questo succede principalmente perchè ci hanno insegnato che c’è qualcosa di corretto e perfetto e che tutto il resto deve essere aggiustato.

tirare alla cieca

C’era una volta un Maestro zen che era un vero campione nell’arte del tiro con l’arco. Una mattina invitò il suo discepolo preferito a osservare una dimostrazione della sua abilità. Anche se l’aveva visto centinaia di volte, comunque obbedì al suo Maestro. Si recarono nel bosco accanto al monastero e raggiunsero un albero di quercia.

K. A. R. M. A.

Oggi voglio parlarvi di un anagramma che, nel mio libro, inventa il protagonista per spiegare il concetto di karma, giocando con i concetti di amorevolezza e rispetto, e soprattutto focalizzandosi sulla nostra capacità di cambiarlo attivamente mostrando di essere decisi a farlo con le nostre azioni e dimostrazioni.

Marina (2013)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film basato su una storia vera, italiana questa volta, la storia di un uomo eccezionale, Rocco Granata, che ha fatto sognare molte persone con la sua musica, e con la canzone che da titolo al film: Marina. Una musica leggera, ballabile, e allegra, che poco fa immaginare delle difficoltà che ha dovuto attraversare nella sua vita.

seduzione per tutti

Come dicevamo la settimana scorsa, quest’anno prossimo stiamo preparando dei workshop tra cui uno sulla seduzione, per poter sedurre la persona giusta nel momento giusto, in cui si sveleranno i più importanti segreti di quest’antica arte… Perchè la seduzione comprende molti aspetti, rifletteremo insieme su diverse componenti…e, come sapete che amo gli acronimi, lo faremo usandone uno.

l’amore incondizionato

Per come la vedo io, una delle cose che risolverebbe molti problemi è l’amore incondizionato ma, ogni volta che lo dico, mi rispondono che questo ci renderebbe troppo deboli e in balia degli altri. Invece, secondo me, è proprio al contrario, vediamo in che senso.

il ballo dei contabili

Dicono che in un’epoca non troppo lontana, in uno stato del medio oriente, viveva un sultano. Ogni giorno aveva a che fare con un fedele contabile. In tanti anni non lo aveva mai tradito. Un brutto giorno, purtroppo, morì. Il sultano soffrì molto.

Dan sha ri (2017)

Oggi voglio parlare di nuovo di un libro sull’ordie perchè questa estate sto facendo grandi pulizie arriva dal Giappone come quello di cui abbiamo già parlato di Marie Kondò, ma con un approccio più esteso, Dan Sha ri, riordina la tua vita, che sfrutta l’idea del riordino come spunto per analizzare il rapporto con le cose e con noi stessi.

Gattaca (1997)

Oggi voglio parlarvi di uno di quei film con cui ho pianto dalla prima all’ultima scena, perchè è basato su una storia vera, perchè è una storia di donne, di meritocrazia e di regole ossolete infrante per progredire. In Italia è stato tradotto come Il diritto di contare. Un film, come dicono all’inizio del film, sul diritto di vivere l’impossibile.

seduzione

Per l’anno prossimo, oltre agli incontri di facciamo pace, stiamo preparando dei workshop o piccoli eventi tematici, il primo è quello sulla seduzione. Tanti parlano di seduzione, di come sedurre con la mente, di come sedurre con la pnl, di come sedurre con le parole, di come sedurre chiunque, ecc. Credo che sia tutto possibile, sempre che definiamo bene la parola seduzione.

capire bene il problema

Oggi voglio raccontarvi una storia vera, successa all’inizio dell’estate, a me. Chi mi conosce sa che la cosa in cui riesco a seguire meno i miei consigli è quella di fare solo una cosa alla volta. Faccio veramente fatica a finire le cose e mi sento meglio nel caos che in un finto ordine.

la paura del lupo

Dicono che in un antico monastero cinese, c’era un monaco, che ogni volta che si ritirava in meditazione, vedeva un lupo inferocito che lo inseguiva. Egli non riusciva più a meditare a causa di questa visione. Aveva iniziato anche ad aver paura a prendere sonno la sera, perché ogni volta che chiudeva gli occhi era assalito da quell’animale così reale ai sensi.

Consapevolezza è meglio (2014)

Oggi voglio parlare di un libro fantastico di cui vi ho già parlato questa settimana, Consapevolezza è meglio. Per sentirsi bene con se stessi e gli altri, che racconta come il processo di socializzazione, educazione a cui veniamo sottoposti, lascia nella memoria emozionale una serie di ferite che creano delle vere e proprie scissioni che poi, entrando in conflitto, possono renderci la vita impossibile.

Il diritto di contare (2016)

Oggi voglio parlarvi di uno di quei film con cui ho pianto dalla prima all’ultima scena, perchè è basato su una storia vera, perchè è una storia di donne, di meritocrazia e di regole ossolete infrante per progredire. In Italia è stato tradotto come Il diritto di contare. Un film, come dicono all’inizio del film, sul diritto di vivere l’impossibile.

di torti e torte

Per riprendere dopo l’estate, al prossimo evento di facciamo pace parleremo di torti e di torte. Espressione molto carina incontrata nel libro Consapevolezza è meglio. Per sentirsi bene con se stessi e gli altri. Un libro sulla consapevolezza come crescita personale, sulla presa di reponsabilità e sulla felicità.

pretese e patti

Abbiamo spesso detto che le persone che si mostrano come molto forti in realtà stanno nascondendo la propria debolezza… E che quando qualcuno pretendiamo qualcosa da qualcuno, stiamo urlando direttamente alla sua parte ribelle. Ed è la forma migliore per non ottenerlo, o almeno non nel modo migliore. Per capire meglio come funziona vediamo una spiegazione usando la terminologia della psicologia evolutiva.

la storia delle carote

Dicono che c’era una volta un professore che cercava di spiegare ai suoi allievi che dovevano fare del loro meglio. E loro continuavano a trovare scuse per non fare delle cose. La maggior parte di queste scuse si riferivano alla incertidumbre nei risultati. Al fatto che non tutto dipende da noi, almeno non nel modo in cui vorremmo.

La paura è una sega mentale (2010)

Oggi voglio parlare di un libro di Giulio Cesare Giacobbe, che mi era sfuggito quando ho scritto sugli altri… La paura è una sega mentale. Un libro sulla paura sistematica, che è alla base di diversi disturbi anche gravi come ansia, attacchi di panico, depressione e somatizzazioni e, secondo la psicoterapia evolutiva, è dovuta al mancato sviluppo della personalità adulta e quindi al permanere della personalità infantile.

Il miglio verde (1999)

Oggi voglio parlarvi di uno di quei film che quando è uscito mi ha colpito molto, meravigliosamente interpretato da Tom Hanks, David Morse e Michael Clarke Duncan, su una sceneggiatura basata su un libro di Stephen King, Il miglio verde. Una storia commovente sulla paura, la superficialità e la rabbia, ma anche sulla curiosità, la bontà, l’aiuto e l’accettazione dei diversi. Una storia assurda, fantastica, agrodolce come la vita.

rimandare e procrastinare

Questa settimana, con calma perchè era l’ultimo incontro prima delle vacanze, abbiamo continuato a parlare delle cose che non riusciamo a fare, questa volta analizzando le cose che “decidiamo” di non fare, di rimandare, o che continuiamo a procrastinare con un maggiore o minore grado di consapevolezza. Abbiamo parlato di come aumentare questa consapevolezza e su come sfruttare queste conoscenze per diventare più funzionali nella nostra vita.

namastè

Abbiamo sempre detto che dentro di noi, nella nostra mente, ci sono diverse voci, diverse personalità, diverse “parti” di noi, separate, che influenzano come pensiamo, come parliamo, come ci comportiamo, le nostre abitudini e di conseguenza le nostre relazioni. Oggi vogliamo parlare di come queste voci interagiscono fra loro, dentro e fuori di ognuno di noi…

fuori dalla finestra

Dicono che c’era una volta un servo che sopportava quotidianamente il carattere irascibile del suo padrone. Un giorno, il signore tornò a casa di cattivo umore, si sedette per mangiare. Trovò davanti a sé un piatto di minestra. Ma la minestra era fredda! Così si arrabbiò e gettò il piatto fuori dalla finestra.

Metagenealogia (2011)

Oggi voglio parlare di un libro molto particolare di Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa, Metagenealogia. Un metodo di analisi dell’albero genealogico e di come la famiglia riversa e trasmette sugli individui energie positive e negative, e sovente l’inconscio familiare interagisce con l’inconscio personale, nel bene e nel male.

C’est la Vie – Prendila come viene (2017)

Oggi voglio parlarvi di un film sulla legerezza, sulla rinuncia al controllo e su tutte le cose che possono uscire dai binari e rientrarci, senza farci deragliare… ma solo prendere qualche scossone. C’est la vie: Prendila come viene, e non ti preoccupare più di tanto.

i limiti esterni

La prossima settimana continueremo a parlare delle ragioni per cui non riusciamo a fare quello che vorremmo. In questo prossimo incontro, parleremo di quando i limiti sembrano essere esterni e dico sembrano perchè non sempre lo sono, e anche di quando lo sono veramente.

delitto e castigo

Abbiamo sempre parlato molto di perdono, e di come perdonare non voglia dire permettere che i malfatti continuino ma allontanare il malfattore senza rancore. Ma, a volte, per evitare che il malfattore continui serve un castigo. Come si coniuga il perdono con il castigo? E, soprattutto come può aiutarci il perdono a migliorare l’efficacia del castigo?

i tre vecchietti

Una donna stava innaffiando il giardino della sua casa quando vide tre vecchietti con i loro anni di esperienza, che stavano di fronte al suo giardino. Poiché non li conosceva disse:
— Non mi sembra di conoscervi, ma penso che siate affamati. Vi prego, entrate per mangiare qualcosa.

Leader di te stesso (2004)

Oggi voglio parlare di un libro di uno dei coach-motivatori più importanti in Italia in questo momento, Roberto Re, dicono che sia il Tony Robbins italiano: Leader di te stesso: Come sfruttare al meglio il tuo potenziale per migliorare la qualità della tua vita personale e professionale, una riflessione molto particolare e molto interessante su come riprendere il comando della nostra vita.

Hector e la ricerca della felicità (2014)

Oggi voglio parlarvi di un film tedesco, Hector e la ricerca della felicità, un film che parla di un eccentrico ma irresistibile psichiatra londinese con una vita quadrata e prevedibile, che arriva ad un punto in cui entra in crisi. Si rende conto che i suoi pazienti non stanno diventando più felici e inizia a chiedersi sulla propria felicità.

passato, presente e futuro

Questa settimana abbiamo continuato a parlare di accettologia e di cocreazione. E soprattutto di come il nostro passato può aver condizionato il nostro presente ma possiamo sempre rompere la catena del condizionamento impedendoli di condizionare il nostro futuro. Perchè così come ieri fu prima di oggi, oggi è il prima di domani.

l’importanza del gesto

Nei nostri discorsi spesso parliamo dell’importanza delle parole, sia dette che pensate, nella definizione del nostro mondo, ma la comunicazione è molto di più. C’è anche ilnon verbale che è tutto un mondo a se. Oggi vorrei parlare di una delle modalità del non verbale che sono i gesti, inizialmente in senso lato, ma anche allargato.

lo zaino troppo pieno

Dicono che c’era una ragazzo che stava tornando a casa da scuola e si accorse che un compagno poco davanti a lui era inciampato, cadendo si era aperto il suo zaino e tutte le sue cose stavano per terra… alcuni libri, una maglietta, la calcolatrice… Il ragazzo lo aiutò a raccogliere il tutto e, siccome dovevano fare la stessa strada, lo aiutò a portare parte delle cose.

Tredici (2007)

Oggi voglio parlare di nuovo di un romanzo, Tredici, che è diventato famoso quando Netflix ci ha fatto un telefilm che è diventato cult. Infatti è stata acclamata dalla critica, che ha lodato l’interpretazione del cast e l’approccio a temi delicati come il suicidio, la violenza sessuale, l’omosessualità, le violenze domestiche e il bullismo; anche se la rappresentazione esplicita di tali temi ha generato dibattiti e controversie in numerosi paesi.

Quasi amici (2011)

Oggi voglio parlarvi di un film sull’amicizia, un’amicizia particolare tra due uomini completamente diversi in assolutamente tutto, dall’estrazione sociale, al livello economico e culturale, ai gusti musicali. Un’amicizia basata sulla loro umanità, sulla voglia di vivere, sull’umore e su una sfida…

essere limitato o avere limiti

La prossima settimana continueremo a parlare delle ragioni per cui non riusciamo a fare quello che vorremmo. In questo prossimo incontro, partiremo dalla domanda con cui abbiamo chiuso l’ultimo. Quando non riesci a fare le cose che vorresti, è per come sei (o non sei) o per quello che hai (o non hai).

tensione

Una delle trappole in cui cadiamo ogni giorno nella nostra società è quella di cercare di evitare la tensione, i problemi e lo stress. Tutte cose che possono essere molto negative quando le troviamo in eccesso ma che possono farci molto male quando non ne abbiamo abbastanza. Oggi parliamo della tensione, della giusta tensione per funzionare.

la mamma affranta

Una’antica leggenda buddista narra di una mamma il cui unico figlio improvvisamente morì. Affranta dal dolore, la donna si recò da un sant’uomo e gli chiese se c’era una preghiera o un magico incantesimo con cui poter riportare in vita il suo bambino.

Simboli e Simbolismi

Oggi voglio parlarvi di libro che ho scaricato gratuitamente da internet seguendo un link proposto da facebook, Simboli e Simbolismi nell’Ipnosi Dinamica© e nell’Autocontrollo del professore Stefano Benemeglio, psicologo e ipnologo professionista e padre dell’Ipnosi Dinamica Benemegliana. Un libro che parla d’ipnosi, ma i cui contenuti possono essere sfruttati anche al di fuori del rapporti terapeutico.

Chiamami col tuo nome (2018)

Oggi voglio parlarvi di un film sull’amore impossibile, molto particolare perchè è un amore gay in un momento in cui i gay non potevano assolutamente amarsi apertamente, Chiamami col tuo nome. Una bellissima storia di amicizia, di amore, di vita, di relazioni di tutti i tipi, di curiosità, di scoperte e di sogni… ma soprattutto di scelte. Terzo film di una trilogia con Io sono l’amore e A Bigger Splash.

prendere posizioni

Questa settimana abbiamo continuato a parlare di accettologia e di come capire come ottenere quello che desideriamo, sfruttando quello che sappiamo sulla cocreazione. E abbiamo parlato molto di come modifichiamo il futuro prendendo posizioni nei suoi confronti.

cocreazione

Spesso parliamo di cocreazione, e vorrei chiarire bene a cosa mi riferisco perchè non è un termine che trovo spesso in giro. Il termine cocreazione lo usiamo per rappresentare il fatto che siamo creatori ma non abbiamo un potere assoluto. Siamo creatori ma, siccome lo siamo tutti, siccome non siamo gli unici creatori, non possiamo fare che tutto sia come vorremmo.

la mamma felice

Dicono che c’era una volta una madre che aveva un sacco di problemi. Non dormiva, si sentiva esausta, era irritabile, scontrosa e acida. Sempre malata, finché un giorno, all’improvviso, cambiò. La situazione era uguale, ma lei era diversa.

Gli Snicci (1961)

In questi giorni in cui Torino si prepara per il pride mi capita spesso di parlare di discriminazione, non solo per ragioni di orientamento sessuale, ma di ogni genere perchè sono convinta che tutte le discriminazioni siano uguali, anzi, siano la stessa, un modo di escludere alcuni individui per una ragione, che può essere religiosa come in la vita è bella, di età o di qualsiasi tipo. Per fare un esempio, il più semplice, possiamo prendere un libro per bambini, del Dr. Seuss, scritto già in 1961, Gli Snicci.

Now you see me (2013)

Oggi voglio parlarvi di uno di quei film di cui ho amato sia il primo che il secondo e di cui aspetto con ansia il terzo, Now You See Me – I maghi del crimine, con tanti attori famosi, tra cui Mark Ruffalo, Woody Harrelson, Michael Caine e Morgan Freeman. Una meravigliosa storia in cui si mischiano la magia, la giustizia, la ribellione, l’eccellenza e la lotta fra la collaborazione e l’individualità.

immaginazione e realtà

Dopo un mese rifflettendo sul cambiamento, continueremo a parlare di accettologia, di realismo e di immaginazione. E di come l’immaginazione è un potente strumento, che può renderci liberi o schiavi, forti o deboli, a seconda di come la usiamo per dipingere il mondo passato, presente o futuro.

responsabilità e collaborazione

Spesso i problemi di comunicazione derivano in problemi funzionali e pratici. Viviamo in società, siamo tutti legati. Ci sembra che le altre persone non vogliano collaborare con noi, non vogliano fare la loro parte e ci arrabbiamo o rattristiamo. Peccato che questo ci fa perdere tanta energia e tempo e non ci fa migliorare la situazione. Parlare di colpe è una delle strade più veloci verso l’insuccesso.

patate, uova e caffè

Dicono che c’era una volta una figlia che tutti i giorni si lamentava con la madre della sua vita infelice. Lei si era stancata di combattere e lottare ogni giorno per risolvere una marea di problemi che sembravano non finissero mai. La madre la portò in cucina. Riempì d’acqua tre pentole e le mise ognuna su un fuoco.

Chiamati all’Amore (2011)

Oggi voglio parlarvi di un altro libro di Anthony de Mello, Chiamati all’Amore, che è un po’ come il corso in miracoli, una rilettura, una spiegazione molto personale del messaggio della bibbia e di Gesù. Una lettura molto più positiva, più fiduciosa nelle capacità dell’uomo.

Fragola e Cioccolato (1993)

Oggi voglio parlarvi di uno dei miei film cubani preferiti, diretto da Tomás Gutiérrez Alea e protagonizzato da Jorge Perugorría e Vladimir Cruz: Fragola e cioccolato. Una commedia drammatica, come la vita, sulle differenze e le cose in comune, sulle passioni e le rinunce, sull’individualità e su come spesso ci vendiamo per passare inosservati, a volte per salvare la vita.

accettologia

Ieri all’evento di facciamo pace, abbiamo parlato, come promesso di accettologia, che sarebbe la scienza dell’accettazione. Non è questione di arrendersi o di rassegnarsi, ma semplicemente di accettare la realtà com’è, e il fatto che non la conosciamo tutta, che c’è sempre qualche mancanza nella nostra conoscenza di essa, che ci porta a giudicarla, anche se lei in realtà è neutra.

includere o escludere

Spesso, quando faccio mediazioni di coppia, in famiglia o anche al lavoro, mi trovo a proporre il linguaggio inclusivo da usare al posto di quello esclusivo, e (quasi) tutti si sorprendono di quanto potere abbia un cambiamento così piccolo. Solo qualche pronome, qualche forma verbale alla prima persona del plurale e tutto cambia.

l’uomo e la corrente

Dicono che un giorno, un giovane ed un anziano che camminavano vicino ad un fiume videro un cagnolino che era caduto nell’acqua, piangeva ed abbaiava disperato, non sapeva nuotare, sentiva la corrente che lo trascinava su e giù e non risusciva a respirare. L’anziano si aggrappò ad un ramo per riprenderlo, riuscì nell’intento ma, appena riposto l’animale a terra, quando stava per tornare sui suoi passi, il ramo si spezzò e cadde nel acqua da cui aveva salvato il piccolo.

La laurea non ti basta (2017)

Oggi voglio parlarvi di un libretto del nome La Laurea Non Ti Basta: Come Cambiare In Meglio La Sorte Del Tuo Futuro Universitario e Professionale, di due giovani italiani, Paolo Mattia Palazzolo e Antonella Sgobbo, con una marcia in più. Due giovani con un bellissimo progetto di formazione parallela a quella universitaria in quelle che chiamano soft-skills.

Non sposate le mie figlie (2014)

Oggi voglio parlarvi di un’altro film francese che ho amato da quando ho visto il trailer, Non sposate le mie figlie, una commedia nel migliore stile francese, che rispecchia le differenze fra le grandi città e i piccoli paesi, fra le persone di una certa età e i giovani, e le similitudini, a volte anche insospettabili, fra persone molto diverse.

giochi, problemi, avventure

Dopo un mese rifflettendo sul cambiamento, sul quando, come, e perchè cambiare, a giugno cercheremo di concretare un po’ di più, chiedendoci “perchè no?” a tutti i cambiamenti e i miglioramenti che non riusciamo a mettere in moto. In questo prossimo incontro, vedremo tecniche e concetti che ci renderanno più semplice scegliere cosa cambiare e come ottenere i risultati desiderati al livello più proffondo possibile…

4G

Se ti piacciono i telefoni e gli smartphone forse hai un telefono 4G, non so se sono i migliori ma sicuramenti sono veloci, molto veloci, nel comunicare, nell’inviare e ricevere informazioni. Per avere con la vita, con l’Universo o con lo Spirito Santo, come volete chiamarlo, una connesione migliore… possiamo usare anche noi le 4G:

vado a dormire

Dicono che una sera una donna e suo marito, stavano seduti sul divano guardando la tv quando, ad un certo punto, lei disse “Sono stanca, è tardi, penso che andrò a letto”. Il marito annuì distratto e lei si alzò lasciandolo da solo nella sala. Andando a letto passò dalla cucina, preparò due panini per i bambini per l’indomani, sistemò le tazze e i cereali per la colazione e mise cucchiai e piattini sulla tavola per la mattina successiva.

Il mago di Oz (1939)

Oggi voglio parlarvi di un film molto vecchio, Il mago di Oz, versione cinematografica dell’omonimo libro per bambini di Lyman Frank Baum. Ho sempre adorato questo film, per la storia, per gli effetti speciali e la musica, ma soprattutto per il messaggio positivista, potenziante finale “nessun posto è bello come casa mia”.

come e quando cambiare?

Ieri all’evento di facciamo pace, abbiamo parlato, come promesso di cambiamento, di quando e come cambiare, nel modo più semplice ed efficace, che è allenandoci poco a poco, dividendo il problema in piccoli problemi e attaccandoli uno ad uno, con un processo continuo che ci renderà sempre più capaci.

non ti preoccupare

Una delle cose che molte volte fraintendiamo è il bisogno e l’utilità della preoccupazione, spesso mi capita di dire a qualcuno di preoccuparsi meno e mi risponde che non è possibile, che deve preoccuparsi, che se non si preoccupasse sarebbe senza cuore. Invece, il cuore non si preoccupa, non capisce niente di futuro e di passato.

l’alieno curioso

Dicono che un giorno un alieno atterrò con la sua astronave sulla Terra. Era un ricercatore, un eterno studente che amava viaggiare nello spazio alla ricerca di altre forme d’intelligenza con cui confrontarsi per ampliare le sue capacità e possibilità. Una volta aperto il portello, si trovò davanti edifici in rovina, strade dissestate, esseri umani intenti a chiedere l’elemosina.

Reinventa Te Stesso (2009)

Un altro libro molto interessante parlando di cambiare è il meraviglioso Reinventa te stesso, di Steve Chandler, che ci spiega come possiamo cambiare quello che siamo, in qualsiasi momento, se non ci piace quello che siamo diventati, perchè non siamo oggetti ma persone in divenire…

Split (2016)

Oggi voglio parlarvi di un thriller psicologico molto speciale, Split, scritto e diretto da M. Night Shyamalan, una storia terribile sulle personalità multipli e le loro caratteristiche, psicologiche e persino fisiche… ma anche su come si formano e perchè, secondo una teoria molto speciale, sono il prossimo passo dell’evoluzione umana.

diventare qualcuno

Come dicevamo, durante questo mese di maggio a facciamo pace stiamo parlando di cambiare, di cambiamento, di come, quando e perchè cambiare, al prossimo incontro parleremo di cosa siamo diventati, se ci piace, se ci rende fieri… o se preferiremo diventare qualcos’altro perchè, per un’allenatore come me, non è mai troppo tardi.

modestia a parte

Abbiamo già parlato di come questo momento storico la società ci voglia sempre più mediocri perchè siamo più facili da gestire, e di come questo renda sempre più difficile spuntare come individui e trovare la nostra strada, la nostra missione e portarla a termine… anche se le risorse e le potenzialità continuano ad aumentare. E, per fare questo ci vuole anche modesti.

il tavolino della nonna

Dicono che c’era una volta una vecchierella che restò vedova del suo adorato marito, con cui aveva condiviso tutta la vita, allevato un figlio e invecchiato lentamente. Alla morte del marito dovete trasferirsi in un’altra città per andare a vivere con il figlio, la nuora e la loro figlioletta. Dovete imparare di nuovo molte cose, ma allo stesso tempo la sua mente non era più quella di un tempo perciò ne dimenticava tante.

Evolvi il Tuo Cervello (2012)

Un libro molto interessante parlando di cambiare è il meraviglioso Evolvi il tuo cervello, di Joe Dispenza, sul nostro cervello e i suoi automatismi, la neuroplasticità, sulla nostra mente, sul nostro potere, e su come possiamo imparare ad usarli invece di farci usare.

Moglie a sorpresa (1992)

Oggi voglio parlarvi di un’altro dei miei film preferiti di sempre, con due dei miei attori preferiti, Steve Martin e Goldie Hawn Moglie a sorpresa, una storia fantastica perchè parla di come la fantasia può aggiustare qualsiasi cosa, di come può colorare la nostra vita e le nostre giornate, poco a poco e in maniere che la logica non potrebbe nemmeno immaginare.

cosa vuoi cambiare?

Ieri all’evento di facciamo pace, abbiamo parlato, come promesso di cambiamento e di efficienza ma anche di soddisfazioni, anche di quali cose ci darebbe più soddisfazioni cambiare, di quali cambiamenti ci renderebbero più felici, sereni e ci farebbero sentire più forti e capaci.

i quattro livelli della coscienza

Questa sera all’ incontro di facciamo pace oltre alle diverse voci nella testa, parleremo anche degli stati di coscienza e di percezione dei Laikas, descritti magistralmente nel libro di Alberto Villoldo di cui vi parlavo la settimana scorsa: Le Quattro Rivelazioni. Quattro livelli da cui possiamo guardare e condizionare il mondo, in modi diversi.

il cuore più bello del mondo

Dicono che un giorno un giovanotto, in mezzo a una piazza gremita di persone, diceva di avere il cuore più bello del mondo, o quantomeno della vallata. Tutti quanti glielo ammiravano, era davvero perfetto, senza alcun minimo difetto. Erano tutti concordi nell’ammettere che quello era proprio il cuore più bello che avessero mai visto in vita loro, e più lo dicevano, più il giovane s’insuperbiva e si vantava di quel suo cuore meraviglioso…

Le quattro rivelazioni (2012)

Oggi voglio parlarvi di un’altro libro molto speciale, di Alberto Villoldo, molto meno conosciuto di altri autori di cui vi ho parlato, ma a mio modo di vedere, particolarmente interessante: Le Quattro Rivelazioni. È un libro sullo sciamanesimo e sulla cultura e spiritualità dei laykas, popolo ancestrale peruviano, che sapevano come accedere a mondi paraleli pieni di nuove possibilità.

Cambia la tua vita con un click (2006)

Oggi voglio parlarvi di quello che potrebbe sembrare un’altro filmetto da pomeriggio piovoso, Cambio vita con un click, ma volendo può veramente insegnarci qualcosa sui valori e le priorità, e sul nostro potere di scegliere, ma anche di accettare e di cambiare.

perchè cambiare?

Come dicevamo la settimana scorsa, il mese di maggio a facciamo pace parleremo di cambiare, di cambiamento, di come, quando e perchè cambiare, al prossimo incontro inizieremo parlando delle motivazioni, di perchè cambiare, perchè ci sono motivazioni della squadra dell’anima e altre di quella dell’EGO, ed è importante sapere dove porta ognuna.

il principio di Peter

Oggi, per la giornata dei lavoratori, voglio parlare di un altro dei “principi” paradossali che possiamo osservare nelle aziende ed è il “principio di Peter“, formulato da Laurence J. Peter, secondo il quale “ogni lavoratore viene promosso fino al suo livello di incompetenza”. E questo spiega come mai troviamo così spesso delle persone incompetenti ai piani alti. Non lo sono sempre stati (incompetenti).

affilare l’ascia

Dicono che c’erauna volta un possente taglialegna in cerca di lavoro. Dopo aver girato diverse città, il taglialegna trovò finalmente impiego presso un importante commerciante di legno. L’ottima paga e le eccellenti condizioni di lavoro convinsero il taglialegna a dare il meglio di sé.

Conversazioni con Dio (1998)

Oggi voglio parlarvi di un’altro libro molto interessante, di Neale Donald Walsch, considerato da molti un messaggero spirituale dei nostri giorni e le cui parole continuano a toccare il mondo in maniera molto profonda: Conversazioni con Dio, in cui dice, tra altre cose, >

Se scappi ti sposo (1999)

Oggi voglio parlarvi di quella che potrebbe sembrare una semplicissima commedia romantica, Se scappi ti sposo, con Richard Gere e Julia Roberts, e il regista di Pretty Woman. All’epoca mi sembrò un film carino su una ragazza molto confusa, ma adesso che so che in ognuno di noi c’è un po’ di ogni personaggio che vediamo… ho capito meglio molte cose.

cambiare

La prossima settimana non ci sarà incontro perchè il prossimo martedì è il primo maggio ed è festa, perciò il prossimo incontro sarà l’otto maggio, e inizieremo un argomento molto “largo”, che ognuno si potrà personalizzare e cucire addosso su misura. Parleremo del cambiamento, di come, quando e perchè cambiare.

di ponti e di tunnel

Uno dei discorsi che più è piaciuto all’ultimo incontro di facciamo pace era stato quello dei ponti e i tunnel, come metafore delle due possibili modalità di connessione fra due persone, che sia in una semplice e singola conversazione, in un rapporto di amicizia, di lavoro o affettivo, o in una convivenza più o meno lunga.

la sega elettrica

Dicono che c’era una volta un taglialegna molto forte e capace che andò per vacanza in un'altra zona di boschi un po' lontana dalla sua. Lì, incontrò un collega boscaiolo molto simile a lui e andarono al bar a condividere esperienze e racconti del loro duro e...

Le parole sono finestre (1998)

Oggi voglio parlarvi di un’altro libro di Marshall Rosenberg dal titolo Le parole sono finestre, oppure muri, in cui l’autore ci spiega, come dice la copertina, come le nostre parole possono aiutarci a guardare dentro gli altri e mostrare quello che abbiamo dentro, o a nascondere tutto e proteggere o proteggerci fino al punto di non riuscire nemmeno a vedere il nostro interlocutore.

La vita è bella (1997)

Oggi ho dovuto controllare tre volte tutti i miei post nella categoria film, possibile che no nabbia ancora scritto su La vita è bella? in un blog su film motivazionali e che potrebbero aiutarci a cambiare punto di vista sulle cose… e ancora non c’era nella lista uno dei più bei film sulla fantasia, sulla gioia di vivere e sull’amore incondizionato ed in tutte le sue forme… Poniamo rimedio subito.

perchè parli?

Lo chiedo davvero, non è una domanda retorica… che, come dicevamo ieri all’evento di facciamo pace, dovremmo farci molto più spesso se vogliamo riprendere in mano la nostra vita, la cocreazione della nostra vita, la corresponsabilità di quello che ci accade. Perchè parliamo quando parliamo?

l’origine del male

Uno degli argomenti che trattano in modo diverso la filosofia, la psicologia e la spiritualità è quello del male. La filosofia spesso si è persa cercando di capire se l’uomo è buono o cattivo. La psicologia spesso si è persa cercando l’origine del male nella vita di una persona, l’origine dei suoi problemi, cercando un torto subito, cercando i colpevoli, qualcuno che ha fatto del male senza ragione. Solo la spiritualità può andare oltre queste limitazioni.

il pacchetto nel comodino

Dicono che un uomo un giorno un nonno raccontava ai suoi nipotini la ragione che si nascondeva dietro ai comportamenti che facevano che tutti lo considerassero strano. Gli disse che era stato un uomo normale, quasi banale, come tutti gli altri fino a che un giorno, finchè si ritrovò a dover accompagnare un suo carissimo amico nei momenti più bui della sua vita.

Psicocibernetica (1960)

Oggi voglio parlarvi di un’altro libro che è stato molto importante che avrei voluto leggere prima, Psicocibernetica, in cui Maxwell Maltz, chirurgo plastico, spiega come nella sua pratica aveva trovato dei pazienti a cui un’operazione per migliorare l’aspetto fisico aveva cambiato la vita (intesa come pensieri, azioni e abitudini) e altri a cui non solo non aveva migliorato ma persino aveva peggiorato la quotidianità, arrivando persino a non vedere i risultati del suddetto cambiamento.

La famiglia Belier (2014)

Oggi voglio parlare di un film che è stato molto importante per la mia famiglia quando è uscito, La famiglia Belièr, la storia di una ragazzina adolescente, figlia di sordomuti che scopre una passione e di essere portata per la musica. Una meravigliosa commedia francese che parla di crescita, di incomprensioni e di conflitti, ma soprattutto di amore profondo.

prima pensa, poi parla…

Anche oggi, per parlare del prossimo incontro di facciamo pace, voglio iniziare con una frase italiana che mi ha fatto ridere quando l’ho vista per la prima volta, la regola delle 12P: “Prima pensa, poi parla, perché parole poco pensate possono portare parecchie puttanate”

è una fase

La settimana scorsa parlavamo di eccezioni, oggi voglio parlare di fasi. Un’altra delle cose che mandano in cortocircuito l’EGO è l’esistenza di fasi, de la non linearità, perchè lui ha bisogno di livelli di sicurezza e stabilità che non sempre sono possibili. Lui non ammette il cambiamento, e quando deve per forza accettarlo, immagina che sia per sempre e agisce di conseguenza.

ciechi e sordi

Dicono che c’era una volta un ricovero per ciechi, in cui godevano espressamente tutti gli stessi diritti, e le loro faccende venivano decise a maggioranza. I ciechi riuscivano a distinguere infallibilmente, al semplice tatto, monete di rame da monete d’argento, nessuno di loro s’ingannava mai circa il vino della Mosella anzichè della Borgogna.

Il potere di adesso (1997)

Oggi voglio parlarvi di un’altro libro che è stato molto importante per la mia crescita, per la mia formazione “parallela” a quella classica e razionale, Il potere di adesso, in cui Eckhart Tolle, racconta un episodio della sua vita e come questo è stato la rivelazione dell’esistenza di un mondo a molti sconosciuto, che molti continuano ad ignorare, quello del qui e ora.

Forrest Gump (1994)

Oggi voglio parlare di un film che è stato molto famoso nel suo momento, Forrest Gump, con Tom Hanks, all’epoca l’ho adorato, anche se non avevo compreso fino in fondo perchè. Sembrava una storia molto banale, simpatica quanto incredibile, forse un po’ sempliciotta e semplicistica.

osserva come parli

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato dicome ascoltare quello che diciamo e quello che dicono gli altri in un modo diverso, osservando nelle parole la componente “consapevole” e tutte le informazioni inconsapevoli che vengono fuori insieme ad esse.

regole ed eccezioni

Una delle cose che più fatica a comprendere l’EGO è la differenza fra un eccezione ed una regola, fra un cambiamento momentaneo e un cambiamento di rotta. Per questo motivo rischia di perdere molte piccole opportunità di vivere cose carine ma che non potrebbero diventare stabili, ma anche di non trovare delle strade nascoste dietro a queste.

i chiodi e lo steccato

Dicono che c’era una volta un ragazzo con un bruttissimo carattere. Suo padre gli diede un sacchetto di chiodi e gli disse, per renderlo consapevole, di piantarne uno nello steccato del giardino ogni volta che avesse perso la pazienza e litigato con qualcuno. Il primo giorno il ragazzo piantò 37 chiodi nello steccato.

Crescere i Bambini con la Comunicazione Nonviolenta (2007)

Oggi voglio parlarvi di un libricino dal titolo Crescere i Bambini con la Comunicazione Nonviolenta, una proposta alternativa per tutti quelli che vogliono migliorare la propria capacità di essere genitori, educatori o anche solo vivere le relazioni familiari più costruttive, sfruttando al massimo il processo della comunicazione non violenta.

Bright (2017)

Oggi voglio parlare di un film abbastanza nuovo, Bright, con Will Smith, una poliziesco con un po’ di ambientazione fantasy, ma non troppa, perciò molto “credibile” e che rende molto semplice identificarsi coi personaggi. Ma soprattutto un film sull’amicizia improbabile fra “persone” che sembravano non avere niente in comune.

bada a come parli

Anche oggi, per parlare del prossimo incontro di facciamo pace, voglio iniziare con una delle mie frasi preferite di Gandhi, ve la ricordate? quella che dice “Bada ai tuoi pensieri perche diventeranno le tue parole. Bada alle tue parole perche diventeranno le tue azioni. Bada alle tue azioni perche diventeranno le tue abitudini. Bada alle tue abitudini perche diventeranno il tuo carattere. Bada al tuo carattere perche diventerà il tuo destino.”

ascoltami

Tutti abbiamo bisogno di essere ascoltati. Tutti abbiamo bisogno di parlare e di avere qualcuno che ascolta quello che abbiamo da dire. A volte abbiamo bisogno soltanto di parlare, a volte abbiamo bisogno di conforto, a volte abbiamo bisogno di comprensione, a volte di consiglio. Parlare è il modo di condividere quello che abbiamo dentro più efficace, se l’altro ci ascolta.

l’uomo, il cavallo e il cane

Dicono che un giorno un uomo, il suo cavallo e il suo cane camminavano lungo una strada. Mentre passavano vicino a un albero gigantesco, un fulmine li’ colpi’, uccidendoli all’istante. Ma il viandante non si accorse di aver lasciato questo mondo e continuo’ a camminare, accompagnato dai suoi animali.A volte, i morti impiegano qualche tempo per rendersi conto della loro nuova condizione.

28 Giorni – L’Oroscopo degli Ormoni (2006)

O ggi voglio parlarvi di un libro dal titolo Ventotto Giorni – L’Oroscopo degli Ormoni, un libro scientifico, e allo stesso tempo divertente e molto pratico, che descrive gli effetti degli ormoni ogni giorno del mese, dai primi giorni appena arrivate le mestruazioni, passando dal momento dell’ovulazione e fino agli ultimi, in cui stanno per arrivare.

The Place (2017)

Oggi voglio parlare di un film molto nuovo, The Place, diretto da Paolo Genovese, che tanto ho amato in Perfetti Sconosciuti, e come in quel caso, fa una fotografia della nostra società, della nostra ipocrisia, delle nostre debolezze e anche della nostra forza, il libero arbitrio, la capacità di scegliere, in ogni caso… in qualunque momento, se seguire l’inerzia o fare dei cambiamenti perchè il nostro futuro non rifletta per forza le cose che non amiamo del nostro passato.

vuoi essere più felice?

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato di felicità, di come valutarla e di come migliorare questo voto, questo valore, con delle piccole azioni chiare, semplici e che si possono allenare poco a poco. Perchè ci sono dodici attività che possono aiutarci a cambiare punto di vista, e a concentrarci su quello che abbiamo più di quello che ci manca.

cinque a uno

A bbiamo parlato molte volte dell’importanza di pensieri e parole e di come non ci sia una unica strada per tutti, delle scelte globalmente migliori del resto, ma sia necessario compensare per cercare il nostro personale equilibrio. Quello di cui voglio parlare oggi è della regola che, secondo alcuni ricercatori, descrive la forza di ogni parola positiva e negativa sulla nostra mente.

i monaci e la giovane

Dicono che un giorno due monaci buddisti stavano facendo ritorno al loro monastero, camminando in silenzio. Essi praticavano lo stato di testimonianza, osservando i loro pensieri e il mondo in modo distaccato. Giunti alla riva del fiume che li separava dalla loro meta, notarono che non c’era il barcaiolo che solitamente li traghettava dall’altra parte del fiume. Attesero a lungo ma questi non si fece vivo.

L’orologio degli organi (2016)

Oggi voglio parlarvi di un libro dal titolo L’orologio degli organi, un piccolo ma esaustivo compendio di medicina cinese sui ritmi circadiani, i ritmi naturali del corpo, da cui ci stiamo allontanati sempre di più con il nostro modo di vivere, e che si fanno sentire con sintomi, a volte legati proprio a certe ore del giorno o della notte.

Momo (1986)

Oggi voglio parlare di un’altro film che ha più di trent’anni, Momo, basato su una storia di Michael Ende, molto meno conosciuta della Storia Infinita, ma a cui sono molto affezionata per la tematica. Il libro, scritto nel 1973, voleva mettere in guardia tutti sul vero valore del tempo.

quanto sei felice?

Nel prossimo evento di facciamo pace, continueremo con il discorso sulla felicità, perchè quando ho chiesto quando era stata l’ultima volta che ognuno era stato felice ho visto facce molto stupite. Anche se è vero che essere felici è molto soggettivo vedremo alcuni aspetti per valutare il nostro livello di felicità.

Acceleratori

Dicono che prima di morire le persone si pentono delle cose che hanno fatto perchè dovevano e di quelle che non hanno fatto perchè credevano di non potere. Si pentono di non aver capito prima come funziona la vita e di non aver seguito più il loro istinto, la loro individualità, di non essere stati “se stessi“. Si pentono di non avere amato abbastanza, di non aver detto a sufficienza “ti amo“, di non avere fatto abbastanza l’amore, di non avere seguito abbastanza le proprie passioni.

il cappello rosso porpora

Dicono che qualche tempo fa, in una grande città visse una maestra molto simpatica, saggia e divertente. I suoi allievi ed ex-allievi la adoravano perchè aveva sempre per loro un sorriso, anche se non aveva avuto una vita facile. Non aveva famiglia ma si tanti amici e, nel suo funerale una sua ex-allieva volle leggere un bigliettino che le aveva dato tanti anni prima.

Puoi Essere Felice Qualunque Cosa Accada (2013)

Visto che questa settimana stiamo parlando molto di felicità, oggi voglio parlarvi di un libro dal titolo Puoi Essere Felice Qualunque Cosa Accada, un libro piccolo, concreto, pratico e chiaro, come piace a me, che spiega come ritrovare la gioia di vivere conoscendo e rispettando cinque principi chiave.

Un sogno per domani (2000)

O ggi voglio parlare di un’altro film non nuovissimo, con il grandissimo Kevin Spacy e il ragazzino del sesto senso, che in italiano si chiamava Un sogno per domani, ed è una storia piena di tristezza, di illusioni e di botte di realtà, ma soprattutto è la storia del come possiamo aiutare e cambiare il mondo, anche se forse non nel modo che avremmo sperato.

fermati un attimo

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato di abbondanza, e di come questa sia collegata alla felicità, ma soprattutto di come entrambe dipendano molto più da noi e da quello che abbiamo dentro che da quello che possediamo e quello che ci succede.

la fenice

na metafora meravigliosa che cito spesso quando aiuto persone che hanno problemi con il loro passato è quella dell'araba fenice che risorge dalle sue ceneri. Perchè se la capiamo bene non è così drastica e non parla veramente di morte ma di...

The miracle morning (2016)

Oggi voglio parlarvi di un libro dal titolo “the miracle morning”, in cui l’autore Hal Elrod ci spiega, come dice la copertina, come trasformare le nostre vite, un mattino alla volta. Con una serie di esercizi pratici che sfruttano molte delle tematiche di cui abbiamo parlato, in una “sequenza” giornaliera

La verità è che non gli piaci abbastanza (2009)

Oggi voglio parlare di un film di cui avevo anche letto il libro, La verità è che non gli piaci abbastanza, del 2009. Una bellissima riflessione sulle relazioni di coppia, o meglio, sulle aspettative sulle relazioni di coppia, e sui consigli degli amici e delle amiche che, a volte, con l’intenzione di farci stare meglio finiscono per farci stare peggio, e come solo la sincerità più crudele può farci uscire da un’infinita sega mentale.

abbondante e felice

Nel prossimo evento di facciamo pace, continueremo con il discorso sull’abbondanza e su come si collega con la felicità. Perchè solo quando ci sentiamo ricchi e abbondanti possiamo rilassarci quanto basta per sentire e ascoltare la felicità che abbiamo dentro, come quando eravamo bambini.

prendere decisioni

Le persone che stanno bene prendono molte decisioni ogni giorno. Non vuol dire che decidano in fretta o senza tenere in considerazione tutti gli aspetti importanti delle questioni su cui decidono. Semplicemente decidono ogni volta che si trovano un bivvio, scommettono, creano, e seguono i loro percorsi. Accettando le loro difficoltà, inconvenienti e problemi.molte decisioni ogni giorno. Non vuol dire che decida in fretta o senza tenere in considerazione tutti gli aspetti importanti delle questioni su cui decide. Semplicemente decidono ogni volta che si trovano un bivvio, scommettono, creano, e seguono i loro percorsi. Accettando le loro difficoltà, inconvenienti e problemi.

La mucca Virginia

Dicono che molto tempo fa, in una piccola città, viveva un uomo che era arrivato ad avere 100 vacche. L’uomo era molto orgoglioso del suo bestiame e si preoccupava del suo benessere. Amava tutte ed ognuna delle sue mucche, sapeva i loro nomi a memoria e anche quello che preferivano fare.

The magic (2012)

Oggi voglio parlarvi di un’altro dei libri che più mi ha segnato nella mia vita, nel mio percorso spirituale, nell’imparare ed allenarmi a pensare in un modo diverso. The Magic, di Rhonda byrne. Un libro della serie del secreto e della legge di attrazione, dedicato alla gratitudine, una delle vie più sicure per la felicità e la prosperità.

Downsizing – Vivere alla grande (2017)

Oggi voglio parlare di un film che ho atteso con grande desiderio per mesi, Downsizing – Vivere alla grande, una invenzione scentifica che promette di cambiare tutto ma, chiaramente, un po’ come nella storia del vecchietto seduto alle porte del paesello, non cambia nulla…

un po’ di economia

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato di abbondanza, di come attrarla, gestirla e soprattutto godercela. E abbiamo parlato un poco di economia, perchè alcuni termini economici ci possono aiutare a prendere consapevolezza della nostra situazione economica e non solo…

prima voglio capire…

Dicono che una volta, un professore di filosofia molto speciale vide che i suoi allievi erano molto nervosi e irrequieti, si perdevano nelle richieste di dettagli e non riuscivano a fare il lavoro che gli era stato richiesto di fare, decise di raccontar loro la storia dell’uomo che fu colpito da una freccia avvellenata.

Il magico potere del riordino (2014)

Oggi voglio parlarvi di un libro di Marie Kondo, che potrebbe sembrare fuori argomento ma, preso con la giusta ottica può essere molto più incisivo, Il magico potere del riordino. La Kondo ci da dei consigli sull’ordine in casa, invece di focalizzarsi su come gestire lo spazio, lo fa su come ridurre la quantità di cose da gestire. Questa strategia può essere utile anche in altri aspetti della nostra vita.

basta che funzioni (2009)

Oggi voglio parlare di un film assurdo e divertente, di Woody Allen, uno di quelli nuovi ma contraddistinti dallo stile che lo ha reso famoso, Basta che funzioni, la storia di Boris Yelnikoff, uno uomo anziano, depresso e ipocondriaco, che ha già fallito un tentato suicidio, e va avanti per inerzia, nella sua disperazione e nella sua tristezza, fino a quando trova una persona che gli cambia la vita con un punto di vista completamente diverso.

questione di volume

Nel prossimo evento di facciamo pace, continueremo con il discorso sull’abbondanza da dove l’abbiamo lasciato nell’incontro precedente, parlando di come chiedere le cose che desideriamo all’universo, per poi pensare anche a cosa fare quando lo otteniamo… per mantenere e aumentare il nostro benessere, abbondanza e felicità…

la formula della felicità

In questo periodo sto leggendo e studiando molto sulla felicità, alcuni libri che non trovo tradotti in italiano, e ho trovato una cosa che credo per molti possa essere sorprendente. Esiste una formula della felicità, diciamo matematica, con cui possiamo determinare quanto siamo felici e cosa dobbiamo fare per aumentare questo valore. E sono cose che possiamo fare tutti, senza avere bisogno di soldi, di tempo da dedicare o di particolare capacità innate o precedenti.

le stelle marine

Dicono che una volta, qualche tempo fa, una tempesta terribile si abbattè sul mare. Lame affilate di vento gelido trafiggevano l’acqua e la sollevavano in ondate gigantesche e sollevavano il fondo marino scaraventando le piccole bestiole del fondo, i crostacei e i piccoli molluschi, a decine di metri dal bordo del mare.

Padre ricco, Padre povero (1997)

Oggi parlarvi di un libro di Robert Kiyosaki, forse uno dei più famosi sull’indipendenza finanziaria, e sull’educazione finanziaria, Padre ricco, padre povero, in cui spiega perchè per i ricchi e più facile rimanere ricchi e per i poveri rimanere poveri, perchè è così difficile passare da una situazione all’altra.

Coco (2017)

Oggi voglio parlare di un’altro film di animazione meraviglioso, Coco, una storia ambientata nella notte dei morti, una delle tradizioni messicane che più ho sempre adorato… per i suoi colori, per la musica e per il modo in cui vedono l’eternità…

il genio ingenuo

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato diabbondanza, di come attrarla, gestirla e soprattutto godercela. E abbiamo visto una delle storie che uso spesso per spiegare la legge di attrazione e le vibrazioni a persone che non sono abituate a questi termini, la storia del genio ingenuo.

spiegare ai genitori

Ci sono molti libri con titoli tipo “certo argomento” spiegato ai mie figli. Ma non ho ancora visto nessuno intitolato “ceto argomento” spiegato ai miei genitori. Forse un giorno ne scrivero uno, anzi… una collana.

la fetta di torta

Dicono che un pomeriggio di Natale, una vecchietta entrò in uno dei pochi caffè aperti in una data così speciale e chiese quanto costasse un pezzo di una bellissima torta di cioccolato e lamponi.

Manuale del guerriero della Luce (1997)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Paulo Coelho, forse uno dei più famosi e quasi sicuramente il più breve, il più veloce da leggere, perchè più che una storia è una compilation di frasi di diverse provenienze, di racconti di poche righe che definiscono al guerriero della luce, per chiunque lo voglia diventare…

cattivissimo me (2010)

Oggi voglio parlare di un’altro dei miei film di animazione preferiti, Cattivissimo me, la storia di Gru, l’uomo che vorrebbe essere il più cattivo del mondo, comportandosi come un egoista, edonista, manipolatore, prepotente, senza scrupoli, disprezzante di tutto e di tutti; anche se… è tutta apparenza ma nella sostanza è di una tenerezza, fragilità e umanità.

il bicchiere mezzo pieno

Nel prossimo evento di facciamo pace, riprenderemo il discorso sull’abbondanza iniziato l’anno scorso per capire se è possibile attrarre l’abbondanza e la ricchezza, riconoscerle e godercele… e, come diciamo sempre, il primo scalino è il realismo, o meglio, la capacità di non abbatterci e non arrenderci.

Quando non puoi fare nulla…

on c'è nulla che tu debba fare, perchè per dover fare qualcosa dovresti poter farla... no? la logica non fa una piega. Ma spesso la rinneghiamo, non la ascoltiamo ci intestardiamo a sentirci in colpa perchè non possiamo fare niente in un aspetto...

l’uccellino e la mucca

Dicono che un giorno un piccolo uccellino stava volando verso sud per svernare, ma il tempo era talmente rigido che, dopo un po’, l’uccellino congelato cadde a terra stremato.

I soldi fanno la felicità (2006)

Oggi voglio parlarvi di un libro I Soldi Fanno la Felicità, un libro di Alfio Bardolla, uno dei principali formatori in materia di intelligenza finanziaria in Italia. Un libro completo che parla sia di psicologia che di finanza, perchè non basta solo una delle due materie per sviluppare una solida libertà finanziaria. Non condivido tutto quello che dice perchè a volte è un po’ esagerato… ma, direi che è una buona riflessione.

Mamme molto cattive (2016)

Oggi voglio parlare di un film assurdo, Bad moms: mamme molto cattive, ma molto interessante dal punto di vista psicologico. Una storia sulla pressione che comporta essere mamme, essere brave mamme, esagerato e irreverente. E su come questa pressione può arrivare a farci esplodere, soprattutto se crediamo di essere le uniche che non riescono.

passo a passo

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato di buoni propositi, di piani B e di come un percorso si costruisce passo a passo, poco a poco, e di come il miglior modo per raggiungere un obiettivo sia quello di osservare sempre dove siamo, cosa stiamo facendo, cosa stiamo ottenendo, cosa volevamo quando abbiamo iniziato e cosa vogliamo in questo momento.

finisci la frase

Una delle cose che dico più spesso, al lavoro ma non solo, è “per favore, finisci la frase”. È una di quelle cose che sembrano ovvie ma che hanno un valore enorme perchè non finire le frasi è una delle abitudini più deleterie che esistano. Ed è qualcosa che normalmente non notiamo, abituati come siamo alla fretta e alla disattenzione.

il potere delle parole

Dicono che molto tempo fa, un maestro zen stava spiegando a una classe di allievi il potere del linguaggio nell’influenzare le persone, e la grande efficacia psicologica delle parole:
—Le parole, in se stesse, sono solo fattori secondari, insiemi di suoni o di segni, che non determinano veramente fatti concreti, reali. Eppure gli uomini danno priorità a questi suoni e segni, e su di loro assumono decisioni, anche importanti. Hanno reazioni positive o negative, e rimangono in balia di quelle parole, dolci o dure…

Wonder (2017)

Oggi voglio parlare di un’altro film che ho visto in queste vacanze di Natale, Wonder, con Julia Roberts e Owen Wilson, basato sui libri di R. J. Palacio, che racconta la bellissima storia di Auggie Pullman un bambino nato con una tremenda deformazione facciale e tanti problemi fisiologici, che dopo molte operazioni è diventato quasi normale ed è pronto a andare per la prima volta a scuola, per la prima media.

l’importanza del piano B

Nel prossimo evento di facciamo pace, dopo le feste, per iniziare bene l’anno, parleremo dei buoni propositi per il nuovo anno e per il resto della nostra vita, ma soprattutto di come creare una vita di cui esserne fieri. Perchè il mio augurio per il vostro 2018 è che sia un anno di cui sarete orgogliosi per sempre.

il mio supertpotere è la gentilezza

Oggi per il mio compleanno, e per quello di questo sito, voglio parlarvi di un’altra delle mie passioni, uno dei filoni che più ha avuto successo nei secoli XX e XXI, in letteratura e altre arti (cinema, tv): i supereroi e i superpoteri. Dai classici batman e superman, agli Xman e gli altri marvel. Alcuni arrivano dallo spazio, altri sono stati “cambiati” da qualcosa che è successo loro, altri sono “nati” con delle caratteristiche superiori, come in un’ulteriore passo evolutivo rispetto a noi altri, comuni esseri mortali.

i tre ostacoli

Dicono che un giorno un Maestro Zen accolse tre candidati che volevano diventare suoi discepoli. Erano dei ragazzi di buona famiglia, molto bene educati e ben predisposti, ma il maestro non era molto impressionabile. Al primo incontro iniziò a comportarsi in modo eccentrico a tavola, facendo discorsi assurdi e avendo atteggiamenti strani.

Cambio Vita in 6 Comode Lezioni (2013)

Oggi voglio parlarvi del libro Cambio Vita in 6 Comode Lezioni, un bel libro per capire meglio le interrelazioni fra ciò che facciamo e ciò che pensiamo (e sentiamo) e come, molte volte, funzionano al contrario invece di come abbiamo sempre creduto. Un libro sulla teoria del “come se”, di cui abbiamo già parlato…

Jumanji (2017)

Oggi voglio parlare di un film che ho visto in queste vacanze di Natale con mia figlia più piccola, Jumanji, quello nuovo. Completamente diverso a quello del 1995, anche se quello di Robin Williams ha ancora un posto d’onore nel mio cuore, devo dirvi che quello con The Rock mi ha sorpresa molto favorevolmente.

dove stiamo andando

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato di perdono, di cosa vuol dire perdonare, e anche di cosa ci impedisce o rende difficile perdonare e di come ci facciamo del male quando non perdoniamo. Perchè perdonare ci rende forti, ci fa sentire forti e agire di conseguenza.

riprendere il controllo

Ci sono dei momenti in cui sentiamo di aver perso il controllo della nostra vita. Sentiamo di dover fare delle cose che non vogliamo fare ma non crediamo di poter scegliere. Questo è quello che da noi vuole la nostra civilizzazione, quello che alcuni chiamano il sistema.

monopoli

Dicono che una volta un docente di economia all’università, mentre si avvicinavano gli esami finali, decise di raccontare una storia ai suoi allievi che continuavano a chiedergli dettagli sui compiti, su come li avrebbe corretti, su come li avrebbe valutati. Su cosa era più importante per avere un buon voto nella sua materia e molto successo nella vita.

le 7 leggi spirituali del successo (2008)

Oggi voglio parlarvi di un’altro libro di Deepak Chopra, di nuovo uno dei best seller più famosi del suo genere, Le Sette Leggi Spirituali del Successo, ci parla dei sette principi naturali che regolano l’universo, e ci da delle indicazioni pratiche per sfruttarle a nostro favore.

A Beautiful Mind (2001)

Oggi voglio parlare di un film che adoro, A beautiful mind, basato nella storia reale di un genio incompreso, un po’ come tutti i geni, che ricevete un premio Nobel per il suo contributo allo studio della teoria dei giochi. E ve ne voglio parlare perchè voglio parlare della genialità dal mio punto di vista…

per essere fieri

Nel prossimo evento di facciamo pace, dopo le feste, per iniziare bene l’anno, parleremo dei buoni propositi per il nuovo anno e per il resto della nostra vita, ma soprattutto di come creare una vita di cui esserne fieri. Perchè il mio augurio per il vostro 2018 è che sia un anno di cui sarete orgogliosi per sempre.

libertà e responsabilità

Oggi voglio parlarvi di una delle parole che, nel mio lavoro, trovo che crea una grande confusione, e dove c’è confusione possiamo ottimizzare portando consapevolezza. La parola è “Responsabilità”. Secondo l’etimologia della parola, è la capacità di rispondere e con uno sguardo attento possiamo vedere che ha due modalità, da una parte è l’abilità di rispettare gli impegni e dall’altra la capacità di accettare le conseguenze delle proprie azioni.

il dodicesimo cammello

Dicono che una volta c’era un cammelliere che lasciò alla sua morte un testamento per dividere i suoi beni tra i tre figli. Nel suo lascito testamenta­rio stabilì di assegnare la metà dei suoi be­ni al primo figlio, al più grande e che aveva più figli, un quarto al secondo figlio che era sposato senza figli e un sesto al più giovane.

La Principessa che Credeva nelle Favole (1995)

Oggi voglio parlarvi di un libro di Marcia Grad Powers, meravigliosa scrittrice statunitense anche se non tanto conosciuta come altri autori di cui vi ho parlato. Si chiama La Principessa che Credeva nelle Favole, mi sembra sia di una tenerezza infinita e, nello stesso tempo, completo, concreto, realistico e pratico.

Non è mai troppo tardi (2007)

In questa settimana, tra Natale Capodanno, molti stiamo facendo i conti con i buoni propositi dell’anno 2017 e con quelli ancora da definire per il 2018… con le cose che avremmo voluto fare e non siamo ancora riusciti a realizzare, credo che il film migliore per aiutarci a diventare consapevoli sia Non è mai troppo tardi, di Jack Nicholson e Morgan Freeman.

riprendere i comandi

Nel prossimo evento di facciamo pace, dopo le feste, per iniziare bene l’anno, continueremo il nostro percorso di liberalizzazione dai condizionamenti e cercheremo di capire se è possibile prendere un ruolo più attivo nella nostra vita, e soprattutto del perchè e del come farlo… parleremo di buoni propositi, di desideri, e di come evitare che rimangano sogni nel cassetto.

la depressione in parole semplici

In questi giorni di Natale molti sentono il peso degli impegni famigliari e non e si sentono depressi. Spesso mi ritrovo a parlare con delle persone della depressione, con persone che la stanno vivendo in prima persona, o che l’hanno vissuta, e anche con persone che convivono con qualcuno che la sta soffrendo o combatendo.

Natale al fronte

Dicono che correva il 1917, uno dei terribili anni della prima guerra mondiale. Sulle trincee spirava un vento gelido e c’era tanta neve. I soldati si muovevano cauti, la notte era senza luna, ma serena e tutti avevano paura di incontrare delle pattuglie nemiche, perché il nemico era lì davanti a loro. Ad un tratto un caporale disse sotto voce: «è nato!».

Istruzioni di volo per aquile e polli

Anche oggi voglio parlarvi di un libro del padre Anthony de Mello che potrebbe essere un bel regalo di Natale, questa volta si tratta di Istruzioni di Volo per Aquile e Polli, un insieme di storielle che ci fanno vedere il mondo da diversi punti di vista, alcuni conosciuti, altri nuovi, ma che… messi nel giusto ordine possono aprire delle porte.

Nightmare before Christmas (1993)

Oggi voglio parlare di nuovo di un filmdi animazione, come non poteva essere diversamente nel perido di Natale, perchè amo le tradizioni e credo che crescere non voglia dire rinunciare a esse, ma comprenderle meglio e viverle in una maniera più consapevole e più ricca. Perchè ogni rinuncia ci fa perdere qualcosa e diventare più piccoli, e crescere dovrebbe significare diventare più grandi.

Imperdonabile

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato di perdono, di cosa vuol dire perdonare, e anche di cosa ci impedisce o rende difficile perdonare e di come ci facciamo del male quando non perdoniamo. Perchè perdonare ci rende forti, ci fa sentire forti e agire di conseguenza.

superficialità…

L’altro giorno, mentre facevo consulenza aziendale, parlando di sicurezza dei dati, il mio interlocutore ha detto una frase che mi ha fatto riflettere: “la superficialità è la fonte di ogni fregatura”.

il pozzo e i monaci

Dicono che una volta durante una festa in strada un uomo cadde in un pozzo non circondato da muri protettivi, come si costruivano in quell’epoca in Cina. L’uomo gridava: «Salvatemi!», ma a causa del frastuono della musica e delle danze nessuno lo sentiva.

Passò nei paraggi un monaco buddhista e sentendo queste urla si chinò sul pozzo e guardò in basso. “Meno male!” disse l’uomo da sotto, e continuò dicendo che aveva paura di morire, ma adesso era salvo.

Messaggio per un’Aquila che si crede un Pollo

Oggi parliamo di nuovo di un best seller, il Messaggio per un’Aquila che si crede un Pollo che potrebbe essere anche un bel regalo di Natale, scritto da un personaggio interessante, il padre Anthony de Mello, gesuita, scrittore e psicoterapeuta indiano che, partendo da una conoscenza proffonda delle diverse religioni e filosofie del mondo, parla di spiritualità con parole semplici e propone sercizi pratici per migliorare il nostro rapporto con essa.

Hotel transilvania (2012)

Oggi voglio parlare di nuovo di un film di animazione, di quelli che piacciono di più ai grandi che ai piccoli. Hotel Transilvania, che ho adorato, come ho adorato anche il secondo e aspetto con emozione il terzo, previsto per il 2018. Un film che parla di mostri, ma, come Monsters and Co., racconta la storia dal loro punto di vista.

farsi perdonare

La prossima settimana al secondo evento di facciamo pace di dicembre, continueremo a parlare di perdono, di cosa vuol dire perdonare, e del perchè e del come farlo… ma anche di come farsi perdonare, se siamo stati noi a fare un torto e la persona a cui l’abbiamo fatto non è ancora convinta.

ridefinire il problema

Spesso aiuto le mie figlie con i compiti e mi diverto tanto, loro mi guardano stranite perchè non comprendono cosa ci sia di così interessante. Un giorno, mentre facevamo alcuni problemi di geometria, ho avuto un’ispirazione che voglio condividere con voi.

il giardino e le farfalle

Dicono che una volta c’era una anziana che aveva un fantastico giardino pieno di farfalle, c’erano farfalle di tutti i colori, di tutte le dimensioni, di tutti i tipi. Svolazzavano per il giardino di fiore in fiore, alcune solitarie, anltre in piccoli sciami. Era un luogo così vivace che diventò famoso e molte persone arrivavano da lontano per vedere le farfalle.

Le Sette Regole per Avere Successo (1989)

Oggi parliamo di nuovo di un best seller, sia in ambito di crescita personale che professionale, forse il più famoso libro di auto aiuto di tutti i tempi, Le Sette Regole per Avere Successo in cui di Steven Covey presenta l’approccio migliore da utilizzare per far sì che si possano raggiungere efficacemente i propri obiettivi.

pane e tulipani (2000)

Oggi voglio parlare di nuovo di un film italiano, Pane e tulipani, un film che parla di una donna che viene dimenticata dalla famiglia in un autogrill e decide di sfruttare l’opportunità per riprendersi la sua vita, per ricominciare, visto che… se l’avevano dimenticata voleva dire che non ne avevano più bisogno di lei.

non ti allargare

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo parlato di perdono, di cosa vuol dire perdonare, ma soprattutto di cosa succede quando non perdoniamo. Quando non perdoniamo le cose si complicano più per la persona che non perdoniamo, ma soprattutto per noi stessi.

quanto vale una persona?

Vl siete mai chiesti quanto vale una persona? Probabilmente la risposta più logica sarebbe sempre dipende, come ad ogni grande domanda. Persino il valore delle cose dipende dal momento e da cosa abbiamo bisogno di fare. è un valore passivo ma variabile. Per quanto riguarda le persone la variabilità è ancora più grande, perchè non sono solo passive, ma hanno la possibilità di scegliere attivamente…

parabola del sale

Dicono che una volta un vecchio e saggio maestro notò che uno dei suoi giovani discepoli era molto triste, e decise di spiegargli con un esempio quanto la dimensione e l’importanza della sua tristezza dipendessero soltanto da lui e dalla sua mente. Gli chiese di prendere un cucchiaino di sale, di versarlo in un bicchiere di acqua fresca e di bere un sorso.

Le cinque persone che incontri in cielo (2003)

Oggi parliamo di nuovo di un romanzo, Le cinque persone che incontri in cielo, che parla delle persone che sono state importanti nella nostra vita, così tanto da esserlo anche dopo, anche se alcune non le ricordiamo nemmeno e altre abbiamo fatto di tutto per dimenticarle… È una storia bellissima e commovente, ci hanno fatto anche un film, ma non l’ho trovato in italiano.

Si può fare (2008)

Oggi voglio parlare di nuovo di un film molto carino, Si può fare, che parla di persona speciali, diverse da tutte le altre, ma questa volta in maniera realistica, anzi, rende omaggio alle esperienze simili che ci sono state veramente in Italia. Si parla di pazzi, di persone che non ragionano come le altre, e vengono confinate e “tenute buone“, facendole vivere al minimo perchè non facciano danni.

perdonare

La prossima settimana all’evento di facciamo pace, nel mese del Natale, visto che tutti dicono che dobbiamo essere più buoni e che probabilmente si avvicinano giorni in cui incontreremo delle persone che non incontriamo spesso, per scelta, e con cui dovremo fare buon viso al cattivo gioco… abbiamo pensato di parlare di perdono, di cosa vuol dire perdonare, e soprattutto del perchè e del come farlo..

un giorno ti servirà

Il nuovo paradigma dice che tutto quello che ci succede dipende solo da noi, che siamo responsabili e dobbiamo solo imparare delle lezioni, che gli altri non c’entrano e che la colpa non esiste. Sono concetti difficili da interiorizzare solo perchè troppo lontani da quello che siamo abituati a pensare.

essere svegli

Dicono che una volta un giovane discepolo chiese al suo anziano maestro cosa voleva dire essere svegli. E lui rispose:
— Sentire gratitudine per il semplice fatto di essere vivi, e ringraziare Dio ogni giorno di tutto quello che succede. — disse senza spostare un muscolo, come chi dice una cosa semplice e banale. Ma, vedendo che il discipolo non sembrava convito ripetè — di tutto.

Felix e il segreto delle chiavi magiche – i consigli tökliti

I tökliti sono una civilizzazione avvanzata, che nasce dalla volontà di un gruppo di uomini di vivere in un modo diverso. Sono personaggi di fantasia ma sono esattamente come chiunque di noi. Non hanno particolari abilità, superpoteri, non hanno una scuola di magia, nè macchine del tempo, e nemmeno grandi ricchezze materiali. Ma sono molto più felici della maggior parte di noi, semplicemente perchè vivono secondo tre regole di base, così flessibili che si chiamano “consigli”…

Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali (2016)

Oggi voglio parlare di un film molto carino, che racconta una storia inventata, troppo fantastica per essere vera, troppo “impossibile” perchè lontana dalla realtà, ma che parla di esseri speciali, come siamo speciali ognuno di noi. E di come quelle specialità ad alcuni danno fastidio, ad altri fanno gola, e per altri sarebbero da proteggere.

chi sei e come sei

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo continuato a parlare di chi siamo e chi crediamo di essere, e abbiamo parlato di quello che riusciamo a sapere di noi stessi, quello che mostriamo agli altri, a noi stessi, a nessuno. Quello che sappiamo di noi e quello che potremmo imparare, con gli strumenti giusti…

mediocrità

Uno degli ostacoli che dobbiamo superare se vogliamo diventare persone migliori è quello del condizionamento per la mediocrità a cui siamo sottoposti ogni giorno della nostra vita, dalla famiglia, dalla scuola, dalla tv e da chiunque incontriamo per strada. Un condizionamento inconsapevole tante volte, ma soprattutto ispirato da buone intenzioni.

la vite

Dicono che una volta il proprietario di un macchinario molto complesso ebbe un problema, chiamò diversi tecnici ma nessuno fu in grado di ovviare al problema di questo macchinario. Era disperato, aveva tutta la pianta di produzione ferma, i clienti che lo pressavano per ricevere gli ordini inscadenza, doveva comunque pagare dipendenti e rischiava che le materie prime andassero perse se si protraeva troppo l’attesa.

Sei un bravo genitore se… (2016)

Oggi parliamo di nuovo di un libro di Roberta Cavallo e Antonio Panarese, Sei un bravo genitore se…, in cui i ragazzi del sito di bimbiveri.it ci danno dei consigli per diventare bravi genitori. Perchè, per avere dei figli meravigliosi, che non fanno tanti capricci e che non ci fanno perdere le staffe, l’unico vero potere che abbiamo è quello di migliorare noi stessi, o meglio, smettere di giudicarci.

2:22 – Il destino è già scritto (2017)

Oggi voglio parlare di un film nuovo, molto particolare, una storia tra sogno, illusioni e realtà, che finchè rimangono nella propria testa, possono essere considerate stranezza ma quando uno le tira fuori, quando uno le vuole condividere, quando uno le vuole inseguire… possono essere considerate pazzie e creare dei guai… È una storia sul tempo, sul fato, sul karma e pure a suo modo sulla reincarnazione.

essere, sapere, potere…

La prossima settimana all’evento di facciamo pace, continueremo a parlare di chi siamo, chi crediamo di essere e chi sappiamo di essere; parleremo di qual’è la differenza tra credere e sapere. Voi la sapete? o credete di saperla? Sapete qual’è la differenza fra essere e sapere di essere?

la pigrizia non esiste

Come abbiamo detto più volte, la nostra vita è sempre una continua ricerca di equilibrio fra quello che dovremmo fare e quello che vorremmo fare. Quello che ci dicono di fare e quello che dentro di noi sappiamo vorremmo fare. E, spesso, viene fuori la parola pigrizia… ma secondo me la pigrizia non esiste!

l’elefante

Dicono che c’era una volta una città i cui abitanti erano tutti ciechi. Un giorno, un re arrivò da quelle parti, accompagnato dalla sua corte e da un intero esercito, e si accamparono nel deserto. Ora, questo monarca possedeva un possente elefante, che utilizzava sia in battaglia sia per accrescere la soggezione della gente. Il popolo era ansioso di sapere come fosse l’elefante, e alcuni dei più eminenti membri di quella comunità di ciechi si precipitarono all’impazzata alla sua scoperta.

Inventarsi la vita (1997)

Oggi parliamo di nuovo di un libro di Wayne W Dyer, sulla manifestazione, sul nostro potere di manifestare, di creare la vita che vogliamo, di entrare in contatto e sfruttare di più la nostra parte divina. Il libro si chiama Inventarsi la vita, ed è un programma passo per passo per diventare uno con la forza creativa che tutti abbiamo, per manifestare la propria spiritualità nove semplici principi…

Toy Story (1995)

Oggi voglio parlare di un film di animazione che ho amato particolarmente all’epoca e che sarà sempre nel mio cuore, Toy Story. Al primo sguardo mi innamorai perchè i giocatoli erano vivi, e questo mi piaceva tanto, ma poi… la storia, come ogni storia di fantasia, mi ha fatto sentire emozioni molto profonde parlando di amicizia, di gelosia, di paura e di coraggio.

essere o non essere

Ieri all’evento di facciamo pace, come promesso, abbiamo iniziato a parlare di chi siamo e chi crediamo di essere, o di non essere, o di potere o non potere arrivare ad essere. Abbiamo parlato di corpi, menti e spiriti e di sviluppo personale tra le identificazioni con uno e l’altro. Ma soprattutto di come identificarci con l’uno o con l’altro ci limita più o meno…