Angel A (2005)

Oggi voglio parlarvi di uno di quei film meravigliosi che ti lasciano una sensazione agrodolce in bocca e nell’anima, Angel A, del geniale Luc Besson. Un film sulla vita e la morte, sul senso della vita e sul servizio. Sull’aiuto agli altri come la fonte più potente di forza, di energia e di vita. Ma soprattutto, sulle apparenze e la sostanza.

Racconta la storia di un uomo cupo e depresso, lo sfigato per definizione, si fa schifo, la sua vita gli fa schifo, è nei guai fino al collo, e ogni cosa che fa non fa che peggiorare la situazione. Fino a quando decide di suicidarsi, e… mentre sta per saltare da un ponte, incontra lei, AngelA. Un angelo caduto dal cielo che ha tutto quello che lui non ha. Bella, sexy, perfetta, nelle apparenze; ma anche gioiosa, piena di stima di se e carica di una forza che… cercherà di trasmettere a lui: l’amore per la vita e la consapevolezza che possiamo farla diventare come la vogliamo.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

Tutto il film è meraviglioso, ogni scena, ogni istante, assolutamente da vedere, perciò vi lascio più video del solito…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una risposta non merita mai un inchino: per quanto intelligente e giusta ci possa sembrare, non dobbiamo mai inchinarci a una risposta.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Psicotrappole (2013)

Questa settimana sono tornata a leggere qualcosa di Giorgio Nardone, che era da molto che non leggevo, e ho scelto Psicotrappole, che parla di come spesso ci costruiamo, la nostra mente costruisce, delle trappole in cui cadiamo sperando che comportamenti che hanno funzionato in passato debbano per forza funzionare di nuovo.

Malati di sesso (2018)

Anche questa settimana, una commedia italiana, Malati di sesso, con Francesco Apolloni, che oltre a protagonista è anche sceneggiatore e Gaia Bermani Amaral. Una commedia sentimentale sull’amore e il sesso, sulle donne e gli uomini, molto più simili di quanto normalmente ce li raccontino.

ma… tu, ti ami?

Dopo l’incontro della settimana scorsa di facciamo pace, parlando di quanto ci conosciamo siamo finiti a parlare di quanto dipendiamo gli uni dagli altri e ho avuto una delle mie piccole illuminazioni sull’amore incondizionato e sulle basi su cui si possa costruire.

amore, in che senso?

Spesso mi capita di sentire delle persone che dicono che l’amore per gli animali o “ricevuto” dagli animali è meglio di quello delle persone. Dicono che i cani siano più fedeli, che ci amino incondizionatamente e che sia meglio avere affianco un cane che un uomo…

i linguaggi dell’amore

Dicono che c’era una volta un giovane che si era trasferito in un’altra città per studiare. Prima di Natale la sua mamma andò a trovarlo e si fermò a dormire una notte nella sua casa. Al mattino dopo lei doveva partire perciò la portò a passeggiare per il campus e a cena e poi andarono a dormire.

21 consigli (2019)

Dopo Sapiens – Da Animali a Dèi e Homo Deus – una breve storia del futuro, ero così innamorata della forma di scrivere di mi sono innamorata così tanto delle parole di Yuval Noah Harari, che non ho potuto aspettare per leggere il terzo 21 lezioni per il secolo XXI.