amore, in che senso?

Spesso mi capita di sentire delle persone che dicono che l’amore per gli animali o “ricevuto” dagli animali è meglio di quello delle persone. Dicono che i cani siano più fedeli, che ci amino incondizionatamente e che sia meglio avere affianco un cane che un uomo.

Quando è così mi viene da chiedermi cosa voglia dire amore per quelle persone, e se l’amore incondizionato degli animali sia vero amore. Io ho un cane, che passa molto tempo con me, mi aspetta quando esco e mi fa un sacco di feste quando torno. Che vuole sempre starmi vicino, piange quando mi allontano e ubbidisce quasi sempre.

Molti, quando vedono questi gesti, dicono che mi vuole tanto bene. A volte le mie figlie sono gelose perchè dicono che a me vuole più bene di quanto voglia loro e questo le rattrista. Ma io non lo chiamerei amore, per me è solo dipendenza, sa che dipende da me per bere e per mangiare, per uscire a fare i suoi bisogni…

Si dice sempre che il cane sia il miglior amico dell’uomo, ma… non sono convinta nemmeno di questo. Come può amare o essere amico un essere non consapevole e che non può pensare o parlare? Per me l’amore e l’amicizia sono un’altra cosa. E devono essere condivise, fra pari.

Il cane è fedele, non si offende, non litiga e non discute, ma è questo che vogliamo veramente in un amico o in un nostro amante? Vogliamo qualcuno che ci ubbidisca e ci guardi in silenzio? qualcuno che non possa ricambiare carezze, baci, parole… e con cui non possiamo scambiare pensieri…

Io personalmente preferisco le persone, con le loro parole, con le loro problematiche, anche quando prima dicono una cosa e poi fanno un’altra, anche quando dicono o fanno qualcosa che mi ferisce. Perchè per me l’amore e l’amicizia sono fatte di parole e di gesti, ma prima di tutto di comunicazione e quella con un cane non è abbastanza.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Praticate la gentilezza verso voi stessi e gli altri ogni volta che vi è possibile. Desistete dal bisogno di aver ragione e di vincere e optate invece per essere gentili: ben presto conoscerete la gioia della pace interiore.

Wayne W DyerWayne W DyerInventarsi la vita

 

come ti racconti?

come ti racconti?

Ieri all’incontro di facciamo pace, come promesso, abbiamo iniziato a parlare delle differenze fra pensare, credere, sapere, capire, comprendere e giudicare. Tutte attività che fa la nostra mente e a cui dobbiamo imparare a riconoscere per non cadere nelle sue trappole.

fare l’amore

fare l’amore

Se chiediamo a qualsiasi adulto “normale” se fare l’amore è fra le sue attività preferite è difficile che avremo una risposta negativa. Si sa, è qualcosa di benefico per il corpo, per la mente e persino per lo spirito. Ma, quello che non tutti sanno è che si può fare l’amoremolto più spesso di quanto credono.

amore paterno

amore paterno

Dicono che c’era una volta, una direttrice che, alla riunione dei genitori della scuola, sottolineava l’importanza del sostegno che i genitori devono dare ai figli. Parlava di tempo di qualità, di fare cose insieme e di accumulare esperienze e ricordi.

Tienilo acceso (2018)

Tienilo acceso (2018)

Questa settimana voglio parlarvi di un’altro libro di linguistica di Vera Gheno: Tienilo acceso, dedicato a Internet e i social, in cui ci spiega con una semplicità meravigliosa cosa vuol dire e come gestire al meglio la nostra immagine online.