Aladin (2019)

Quest’anno, uno dei film che ho aspettato con ansia è stato: Aladin, con  Will Smith nel ruolo di genio. Credo sia una di quelle storie che ogni tanto vanno riviste, raccontate di nuovo, con occhi diversi che noteranno dettagli diversi.

La storia, infatti, è quella. La conosciamo tutti, una delle più belle storie di amore, oltre i confini di classe e oltre alle convenzioni di qualsiasi tipo. Una riflessione senza tempo su tanti argomenti di quelli di cui parliamo in questo blog e nei nostri incontri:

L‘importanza dei consiglieri, delle voci a cui diamo ascolto e fiducia, e come un cattivo consigliere, che sia il visir che vuole prendere il potere, che il papagallo che semplicemente ripete le parole “negative”, può portarci fuori strada. Perchè tutti i consiglieri hanno ragione, solo che raccontano solo una parte della storia.

Il valore dell’amicizia, della fiducia e dell’amore che vengono dal cuore, che non hanno bisogno di parole, che possono combattere la paura che ci fa esagerare con il controllo, con il bisogno di potere e di controllo.

Il valore della sorpresa, del cambiamento interiore ed esteriore, per creare un futuro diverso, contro la rigidità del passato.

L‘importanza dei dettagli, della precisione, soprattutto quando definiamo quel che vorremo perchè, se dovessimo riceverlo, non ci troviamo in una situazione peggiore di quella iniziale.

Comunque, non posso evitarlo, lo ammetto pubblicamente, ogni volta che vedo la scena in cui usa il terzo desiderio io scoppio a piangere… perchè è così raro in atto di generosità che ci sembra impossibile. Ma non lo è. Anche se è solo un racconto, è la dimostrazione che si può fare. Proviamo!?

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quelli che riconoscono che i problemi fanno parte della condizione umana, e che non misurano la felicità dall'assenza di problemi, sono gli esseri più intelligenti che si conoscano, e sono anche i più rari.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

La Padronanza del Sé (2016)

La Padronanza del Sé (2016)

Oggi vorrei tornare ai toltechi, questa volta con Don Miguel Ruiz Jr., figlio dell’autore di libri come I quattro accordi, Don Miguel Ruiz, e voglio parlarvi di La Padronanza del Sé, un riassunto degli insegnamenti toltechi inseriti in un percorso di sviluppo per diventare maestri.

Il professore e il pazzo (2019)

Il professore e il pazzo (2019)

Per questa settimana voglio parlarvi di un film meraviglioso che ho amato molto, Il professore e il pazzo, con due fantastici Mel Gibson e Sean Penn, che racconta la storia della nascita dell’Oxford English Dictionary a cura del professore James Murray e di un uomo ossessivo, traumatizzato dagli orrori della guerra.

fiducia

fiducia

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, parleremo di una delle caratteristiche delle persone che riescono ad approfittare delle opportunità, delle persone che hanno più successo nella vita, la fiducia.

va bene così

va bene così

In questo momento storico ci sono molte persone, anche citando testi spirituali e sacri, che, con la scusa del pensiero positivo, ci propongono un atteggiamento “menefreghista” come unica alternativa per essere felici in un mondo che sembra quasi tutto storto.

la dignità

la dignità

Dicono che moltissimi anni fa, in una scuola di filosofia, un allievo rifletteva sul paradosso di Epicuro. Dopo che l’aveva sentito a lezione la prima volta, non poteva smettere di pensarci, ne aveva parlato con insegnanti e compagni di classe. Era convinti ci fosse una soluzione e voleva trovarla.