aiutare

La cosa più difficile in assoluto quando uno inizia a capire un po’ di più, a svegliarsi, a usare la propria testa, è che si sente un profondo desiderio di aiutare gli altri a fare lo stesso, ad essere più sereni e ottimisti. Ma, sapendo che solo ognuno è responsabile delle proprie emozioni, non è semplice. Spesso ricadiamo in vecchie abitudini e modalità e pretendiamo che gli altri facciano come noi sappiamo sia meglio.

La più frequente è quello che alcuni chiamano ego spirituale, una parte di noi che inizia a capire un po’ meglio come funziona il mondo ma ancora non del tutto e vuole controllare il “risveglio” degli altri. Vogliamo dare loro una mano, ma spesso finiamo per insistere e avere degli effetti contrari a quelli che volevamo. A volte persino si arrabbiano e si difendono, e non capiamo perchè, quando noi volevamo solo aiutarli. Come si dice, se cerchiamo di aiutare una farfalla ad uscire dalla sua crisalide la uccideremo, se… invece pazientiamo finchè le sue ali sono pronte, esce da sola e vola!

La più crudele è lo sprono, perchè spronare qualcuno è un insulto alla sua intelligenza e alla sua capacità di fare da solo. I motivatori, i personal trainer, e persino i genitori e i compagni che spronano qualcuno a cambiare, spesso falliscono e più spesso ancora producono un effetto yo-yo come quello delle diete. Per un po’ funziona ma appena finisce il suo effetto, i muscoli esercitati controvoglia diventano più molli di prima.

Il modo migliore, invece, è quello di mostrare loro la strada, di dare l’esempio, di fare vedere che è possibile fare, vedere, sentire, le cose in un altro modo. E, dal momento che non sempre è posibile, ricordarci che solo quando stiamo veramente bene possiamo aiutare gli altri. Il resto del tempo dobbiamo concentrarci nell’aiutare noi stessi, nel rinforzarci e rasserenarci e creare al nostro interno quell’amore e quella gioia che serve per creare le condizioni necessarie perchè anche gli altri possano svegliarsi.

Può sembrare difficile, ma possiamo provare, che ne dite?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Primo accordo: Sii impeccabile con la parola. La parola è potente. Usatela nel modo giusto, usatela per condividere l’amore. Usate la magia bianca con tutti, cominciando da voi stessi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Fatti il letto (2018)

Un’altro libro piccolo ma interessante è fatti il letto, scritto dall’ammiraglio William Harry Mcraven, in cui raccoglie i punti salienti del suo discorso davanti ai laureandi dell’università del Texas alla cerimonia di consegna dei diplomi. Un discorso pieno di empatia e coraggio, queste pagine hanno il contagioso potere di ispirare il lettore a dare il meglio di sé.

Mia moglie per finta (2011)

Oggi per San Valentino, voglio parlarvi di una fantastica commedia romantica all’ammericana: After Earth, con Adam Sandler , Jennifer Aniston e Nicole Kidman, che sembrano aver fatto un patto col diavolo per sembrare sempre giovanissime e perfette.

coerenza e responsabilità

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Abbiamo già parlato di quello che ci manca e di quello che abbiamo, questa settimana lo guarderemo dal punto di vista delle responsabilità, di quello che dipende da noi, per ognuno dei sei aspetti…

fette di salame

Q ualche giorno fa, durante una conversazione con una collega sulla comunicazione, parlavamo delle così dette “fette di salame” che a volte abbiamo quando amiamo o apprezziamo troppo qualcuno e che interferiscono con quello che capiamo di quello che lui o lei dice.