After Earth (2012)

Questa settimana, voglio parlarvi di un’altro film meraviglioso sull’atteggiamento e sul potere di credere in noi stessi anche quando nessun’altro sembra farlo: After Earth, con Will Smith, e suo figlio Jaden, più cresciuto rispetto al bimbo di  La ricerca della felicità, ma ancora ragazzino.

Racconta la storia di un ragazzino che viene bocciato alla scuola militare per essere troppo spericolato e imprudente. Suo padre, che è un militare molto riconosciuto, anche se controvoglia lo porta a fare un viaggio che si torna un’avventura imprevista. Dopo un incidente sono gli unici due sopravvissuti. Il padre è ferito e il ragazzo dovrebbe portare avanti qualcosa per cui gli hanno detto che non sarebbe stato in grado…

Ve ne parlo perchè è un film che parla di coraggio e di credere in se stessi e anche perchè i protagonisti sono un padre e un figlio e il loro rapporto. Anche se è un film di fantascenza ambientato in un futuro destopico in cui l’uomo non è più sulla terra, mi sembra molto credibile: con un padre che è troppo concentrato sul suo lavoro e che vorrebbe che tutta la sua vita fosse ubbidiente, regolata e prevedibile. E un figlio che è disperato per dimostrare il suo valore e per venire apprezzato nella sua diversità, nella sua specialità.

<<la paura non è reale, il pericolo si lo è, ma la paura è una scelta>>

 Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

fare polemica

La settimana scorsa si è sentito molto parlare di clima, di ambiente, di futuro, di bambini e di proteste per sensibilizzare i potenti, i governanti, e anche i votanti che, in teoria, li scelgono. Ci sono stati venerdì manifestazioni in tutto il mondo, anche in Italia, ma adesso bisogna vedere se cambiano qualcosa.

Hotei, il Buddha che ride

Dicono che una volta c’era un monaco buddista che cacciava di serpenti, ma dopo averli catturati toglieva loro il veleno per evitare che mordessero i passanti e poi li liberava, e per la sua bontà ottenne l’illuminazione spirituale. Aveva un grande sorriso e una grande pancia, che si crede contenesse una grandissima anima.

Felix e il segreto delle chiavi magiche (2019)

Finalmente posso darvi una notizia che aspettavamo da anni, è uscito, è pronto, è disponibile per essere acquistato e letto, Felix e il segreto delle chiavi magiche è diventato una realtà grazie a Sergio Chiarla e all’editore ETI. È un romanzo pieno di conversazioni su psicologia e filosofia che ho scritto con la speranza di poter portare i miei messaggi anche agli amici con cui non riesco mai ad approfondire certi discorsi, e non solo.

i limiti della bestia

Ad alcuni fa innervosire tutto questo parlare della bestia, ma è solo un gioco, per tirare fuori la bestia che c’è in noi, quella capace di lottare per quello che crede sia importante, spesso con più cuore di molti umani. La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, vedremo cosa la rende così forte, quasi invincibile…