A.M.O.R.E.

Martedì prossimo, all’evento di facciamo pace parleremo di un nuovo acronimo che farà la nostra vita migliore ogni volta che riusciremo a metterlo in pratica. Qualcosa che ci aiuterà a cambiare il senso in cui gira la spirale della nostra vita, passando dei circoli viziosi della paura a quelli virtuosi dell’amore.

 La vera rivoluzione è dare quello che non abbiamo ricevuto. Dare quello che riceviamo è semplice, dare l’amore che abbiamo ricevuto, o riversare la rabbia che qualcuno ha orientato verso di noi… non richiede uno sforzo, nemmeno di pensiero.  Per iniziare a creare amore “da zero” possiamo provare con questi semplicissimi  passi:

Acome accettazione, come atteggiamento, come amicizia, come amorevolezza e accoglienza. Perchè perdiamo tanto tempo giudicando, rifiutando quello che non ci piace, che non possiamo entrare in sintonia con l’amore.

M come meraviglia, come momenti, come miracoli, come memoria… Perchè la vita è fatta di attimi, di sensazioni, di pensieri e spesso per paura li evitiamo, li nascondiamo o li postponiamo… aspettando o ricordando finiamo per non vivere.

O come obbiettivi, come organizzazione, perchè se non decidiamo noi cosa vogliamo, ci toccherà vivere quello che hanno voluto altri, e spesso non ci rendiamo conto.

R come responsabilità, ringraziamento, racconti e realismo. Ne abbiamo già parlato più volte, la vita non è com’è, è come ce la raccontiamo e che sia piena di amore o di paura dipende solo da noi.

Ecome esperienze, come esperimenti, come emozioni ed entusiasmo ed elasticità. Per prendere la vita come un’avventura e non come un problema da risolvere.

Cosa ne pensate? Vi ho incuriositi? Venite e continueremo il discorso…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una risposta è il tratto di strada che ti sei lasciato alle spalle. Solo una domanda può puntare oltre.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Gli errori delle donne (2010)

Gli errori delle donne (2010)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un di Giorgio Nardone, un manuale breve e semplice chiamato Gli errori delle donne (in amore). In questo libro non parla di disturbi psichici e comportamentali ma di copioni psicoemotivi che le donne mettono in atto nelle relazioni amorose.
Brazil (1985)

Brazil (1985)

Oggi sono di nuovo tornata indietro nel tempo per rivedere Brazil, di Terry Gilliam, con un Robert De Niro fantastico anche se in un ruolo non protagonista, e Jonathan Pryce e Kim Greist, nei panni di una copia tutto tranne che convenzionale.
amare o non amare

amare o non amare

Molte persone decidono di smettere di amare, dopo delle serie più o meno lunghe di frustrazioni e di rapporti che non sono andati come speravano. Dimenticano che rinunciare ad amare è come rinunciare a respirare, a mangiare o a bere.
vivere al limite

vivere al limite

Ci sono persone che dicono di vivere al limite perchè vivono al di là di quello che fanno gli altri, di quello che si aspetta da loro, di quello che sono le convenzioni. Secondo me, in realtà, tutti viviamo al limite. Quelle persone soltanto lo pongono in una posizione diversa, ma tutti viviamo al nostro limite.