21 consigli (2019)

Dopo Sapiens – Da Animali a Dèi e Homo Deus – una breve storia del futuro, ero così innamorata della forma di scrivere di mi sono innamorata così tanto delle parole di Yuval Noah Harari, che non ho potuto aspettare per leggere il terzo  21 lezioni per il secolo XXI.

Nella prima parte, inizia ad analizzare l’attuale disillusione in cui viviamo come società, i cambiamenti nel mondo del lavoro, in cui l’evoluzione sta andando troppo veloce per come si evolvono i nostri cervelli e ogni anno scompaiono e nascono dei mestieri, e le problematiche legate ai concetti di Libertà e Uguaglianza che il nuovo potere degli algoritmi dell’intelligenza artificiale stanno cambiando ma non risolvendo.

Nella parte seconda osserva la sfida politica e le evoluzioni, nel passato e nel presente dei concetti di Comunità, Civiltà, Nazionalismo, Religione e Immigrazione.

Nella parte terza parla della disperazione e della speranza, di come storie come quelle sul terrorismo e le guerre ci condizionano,
e anche i concetti di Dio o dei diritti universali come concetto laico.

Nella parte quarta riflette sul concetti come la verità, l’ignoranza e la giustizia, e mi ha ricordato tanto i libri di Sibaldi., credo di avere trovato alcune delle sue fonti. E parla anche di questo periodo in cui molti parlano di Post-verità e di come le storie non vere, persino quelle di fantascienza, regolano la nostra vita se non ci fermiamo a pensarlo.

Nella parte quinta, per finire, propone le sue soluzioni, come la resilienza, l’istruzione, la propria ricerca del senso della vita e la meditazione…

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

come ti racconti?

come ti racconti?

Ieri all’incontro di facciamo pace, come promesso, abbiamo iniziato a parlare delle differenze fra pensare, credere, sapere, capire, comprendere e giudicare. Tutte attività che fa la nostra mente e a cui dobbiamo imparare a riconoscere per non cadere nelle sue trappole.

fare l’amore

fare l’amore

Se chiediamo a qualsiasi adulto “normale” se fare l’amore è fra le sue attività preferite è difficile che avremo una risposta negativa. Si sa, è qualcosa di benefico per il corpo, per la mente e persino per lo spirito. Ma, quello che non tutti sanno è che si può fare l’amoremolto più spesso di quanto credono.

amore paterno

amore paterno

Dicono che c’era una volta, una direttrice che, alla riunione dei genitori della scuola, sottolineava l’importanza del sostegno che i genitori devono dare ai figli. Parlava di tempo di qualità, di fare cose insieme e di accumulare esperienze e ricordi.