10.000 ore

Domenica parlavamo di reinventarsi, di inseguire i propri sogni, di crearsi una vita nuova e di “vendersi” in nuovi mercati. Parlavamo di quanto è difficile misurarsi con chi in questi mercati lavora ma soprattutto con l’ideale che abbiamo in testa.

E mi è venuta in mente la storia delle 10.000 ore. Dicono che chiunque faccia per 10.00 ore un’attività diventa esperto, diventa maestro nella suddetta attività e ottiene dei risultati importanti. La dedicazione e la pratica fanno miracoli. Abbiamo calcolato quanto tempo sarebbero 10.000 ore,  in giorni, in mesi, in anni. Con una dedicazione assoluta, tipo 8 ore al giorno, tutti i giorni potrebbero essere quattro anni, 8 con 4 ore al giorno, 20 con meno di 2 ore al giorno, o con più ore meno giorni a settimana

Un esempio cinematografico molto visuale è la scena di una spia e mezzo in cui The Rock spiega com’è diventato tutto muscolo partendo dal ragazzino cicciotto che era alle medie. Dice  “non ho fatto un granchè, mi sono allenato 6 ore al giorni per gli ultimi 20 anni. Chiunque può farlo.”

 

In 10.000 ore non possiamo non diventare esperti. Come diceva Bohr, esperto è chi ha incontrato tutti i problemi possibili in un certo campo, in una certa materia, in 10.000 ore hai tempo di incontrare problemi, di incontrare soluzioni, di inventare soluzioni… ed è così che sono diventati esperti gli esperti. In 10.000 ore si può studiare, fare, rifare… avete mai provato?

C’è qualcosa a cui avete dedicato 10.000 ore?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da qualche parte tra questo pianeta e la luna, il basso si trasforma in alto e l’alto in basso.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

fiducia

fiducia

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, parleremo di una delle caratteristiche delle persone che riescono ad approfittare delle opportunità, delle persone che hanno più successo nella vita, la fiducia.

va bene così

va bene così

In questo momento storico ci sono molte persone, anche citando testi spirituali e sacri, che, con la scusa del pensiero positivo, ci propongono un atteggiamento “menefreghista” come unica alternativa per essere felici in un mondo che sembra quasi tutto storto.

la dignità

la dignità

Dicono che moltissimi anni fa, in una scuola di filosofia, un allievo rifletteva sul paradosso di Epicuro. Dopo che l’aveva sentito a lezione la prima volta, non poteva smettere di pensarci, ne aveva parlato con insegnanti e compagni di classe. Era convinti ci fosse una soluzione e voleva trovarla.

I Guardiani del Destino (2011)

I Guardiani del Destino (2011)

Lo scorso weekend, tra i film che abbiamo visto al seminario di Igor Sibaldi sulle Conversazioni con gli dei, c’era I guardiani del destino, con Matt Damon e Emily Blunt. Una riflessione molto interessante sul destino e i piani che ha in serbo per noi.

flessibilità

flessibilità

Se chiedete in giro quali sono le capacità che più servono per avere successo in questo mondo, la maggior parte delle persone vi risponderà che le più importanti sono la forza, resistenza, la disciplina, la concentrazione. Io credo che sia molto importante anche la flessibilità.