Ottimizzare, cambiare paradigma,

     ripensare oltre i luoghi comuni…

Criminali come noi (2019)

Oggi voglio parlarvi di un film argentino, bellissimo, che parla di una crisi economica come quella che si dice stia arrivando dopo il coronavirus, con Ricardo Darín, che in spagnolo ha il titolo meraviglioso di La odisea de los Giles, e hanno tristemente tradotto come Criminali Come Noi.

filtrare le notizie

In questi giorni continuano ad arrivare messaggi di ogni tipo, su quello che sta sucedendo, nel nostro paese, negli altri paesi, che possono influenzare il nostro stato d’animo dando fuoco alle nostre emozioni più distruttive, come la paura e la rabbia.

il conto

Dopo un po’ di giorni, in cui tutti parlano di coronavirus, degli effetti della malattia e delle misure prese per sottometterla che stanno mettendo in moto i diversi paesi, dei suoi effetti anche economici, psicologici e sulla società, voglio dirmi la mia.

obiettivi comuni

Dicono che c’era una volta un preside preoccupato perchè i suoi allievi erano sempre più competitivo fra di loro, non si aiutavano, facevano fatica a fare lavoretti e ricerche di gruppo. Quando iniziarono a snobbare i più deboli e lenti decise che bisognava fare qualcosa.

13 cose che ho imparato giocando a garden scapes (2020)

Oggi voglio parlarvi di un libro che ho deciso di finire di scrivere proprio in questo periodo di quarantena, chiaramente, visto che lo sto scrivendo ora non potete ancora trovarlo nelle librerie ma potete leggerlo online, lo sto scrivendo su Wattpad e si chiama 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.

Vivere due volte (2019)

In questi giorni in mi capita spesso di parlare di passato, presente e futuro, di com’era la nostra vita prima, di com’è adesso e di come sarà quando la quarantena sarà finita, mi sono guardata Vivere due volte una dolcissima vista sul mondo del Alzhaimer.

il lutto

In questi giorni di quarantena in cui abbiamo dovuto rinunciare agli incontri di facciamo pace, e a tante altre cose, pensavo che potrebbe essere interessante parlare di perdite e di lutto, ma più che altro, di come superare questo le crisi e scoprire le opportunità.

la vita di prima

In questi giorni di privazioni per tutti, e di paure, ansie e frustra-zioni per molti, sento sempre più spesso gente che spera, che si chiede quando torneremo alla vita di prima? Alcuni rispondono che non torneremo presto, altri dicono che mai.

i due lupi

Dicono che c’era una volta un anziano Cherokee che, seduto alla porta della sua tenda, osservava i ragazzini giocare alla guerra. Ad un certo punto i più piccoli si arrabbiarono così tanto da dire che non avrebbero giocato mai più con i grandi.

tu non sei la tua ansia (2019)

Oggi voglio consigliarvi un libro appropriato per questo periodo storico, Tu Non Sei la tua Ansia, Manuale di sopravvivenza per menti ansiose, di Aaron Gillies. Una simpatica e irriverente guida per sopravvivere all’ansia e agli attacchi di panico.

Criminali come noi (2019)

Oggi voglio parlarvi di un film argentino, bellissimo, che parla di una crisi economica come quella che si dice stia arrivando dopo il coronavirus, con Ricardo Darín, che in spagnolo ha il titolo meraviglioso di La odisea de los Giles, e hanno tristemente tradotto come Criminali Come Noi.

filtrare le notizie

In questi giorni continuano ad arrivare messaggi di ogni tipo, su quello che sta sucedendo, nel nostro paese, negli altri paesi, che possono influenzare il nostro stato d’animo dando fuoco alle nostre emozioni più distruttive, come la paura e la rabbia.

il conto

Dopo un po’ di giorni, in cui tutti parlano di coronavirus, degli effetti della malattia e delle misure prese per sottometterla che stanno mettendo in moto i diversi paesi, dei suoi effetti anche economici, psicologici e sulla società, voglio dirmi la mia.

obiettivi comuni

Dicono che c’era una volta un preside preoccupato perchè i suoi allievi erano sempre più competitivo fra di loro, non si aiutavano, facevano fatica a fare lavoretti e ricerche di gruppo. Quando iniziarono a snobbare i più deboli e lenti decise che bisognava fare qualcosa.

13 cose che ho imparato giocando a garden scapes (2020)

Oggi voglio parlarvi di un libro che ho deciso di finire di scrivere proprio in questo periodo di quarantena, chiaramente, visto che lo sto scrivendo ora non potete ancora trovarlo nelle librerie ma potete leggerlo online, lo sto scrivendo su Wattpad e si chiama 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.

Vivere due volte (2019)

In questi giorni in mi capita spesso di parlare di passato, presente e futuro, di com’era la nostra vita prima, di com’è adesso e di come sarà quando la quarantena sarà finita, mi sono guardata Vivere due volte una dolcissima vista sul mondo del Alzhaimer.

il lutto

In questi giorni di quarantena in cui abbiamo dovuto rinunciare agli incontri di facciamo pace, e a tante altre cose, pensavo che potrebbe essere interessante parlare di perdite e di lutto, ma più che altro, di come superare questo le crisi e scoprire le opportunità.

la vita di prima

In questi giorni di privazioni per tutti, e di paure, ansie e frustra-zioni per molti, sento sempre più spesso gente che spera, che si chiede quando torneremo alla vita di prima? Alcuni rispondono che non torneremo presto, altri dicono che mai.

i due lupi

Dicono che c’era una volta un anziano Cherokee che, seduto alla porta della sua tenda, osservava i ragazzini giocare alla guerra. Ad un certo punto i più piccoli si arrabbiarono così tanto da dire che non avrebbero giocato mai più con i grandi.

tu non sei la tua ansia (2019)

Oggi voglio consigliarvi un libro appropriato per questo periodo storico, Tu Non Sei la tua Ansia, Manuale di sopravvivenza per menti ansiose, di Aaron Gillies. Una simpatica e irriverente guida per sopravvivere all’ansia e agli attacchi di panico.

può servire quando abbiamo

problemi e dissapori…

ed è più facile

    di quanto sembra…

il metodo

le domande sono le armi più potenti che abbiamo, possono aprire porte e costruire scale…

gli strumenti

torniamo a scuola, impariamo di nuovo a parlare, scrivere e disegnare…

le modalità

posso fare l’allenatore di un individuo o di una squadra, ma anche l’interprete fra due che non parlano la stessa lingua…

i prezzi

singoli incontri, abbonamenti e pacchetti giornalieri, come preferisci lavorare?

Perchè credo di poter aiutarti…

     perchè parlare con un coach delle relazioni?

un coach è la persona che crede in te anche quando tu stesso hai dei dubbi, e ti aiuta a trovare la strada quando persino tu avresti voglia di buttare la spugna…

Una volta un amico mi ha chiesto come credevo di poter aiutare le persone, se la mia stessa vita era un casino, figlia di genitori separati, anche io una mamma divorziata, senza quello che normalmente si intende come lavoro, un marito e tutte quelle cose di cu tutti credono di aver bisogno. E io gli ho risposto, proprio perchè la mia vita non è perfetta secondo i canoni e io continuo a sorridere serena e andare avanti dimostrando che si può… posso aiutare gli altri a cambiare paradigma e smettere di essere schiavi frustrati per diventare un po’ più liberi e responsabili…

Vuoi vedere cosa dicono

quelli che hanno già provato?

  • Parlare con Amor è qualcosa di speciale, non ti accorgi di quanto sia normale per tutti noi giudicare finchè non trovi qualcuno che non lo fa.
    È così difficile trovare qualcuno a cui poter dire tutto senza che ti giudichi e ti dica quello che dovresti fare…
    Mi ha fatto capire che spesso i giudici più implaccabili eravamo io e il mio senso di colpa…

  • Ho fatto diverse sessioni di coaching con Amor nel corso degli anni, che hanno riguardato diverse sfere della mia vita, personale e professionale. Ne sono sempre uscita con nuove consapevolezze, una visione più chiara delle situazioni e una mente più lucida per prendere decisioni al tempo stesso sentite ed efficaci. Soprattutto, ne sono sempre uscita col cuore sollevato. Grazie Amor, Tu sai quanto questo grazie sia sentito!

  • Posso solo ringraziare Amor delle sue parole e della sua pazienza con i miei demoni, che tornavano una volta e un’altra, ancora e ancora.
    Io mi sentivo piccola e impotente, vedevo il mondo contro di me e non sapevo come difendermi.
    Lei mi ha aiutato a sentirmi forte, poco a poco, e ad uscire dall’apatia in cui tendevo a nascondermi.